Eye of the Beholder (Metallica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eye of the Beholder

Artista Metallica
Tipo album Singolo
Pubblicazione 30 ottobre 1988
Durata 6 min : 25 s
Album di provenienza ...And Justice for All
Dischi 1
Tracce 2
Genere Thrash metal
Etichetta Elektra
Produttore Metallica, Flemming Rasmussen
Registrazione gennaio-maggio 1988 agli One on One Studios di Los Angeles (California)
Formati 45 giri
Metallica - cronologia
Singolo precedente
(1988)
Singolo successivo
(1989)

Eye of the Beholder è un singolo del gruppo musicale statunitense Metallica, il secondo estratto dal quarto album studio ...And Justice for All e pubblicato il 30 ottobre 1988 esclusivamente negli Stati Uniti.[1]

La canzone[modifica | modifica sorgente]

È incentrata sulla mancanza di libertà di espressione. Eye of the Beholder si fa notare per il suo ritornello suonato in 12/8, mentre il resto della canzone si basa su un convenzionale ritmo sincopato 4/4, a tempi minori che sui lavori precedenti del gruppo.

Fino al 1989 la canzone era suonata dal vivo per intero. Tuttavia Eye of the Beholder ha sempre fatto parte del repertorio dal vivo dei Metallica, tra le canzoni di ...And Justice for All suonate negli anni novanta, in alternativa alla versione originale con molte parti di chitarra. Ne derivò anche il Justice Medley, per l'album dal vivo Live Shit: Binge & Purge (1993).

Tracce[modifica | modifica sorgente]

45 giri
  • Lato A
  1. Eye of the Beholder – 6:25 (James Hetfield, Lars Ulrich, Kirk Hammett)
  • Lato B
  1. Breadfan – 5:44 (Ray Phillips, Burke Shelley, Tony Bourge)originariamente interpreta dai Budgie

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Eye of the Beholder, Metallica.com. URL consultato il 16 gennaio 2013.
metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal