Daniele Cacia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daniele Cacia
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 181 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Bologna Bologna
Carriera
Giovanili
Piacenza Piacenza
Squadre di club1
2000-2002 Piacenza Piacenza 1 (0)
2002-2003 Ternana Ternana 0 (0)
2003 SPAL SPAL 3 (0)
2003-2005 Piacenza Piacenza 19 (1)
2005 Pistoiese Pistoiese 12 (8)
2005-2008 Piacenza Piacenza 71 (34)
2008 Fiorentina Fiorentina 3 (0)
2008-2009 Lecce Lecce 22 (2)
2009-2010 Reggina Reggina 27 (4)
2010-2011 Piacenza Piacenza 34 (17)[1]
2011-2012 Padova Padova 33 (11)
2012-2014 Verona Verona 52 (24)
2014- Bologna Bologna 3 (2)
Nazionale
2001
2001
Italia Italia U-17
Italia Italia U-19
1 (0)
3 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 settembre 2014

Daniele Cacia (Catanzaro, 23 agosto 1983) è un calciatore italiano, attaccante del Bologna.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Il ruolo principale di Cacia è la prima punta[2], tuttavia può giocare anche come attaccante esterno[3]. Abile finalizzatore[4], è dotato di una buona tecnica di base[5].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Inizi[modifica | modifica sorgente]

Cacia cresce calcisticamente nel Piacenza, squadra con cui esordisce nel campionato di Serie B 2000-2001 col Crotone il 9 marzo 2001, a meno di 18 anni[6].

Nel 2002-2003 è ceduto in prestito alla Ternana, con la quale non scende mai in campo a causa di un grave infortunio (frattura del perone) rimediato in precampionato[7]; a gennaio 2003 va alla SPAL in Serie C1, con la quale disputa tre partite.

Nel 2003-2004 ritorna al Piacenza con il quale disputa 13 partite segnando il suo primo gol nel campionato cadetto nella partita persa 3-2 in casa col Napoli[8]. Dopo aver giocato sei partite della stagione successiva, a gennaio 2005 si trasferisce alla Pistoiese in Serie C1 dove disputa uno spezzone di campionato con 8 reti in 12 presenze.

Tornato a Piacenza, diventa titolare durante il campionato di Serie B 2005-2006, realizzando 18 reti in 37 partite[2]. Nella stagione successiva, conclusa al quarto posto dietro Juventus, Genoa e Napoli, subisce il secondo grave infortunio della sua carriera, fratturandosi al malleolo nel corso della partita contro il Crotone[9] e conclude la stagione in anticipo con 28 partite e 14 reti.

L'approdo in Serie A[modifica | modifica sorgente]

A agosto 2007 Cacia è acquistato in comproprietà dalla Fiorentina per una cifra intorno ai quattro milioni e mezzo di euro[9]. Dovendo recuperare dal grave infortunio, rimane in prestito a Piacenza fino al gennaio 2008, totalizzando 2 reti prima della sosta natalizia.

A gennaio 2008 passa alla Fiorentina, esordendo il 16 gennaio nel ritorno degli ottavi di Coppa Italia contro l'Ascoli[10]. La prima rete in maglia viola arriva nel ritorno dei sedicesimi di finale di Coppa UEFA contro i norvegesi del Rosenborg, vinto 2-1 dalla Fiorentina[11].

A giugno 2008 è riscattato dal Piacenza alle buste per una cifra vicina ai 2.9 milioni di euro e l'11 luglio è trasferito in comproprietà al Lecce per 3 milioni di euro. Il primo gol col Lecce lo segna con il Palermo (1-1). Segna il momentaneo pareggio contro la Juventus (1-2). Il 22 febbraio 2009 si infortuna nella gara con la Lazio e riporta una frattura del perone[12]. Il 28 febbraio si è sottoposto ad un intervento chirurgico a Pavia.

Il prestito alla Reggina e il ritorno a Piacenza[modifica | modifica sorgente]

Nella stagione 2009-2010 è ceduto in prestito alla Reggina in Serie B[13] e disputa 27 partite con 4 gol.

Il 25 giugno 2010 Piacenza e Lecce rinnovano la comproprietà, e il giocatore si trasferisce in prestito a Piacenza, tornando nella squadra che l'ha lanciato[14].

Nella prima partita ufficiale col Piacenza, secondo turno di Coppa Italia con la Virtus Lanciano, segna la tripletta nella vittoria finale (5-3)[15]. A inizio campionato patisce la crisi della squadra piacentina segnando un gol nelle prime sei giornate, poi incomincia a segnare realizzando, tra l'altro, una tripletta contro il Vicenza[16]. Chiude il campionato al terzo posto in classifica marcatori serie B con 17 gol, a cui aggiunge una rete nei playout persi contro l'Albinoleffe, che comportano la retrocessione del Piacenza in Lega Pro Prima Divisione.

Il ritorno al Lecce e il passaggio al Padova[modifica | modifica sorgente]

La comproprietà tra Lecce e Piacenza si risolve alle buste. Il giocatore il 25 giugno 2011 passa al Lecce, che ha offerto un milione di euro, superiore all'offerta di 750 000 del Piacenza[17].

Il 28 agosto 2011 i pugliesi si accordano col Padova per il passaggio del giocatore con prestito e diritto di riscatto[18]. Debutta due giorni dopo, il 30 agosto nella sfida vinta 1-0 con la Reggina entrando al minuto 22 della ripresa. Segna il primo gol con la maglia biancoscudata il 16 settembre nella partita pareggiata 2-2 in casa del Verona.

A fine stagione, dopo 11 reti in 33 presenze in serie cadetta, non viene riscattato e fa ritorno al Lecce.

Il trasferimento all'Hellas Verona[modifica | modifica sorgente]

A pochi minuti dalla chiusura della sessione trasferimenti estiva 2012 (31 agosto), Lecce e Hellas Verona si accordano per il trasferimento di Cacia agli scaligeri a titolo definitivo[19]. Fa il suo debutto con la maglia gialloblu il giorno successivo nella sfida casalinga con lo Spezia finita 1-1. Il 25 settembre realizza la tripletta nel 3-0 esterno col Varese[20]. Il 22 aprile 2013, con la doppietta col Brescia, stabilisce il record assoluto di gol segnati in una singola stagione con la maglia dell'Hellas Verona[21]. Chiude la stagione con 24 reti in 39 partite ottenendo la promozione in Serie A e il titolo di capocannoniere della serie B[22]. L'anno successivo è chiuso da Luca Toni e colleziona appena 13 presenze in serie A e nessun gol. A fine stagione scade il suo contratto e si svincola dalla società scaligera.

Trasferimento al Bologna[modifica | modifica sorgente]

Il 5 agosto 2014 viene ingaggiato dal Bologna,[23] con il quale debutta il 17 agosto nella sconfitta per 1-2 contro l'Aquila valida per il secondo turno di Coppa Italia. Segna la prima rete coi felsinei il 29 agosto nella prima giornata di campionato realizzando un rigore da lui stesso procurato nella sconfitta esterna per 2-1 contro il Perugia.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Vanta sei convocazioni e quattro presenze con le Nazionali giovanili azzurre: una con l'Under-17, tre con l'Under-19.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 7 settembre 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2000-2001 Italia Piacenza B 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
2001-2002 A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
2002-gen. 2003 Italia Ternana B 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
gen.-giu. 2003 Italia SPAL C1 3 0 CI-C - - - - - - - - 3 0
2003-2004 Italia Piacenza B 13 1 CI 0 0 - - - - - - 13 1
2004-gen. 2005 B 6 0 CI 0 0 - - - - - - 6 0
gen.-giu. 2005 Italia Pistoiese C1 12 8 CI-C - - - - - - - - 12 8
2005-2006 Italia Piacenza B 37 18 CI 3 3 - - - - - - 40 21
2006-2007 B 28 14 CI 2 2 - - - - - - 30 16
2007-gen. 2008 B 6 2 CI 0 0 - - - - - - 6 2
gen.-giu. 2008 Italia Fiorentina A 3 0 CI 2 0 CU 2 1 - - - 7 1
2008-2009 Italia Lecce A 22 2 CI 1 0 - - - - - - 23 2
2009-2010 Italia Reggina B 27 4 CI 0 0 - - - - - - 27 4
2010-2011 Italia Piacenza B 34+2[24] 17+1[24] CI 2 3 - - - - - - 38 21
Totale Piacenza 125+2 52+1 7 8 - - - - 134 61
2011-2012 Italia Padova B 33 11 CI - - - - - - - - 33 11
2012-2013 Italia Verona B 39 24 CI 2 1 - - - - - - 41 25
2013-2014 A 13 0 CI 2 0 - - - - - - 15 0
Totale Verona 52 24 4 1 - - - - 56 25
2014-2015 Italia Bologna B 3 2 CI 1 0 - - - - - - 4 2
Totale carriera 279+2 102+1 15 9 2 1 - - 299 112

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2012-2013 (24 gol)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 36 (18) se si comprendono i play-out.
  2. ^ a b Rosa 2005-2006 Storiapiacenza1919.it
  3. ^ Piacenza-Pescara 2-1 - Stagione 2003-2004 Storiapiacenza1919.it
  4. ^ La scheda di Daniele Cacia Hellasstory.net
  5. ^ Cacia: Chiamatemi bomber, La Repubblica, 29 dicembre 2007, pag.11 - sez.Firenze
  6. ^ Raisport - Tabellini Piacenza-Crotone del 11/03/2001. URL consultato il 30-09-2009.
  7. ^ Reggina non bastano Borgo e Jimenez. Cacia va ko, fuori per tre mesi Terniweb.com
  8. ^ Piacenza-Napoli 2-3 - Stagione 2003-2004 Storiapiacenza1919.it
  9. ^ a b A gennaio arriva Cacia per lui contratto fino al 2012, La Repubblica, 22 agosto 2007, pag.9 - sez.Firenze
  10. ^ Corriere dello Sport - Tabellini di Fiorentina-Ascoli. URL consultato il 30-09-2009.
  11. ^ la Repubblica - Tabellino Fiorentina-Rosenborg. URL consultato il 30-09-2009.
  12. ^ Lecce, frattura al perone per Cacia Tuttomercatoweb.com
  13. ^ UFFICIALE: Daniele Cacia alla Reggina Tuttomercatoweb.com
  14. ^ UFFICIALE: Cacia in prestito al Piacenza Tuttomercatoweb.com
  15. ^ Coppa Italia 2010-2011 Storiapiacenza1919.it
  16. ^ Piacenza – Vicenza 4-1 Corrieredellosport.it
  17. ^ Aperte le buste, Munari è del Palermo. Cacia del Lecce, lecceprima.it, 25-06-2011. URL consultato il 25-06-2011.
  18. ^ Daniele Cacia in biancoscudato!, padovacalcio.it, 29 agosto 2011. URL consultato il 29 agosto 2011.
  19. ^ Ufficiali: ecco Daniele Cacia e Valeri Bojinov in hellasverona.it, 31 agosto 2012. URL consultato il 23 aprile 2013.
  20. ^ Verona, è Cacia show in corrieredellosport.it, 25 settembre 2012.
  21. ^ Cacia capocannoniere e record in hellas1903.it. URL consultato il 23 aprile 2013.
    Daniele Cacia-gol, nessuno come lui nella Storia in hellasverona.it. URL consultato il 24 aprile 2013.
  22. ^ Cacia capocannoniere nella storia del Verona in tggialloblu.it, 18 maggio 2013. URL consultato il 19 maggio 2013.
  23. ^ Cacia al Bologna, Bolognafc.it. URL consultato il 5 agosto 2014.
  24. ^ a b Playout

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]