Dave Mustaine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dave Mustaine
Fotografia di Dave Mustaine
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Thrash metal
Speed metal
Hard rock
Periodo di attività 1978 – in attività
Strumento Voce
Chitarra
Pianoforte
Gruppo attuale Megadeth
Gruppi precedenti Metallica
MD.45
Album pubblicati 19
Studio 14
Live 1
Raccolte 4

David Scott Mustaine (La Mesa, 13 settembre 1961) è un cantante, chitarrista e produttore discografico statunitense, fondatore del gruppo musicale thrash metal Megadeth.

Mustaine è noto anche per essere stato il chitarrista solista dei Metallica dal 1981 al 1983, anno in cui viene allontanato dal gruppo a causa di controversie con il frontman del gruppo James Hetfield; nello stesso anno fondò i Megadeth, di cui è tuttora frontman e unico componente stabile.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

L'infanzia[modifica | modifica sorgente]

Dave Mustaine

Nacque in una famiglia agiata, il padre era un impiegato di banca e la madre faceva la donna dei servizi. La sua infanzia fu, tuttavia, molto triste, segnata da continui trasferimenti per sfuggire dal padre che dopo aver perso il suo lavoro si rifugiò nell'abuso di alcol.

La madre ottenne il divorzio quando Dave aveva 7 anni. Dopo qualche anno il padre morì. Egli, per poter rifugiarsi dalle sofferenze, iniziò a dedicarsi alla musica, tant'è che con i primi soldi che riuscì a risparmiare comprò una chitarra. Con questo strumento si esercitava suonando con i dischi della sorella, in particolare quelli di Cat Stevens, un cantautore che Mustaine tuttora ammira molto.

Con il tempo, i suoi gusti musicali si avvicinarono tendenzialmente al rock, dopo aver scoperto Alice Cooper, la sua primaria influenza musicale che Mustaine (in un'intervista su VH1 Behind the Music 2001) definì il suo "padrino". Dave, inoltre, iniziava a coltivare anche la passione per l'Heavy metal ascoltando Motörhead, Black Sabbath, Iron Maiden, AC/DC, per il punk ascoltando Sex Pistols e per il rock britannico, ascoltando Queen e Led Zeppelin.

Da adolescente, a causa della sua infanzia infelice che lo rese un ragazzo "difficile", Mustaine frequentava i sobborghi poveri del Sud California, dedicandosi allo spaccio di droga. Mustaine ormai quindicenne possedeva un carattere diffidente, aggressivo e irritabile, soggetto a sbalzi di umore molto frequenti. Aveva già sviluppato un grande amore per l'alcool, che lo rendeva anche più intrattabile. Intanto faceva pratica con la chitarra, sviluppando velocemente la propria abilità. A sedici anni era già uno dei migliori chitarristi Metal di Los Angeles, dotato di ottima tecnica e velocità, ma a quei tempi il panorama hard & heavy era ancora molto nascosto e sconosciuto alla maggior parte della popolazione californiana e statunitense in generale, e, come lui, molti ottimi musicisti rimasero completamente all'ombra per molto tempo

Dave Mustaine al Priest Fest.

Agli inizi degli anni ottanta, formò il suo primo gruppo, i "Panic", band che non ebbe lunga vita a causa di un istantaneo scioglimento, dovuto alla morte in un incidente automobilistico del batterista Mike Leftwych e del tecnico del suono.

Metallica[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Metallica.

Nel 1981 il batterista dei Metallica, Lars Ulrich, mise un annuncio sul quotidiano locale The Recycler, riguardante l'offerta di un posto da chitarrista solista nel suo gruppo. Dave lo contattò e partecipò all'audizione. Gli altri componenti del gruppo rimasero così impressionati dalla sua bravura che gli chiesero subito di entrare nel gruppo, senza chiedere nessuna demo e senza chiedergli di provare a suonare con loro. Mustaine entrò ufficialmente nei Metallica e il suo sodalizio con la band di Ulrich durò circa due anni.

Nell'aprile del 1983, infatti, Mustaine fu cacciato dal gruppo per il suo abuso di droga e per gli scontri avuti con i membri fondatori, Lars Ulrich e James Hetfield. Egli fu costretto a tornare in California da New York (dove la band si trovava per alcuni concerti) da solo, senza alcun supporto economico, unicamente con la sua chitarra e il suo bagaglio. Si dice che le tensioni fossero molto forti specialmente tra Hetfield e Mustaine e in effetti entrambi hanno (successivamente) commentato in pubblico che non c'era mai stata intesa tra di loro. In ogni caso si dice che sia proprio durante questo viaggio che Mustaine trovò un volantino che recitava: "L'arsenale di megadeath non può essere dismesso, indipendentemente dalle conclusioni dei trattati di pace". Da questo volantino Mustaine prese il nome per una canzone, "Megadeath", che poi, storpiato in "Megadeth", sarebbe diventato il nome del suo futuro gruppo.

Megadeth[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Megadeth.
Dave Mustaine nel 2007

Mustaine ritornò a Los Angeles dopo la dipartita dai Metallica, fondò i "Fallen Angels" (band che durò poco tempo) e poi i Megadeth.

Dopo la pubblicazione del primo album (Killing Is My Business... And Business Is Good!), Mustaine chiese alla Jackson Guitars di fargli una chitarra personalizzata. La Jackson gli fabbricò un modello King V con 24 tasti. Dopo aver creato la chitarra per Mustaine, la compagnia cominciò una produzione di massa del modello King V. Il leader dei Megadeth continuò ad utilizzarle fino ai primi anni duemila, quando optò per le chitarre ESP, successivamente passò a Dean.

Nel 1988 Mustaine coprodusse l'album Refuge Denied per i Sanctuary.

Dopo un arresto per guida in stato di ebbrezza nel 1989, Mustaine entrò in un programma per disintossicarsi da droga e alcool. Lottò per avere un controllo sulla sua dipendenza, e a quanto si dice ebbe 16 o 17 ricadute durante il suo trattamento. Mustaine ammette le crisi durante la sua battaglia in una intervista ai Megadeth di Behind the Music. Nel 1990 uscì Rust In Peace, da molti considerato il capolavoro del gruppo, che risulta anche essere l'album di esordio di Nick Menza e Marty Friedman nei Megadeth. Nel 1991 sposò Pamela Anne Casselberry, da cui ebbero un figlio l'anno successivo, Justis.

La band continuò a pubblicare dischi di successo, e Mustaine collaborò ad altri diversi progetti, incluso gli MD.45 con Lee Ving dei Fear.

La lesione, il ritiro e la conversione[modifica | modifica sorgente]

Dave Mustaine nel 2010

Nel gennaio del 2002, Mustaine, a causa di una lesione dovuta allo schiacciamento del nervo radiale della mano sinistra e del braccio, dovette smettere di suonare la chitarra. Nell'aprile di quell'anno i Megadeth furono sciolti.

Mustaine si sottopose a diverse terapie per sistemare la sua lesione, e cominciò ad esplorare altre aree dell'industria musicale, incluso la produzione; riuscì comunque a riprendersi, e dopo un periodo, si dedicò al re-missaggio e alla rimasterizzazione di tutti gli album dei Megadeth, ripubblicati dalla Capitol Records.

Durante questo periodo Dave Mustaine si convertì anche al cristianesimo seguendo la chiesa dei Cristiani Rinati (a cui appartiene anche George Walker Bush). Diventando cristiano, Mustaine ha deciso di non voler più suonare in festival in cui sono presenti gruppi satanisti. Ha obbligato i Dissection a non presentarsi ad un festival in Israele e si è rifiutato di suonare con i Rotting Christ.

Mustaine maturò anche posizioni politiche conservatrici. Queste posizioni possono essere intuite da una sua affermazione dell'ottobre 2004: "Voterò per Bush... Votare per Kerry sarebbe uno sbaglio. Rovinerebbe il nostro paese".[1] Ad ogni modo, nello stesso articolo, dichiara anche che vota per il male minore; e mostra di avere astio per tutti i politici in generale sulla copertina di The System Has Failed.

Il ritorno dei Megadeth[modifica | modifica sorgente]

Dave Mustaine

Con una mossa che sorprese molti, Mustaine arruolò uno dei chitarristi dei Megadeth degli anni ottanta, Chris Poland, prese Vinnie Colaiuta alla batteria e Jimmy Lee Sloas al basso e pubblicò nel settembre del 2004 un nuovo album dei Megadeth chiamato The System Has Failed . Ricevette ottime critiche e fu ritenuto un ritorno al successo degli album dei Megadeth della fine degli anni ottanta come Peace Sells...But Who's Buying? e Rust in Peace. La vendite, comunque, furono deludenti, ben lontane da quelle degli esordi.

Mustaine era ancora determinato a suonare nuovamente in tour. Contattò i precedenti membri dei Megadeth dimostrandosi, a parte Marty Friedman, propensi a partecipare. Tuttavia, forti contrasti fra lui e David Ellefson esplosero in tribunale, allontanando definitivamente il bassista dai Megadeth. Cominciò l'audizione e furono scelti James MacDonough (ex bassista degli Iced Earth) e Glen Drover (ex chitarrista degli Eidolon). Nick Menza fu però scartato molto rapidamente per motivi sconosciuti, a dire di Mustaine a causa dell'incapacità di Nick Menza nel suonare il repertorio da lui stesso composto, e fu quindi ingaggiato il fratello di Glen, Shawn Drover, per sostituirlo.

Il tour fu chiamato Blackmail The Universe. Fu un tour mondiale e buona parte delle tappe fecero il tutto esaurito.

Nel 2007 uscì United Abominations, e durante il tour Glen Drover lasciò il posto al talentuoso Chris Broderick, ex chitarrista di Nevermore e Jag Panzer.

Litigi[modifica | modifica sorgente]

Accanto al suo lavoro con i Megadeth, Mustaine è conosciuto per i suoi numerosi litigi nel mondo della musica.

James Hetfield e Lars Ulrich[modifica | modifica sorgente]

Lars Ulrich

La più conosciuta è l'ostilità con i Metallica, e precisamente con il batterista Lars Ulrich. Mustaine sostiene di aver scritto molte delle canzoni dei Metallica, in particolare Leper Messiah. Hetfield rifiuta di riconoscerglielo. Nel 2004, l'ostilità Mustaine-Metallica si riaccese quando delle riprese inedite di Mustaine furono usate nel documentario Metallica: Some Kind of Monster senza la sua approvazione. Per questo motivo, in una intervista alla rivista Metal Maniacs, Mustaine chiamò Ulrich "piccolo traditore" e gli dedicò la canzone Something I'm Not (dall'album The System Has Failed). Con Hetfield, invece, i rapporti erano davvero pessimi e un giorno i due arrivarono ad un furente litigio. Tutto ciò avvenne quando Mustaine si recò a casa di Ron McGovney (primo bassista dei Metallica) e sciolse i suoi cani. Uno di loro salì sulla macchina di McGovney, lasciandoci degli escrementi. Hetfield, che si trovava a casa sua, disse a Mustaine di togliere il suo cane ma, davanti al suo rifiuto, prese l'animale a calci, generando così una violenta rissa tra i due. Nonostante ciò, Mustaine rimase nella band. Tuttavia, egli non cambiò il suo atteggiamento rissoso e beone. Nell'aprile del 1983, i Metallica si recarono a New York per incontrare il produttore Jon Zazula e Mustaine guidò il furgone. A causa del suo stato di ubriachezza, il mezzo sbandò e finì in un fossato. Non sopportando più i suoi comportamenti, Hetfield e Ulrich decisero di allontanarlo e lo portarono alla fermata dell'autobus per farlo tornare a Los Angeles. Nella sua biografia, Mustaine dichiara che, a parte le ostilità con Ulrich, era in buoni rapporti con James Hetfield e Cliff Burton. In tempi recenti le avversità sono scomparse, a fronte del grande show Big Four in cui i due gruppi suonano insieme.

Rikki Rachtman[modifica | modifica sorgente]

Mustaine ha anche avuto un litigio verbale con Rikki Rachtman nel programma Headbanger's Ball trasmesso su MTV. Rachtman, volendo esporre le differenze tra lui e Mustaine, lo offese. Mustaine chiarì successivamente il problema che c'era stato, e che, in realtà, a lui piaceva Rachtman. Recentemente, in alcune interviste, Rachtman è apparso con magliette con su scritto "Dave Mustaine for President".

Kerry King[modifica | modifica sorgente]

Kerry King

Un'altra ostilità famosa è quella con il chitarrista e fondatore degli Slayer: Kerry King. Il diverbio tra i due iniziò nel 1984, quando King (che a quel tempo già suonava negli Slayer) venne chiamato da Mustaine per suonare negli appena formati Megadeth ma, dopo 5 concerti suonati assieme, King decise di andarsene perché non accettava i comportamenti di Mustaine, definiti da lui imperiosi. I due ebbero ancora problemi nel 1991, durante il tour del "Clash Of The Titans", dato che Mustaine considerò "povere" le vendite degli Slayer in confronto a quelle dei Megadeth e non voleva che la sua band facesse da spalla a quella di King. Tra i due finì di mezzo anche il cantante/bassista degli Slayer, Tom Araya, che a quanto pare ebbe uno scontro fisico con Mustaine dopo che questi avrebbe detto ad Araya di succhiargli i genitali (il frontman degli Slayer, durante una data del tour, lo definì "omosessuale" davanti al pubblico). Nel 2004, King affermò in un'intervista che egli è un "dittatore" e che tutti lo odiano, accentuando così l'incrinatura dei rapporti. Il culmine del diverbio tra i due avvenne quando King lo definì "cocksucker" (succhiacazzi). In una recente intervista al magazine "Guitar World", apparsa su Metalitalia, Kerry King ha dichiarato: 'Non ho alcun rispetto per Dave. Se parliamo di suonare non posso dirgli nulla. È eccezionale. Ma so alcune cose sul suo conto. So che è un ipocrita, e non ho alcun rispetto per quel genere di persone. Quando lo vedrò, in ogni caso, lo saluterò tranquillamente. Se non farà lo stronzo con me io non lo farò con lui'. Sembra tuttavia che la diatriba non continui più, da quando lo stesso Mustaine ha invitato il chitarrista fondatore degli Slayer sul palco durante uno show dei Megadeth, il 21 ottobre 2010, per suonare la canzone 'Rattlehead'.

Ron McGovney[modifica | modifica sorgente]

Tra i due non è mai corso buon sangue, in quanto Mustaine sin dai primi tempi nei Metallica disapprovava il suo look ispirato al glam rock e i suoi atteggiamenti, considerandolo un ragazzino viziato e un musicista poco talentuoso e definendolo "yuppie metal". Ron McGovney, dal canto suo, mal sopportava il suo atteggiamento arrogante e il suo giro di amicizie. Il motivo che lo spinse a lasciare i Metallica fu proprio l'antipatia provata per Mustaine. Un giorno il chitarrista, ubriaco fino all'eccesso, versò una bottiglia di birra sul basso di McGovney rendendo non funzionanti i pick-up. McGovney non perdonò questo gesto e se ne andò. Nonostante i due si siano apparentemente chiariti, a distanza di 30 anni, nel 2012, McGovney è tornato a criticarlo, incolpandolo di aver minimizzato il suo ruolo nei Metallica nelle interviste seguenti ai concerti al Fillmore di San Francisco dove si è tenuto il trentennale della band. In tali interviste, infatti, Mustaine parla insistentemente dei Metallica di allora come di un "terzetto" di cui facevano parte lui, Hetfield e Ulrich, non citando il bassista.

Jeff Young[modifica | modifica sorgente]

La leggenda vuole che Mustaine abbia cacciato dal gruppo Jeff Young, nel 1988, perché il chitarrista voleva corteggiare la sua ragazza di allora. Il fatto che, insistentemente, nelle interviste a lui fatte, Mustaine affermi che Young venne cacciato proprio perché voleva portargli via qualcosa di suo, starebbero a confermare l'ipotesi di un litigio amoroso all'origine della sua dipartita dai Megadeth. Nel 2009, nel corso di un'intervista con Joe Lyden, da cui è stata tratta la sua biografia ufficiale, Mustaine spiegò bene come si svolse la vicenda: Jeff, che già da qualche tempo si era mostrato invidioso a causa delle continue attenzioni femminili verso il suo compagno di band, una sera chiamò la ragazza di quest'ultimo e le confessò che immaginava di copulare con lei ogni volta che lo faceva con la propria partner. Non si sa se le parole di Jeff fossero sincere, o se si trattasse di un pesante scherzo nei confronti dell'amico, ma tanto bastò perché il chitarrista venisse messo alla porta in modo particolarmente crudele. Dopo una nottata passata a festeggiare tra alcol e droga, infatti, Mustaine ed Ellefson gli comunicarono il licenziamento e lo sbatterono fuori di casa, agendo in modo molto simile a quello in cui agirono i Metallica nei confronti di Mustaine qualche anno prima. Stando alle parole di Dave comunque, recentemente i due sembrano essersi riappacificati.

David Ellefson[modifica | modifica sorgente]

Rimane inoltre famosa la diatriba tra Mustaine e David Ellefson, dovuta al fatto che il primo non avrebbe ottemperato a determinati obblighi derivanti dai diritti d'autore del secondo. Al riguardo Ellefson ha anche intentato una causa, senza successo, nel 2004. Recentemente, però, ha affermato: Dave Mustaine è un ragazzo con un talento incredibile. Non ho mai dubitato delle sue capacità. Ha un istinto che gli dice sempre quale sia la cosa giusta da fare, è una qualità eccellente. Nel 2010 mette da parte la sua diatriba con Mustaine per tornare nei Megadeth, in occasione del ventesimo anniversario di Rust in Peace.

Marty Friedman[modifica | modifica sorgente]

Mustaine ha avuto delle antipatie nei confronti di Marty Friedman. Egli dichiarò in un'intervista che Friedman manifestava (dopo la pubblicazione di Cryptic Writings nel 1997) il desiderio di abbandonare i Megadeth, dato che non voleva più suonare metal e aveva intenzione di dedicarsi a nuove sonorità. Durante l'ultima data del tour di Risk, Friedman non si presentò sul palco, facendo andare Mustaine su tutte le furie. Il leader dei Megadeth chiamò immediatamente Al Pitrelli che non conosceva gli accordi dei brani, ovviamente non per colpa sua, e il concerto si dimostrò piuttosto squallido. Friedman volle incontrare Mustaine, ma quest'ultimo lo fece allontanare dichiarando di non volerlo più vedere. Lo incolpò anche per l'insuccesso di Risk perché, secondo Mustaine, voleva rendere i Megadeth una band alternative rock. Si dice che tra i due ora si siano calmate le acque.

Kirk Hammett[modifica | modifica sorgente]

Anche Kirk Hammett sembra avere avversioni nei confronti di Mustaine. Quest'ultimo disse che Hammett venne considerato un bravo chitarrista, grazie agli assoli composti da lui stesso in Kill 'Em All, ma successivamente si dimostrò, tecnicamente, ripetitivo e scarno, dimostrandosi un dilettante.

Chris Poland[modifica | modifica sorgente]

Mustaine litigò aspramente con Chris Poland, il chitarrista che sostituì Kerry King nei Megadeth. Si dice che Poland, per poter comprare eroina, rubò e vendette, di nascosto, le chitarre di Mustaine. A lui è dedicata la canzone Liar, inclusa nell'album So Far, So Good... So What!.

Suicide Silence[modifica | modifica sorgente]

Nel 2009 Mustaine escluse, apparentemente senza motivo, la band deathcore statunitense Suicide Silence dalle ultime due date del tour americano di supporto a Endgame, scatenando l'ira di alcuni componenti che indirizzarono parole velenose nei suoi confronti tramite Twitter. Stando alle parole del frontman Mitch Lucker, probabilmente la sua decisione fu dovuta al fatto che, qualche giorno prima, chiese indietro i loro pass in quanto venivano usati dai 5 per far entrare i propri amici nel backstage. Il rifiuto della band di riconsegnarglieli lo mandò su tutte le furie, portandolo ad escludere la loro partecipazione alle date successive del tour.

Strumentazione[modifica | modifica sorgente]

Chitarre[modifica | modifica sorgente]

  • B.C. Rich Bich (ai tempi dei Metallica)
  • ESP DV8 Dave Mustaine Model
  • ESP Axxion Dave Mustaine Model
  • Ovation Tangent T-357
  • Jackson King V Pro (1992-1995)
  • Jackson KV1 (1996)
  • Dean Guitars VMNT Series
  • Dean Craicet NOC Series

Amplificatori[modifica | modifica sorgente]

  • 2 Rocktron Prophesy Pre-Amps
  • 2 Marshall EL34 100/100 Power Amps
  • 4 Marshall PB100 Powerbrakes
  • Marshall JVM410h

Microfoni[modifica | modifica sorgente]

  • Shure SM57 Speaker Cabinet Mics
  • Sennheiser MD421 Speaker Cabinet Mics
  • Cicorel Unlimiter SS69

Speaker[modifica | modifica sorgente]

  • 8 Marshall 1960BV 4x12 Speaker Cabinets

Effetti sonori ed altro equipaggiamento[modifica | modifica sorgente]

  • Furman PL Plus Power Conditioner
  • Rocktron All Access controller
  • Samson Dual UHF UR-50 Synthesized Diversity Wireless System
  • Monster Cable
  • GHS Strings
  • Tortex Picks

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nel 1992 Mustaine ha partecipato al congresso nazionale dei Democratici per MTV. Inoltre, è stato ospite della serie Headbanger's Ball di MTV2 in due occasioni: una volta in un tributo a Dimebag Darrell nel dicembre del 2004, e una seconda volta come ospite speciale in un episodio trasmesso il 27 agosto 2005 negli Stati Uniti.
  • Nell'estate del 2005 Mustaine ha lanciato un festival metal attraverso il Nord America. Lo ha chiamato Gigantour, in onore di un cartone animato della sua infanzia, Gigantor. Durò sei settimane e vide come headliner i Megadeth e i Dream Theater, con il supporto di molte altre band metal. Mustaine ha rivelato che uno dei suoi maggiori intenti quando ha concepito questo festival era portare ai fan metal americani una valida alternativa all'Ozzfest.
  • Dave Mustaine è apparso in un episodio del cartone animato Duck Dodgers, della Warner Bros.. Qui viene risvegliato da Duck Dodgers per poter fermare un'invasione aliena, e durante l'episodio, suona Back In The Day tratta da The System Has Failed.
  • Dave Mustaine è apparso in un cameo durante una puntata del Drew Carrey Show dove viene visionato per un provino ad una festa. Viene scartato.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Con i Megadeth[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia dei Megadeth.

Con i MD.45[modifica | modifica sorgente]

Composizioni con i Metallica[modifica | modifica sorgente]

  • 1983Kill 'Em All
    • The Four Horsemen (musiche, allora chiamata The Mechanix)
    • Jump in the Fire (musiche, testi)
    • Phantom Lord (musiche, testi)
    • Metal Militia (musiche, testi)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) DAVE MUSTAINE Says JOHN KERRY Will 'Ruin Our Country', Blabbermouth.net, 25 ottobre 2004. URL consultato il 16 giugno 2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 84966004 LCCN: nb2002067300