Federico Piovaccari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Federico Piovaccari
Piovaccari.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 181 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Eibar Eibar
Carriera
Giovanili
2001-2002
2003-2004
Pro Patria Pro Patria
Inter
Squadre di club1
2002-2003 Bianco e Celeste.svg Castellettese 17 (6)
2003-2004 Inter 0 (0)
2004-2005 Vittoria Vittoria 25 (10)[1]
2005-2006 San Marino San Marino 29 (11)[2]
2006-2007 Triestina Triestina 37 (5)
2007-2009 Treviso Treviso 40 (4)
2009-2010 Ravenna Ravenna 34 (14)
2010-2011 Cittadella Cittadella 38 (23)
2011-2012 Sampdoria 17 (2)
2012 Brescia Brescia 17 (4)
2012-2013 Novara Novara 10 (0)
2013 Grosseto Grosseto 17 (7)
2013-2014 Steaua Bucarest Steaua Bucarest 25 (10)
2014- Eibar Eibar 28 (6)
Nazionale
2005 Italia Italia U-23 8 (5)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 maggio 2015

Federico Piovaccari (Gallarate, 1º settembre 1984) è un calciatore italiano, attaccante dell'Eibar in prestito dalla Sampdoria.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sposato con Elena Pozo, dalla quale ha avuto due figli, Andreas e Alex,[3] ha sul corpo un tatuaggio Maori in onore dell'esperienza trascorsa con il Cittadella.[4][5] Il soprannome Pifferaio glielo ha dato suo figlio Andreas ispirandosi ad un personaggio presente nel cartone animato di Spongebob.[6][7]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Si considera una seconda punta, che parte da dietro e va ad attaccare gli spazi.[8][9] Forte fisicamente[8][10] e nel gioco aereo,[10] è in grado di far salire la squadra e di fare reparto da solo.[10][11] Nel suo repertorio rientrano la freddezza sotto porta,[12] una buona tecnica individuale,[10] e il senso del goal.[8][13] È inoltre un abile rigorista.[10]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi[modifica | modifica wikitesto]

Cresce calcisticamente nel settore giovanile della Pro Patria,[14] per poi essere mandato in prestito in Serie D alla Castellettese, con cui segna sei reti in 17 presenze.

Nel 2003 passa nella Primavera dell'Inter,[15] con cui segna 15 reti nel Campionato Primavera, e altre quattro nel Torneo di Viareggio.[15] Va poi a segno nella finale del Campionato Primavera contro il Lecce, rete che però non basterà ai nerazzurri, in quanto verranno sconfitti dai salentini ai calci di rigore.[15] Passa poi per due stagioni prestito a Vittoria e San Marino.

Triestina[modifica | modifica wikitesto]

In seguito passa in prestito con diritto di riscatto alla Triestina.[16] Debutta in Serie B il 16 settembre 2006 in Treviso-Triestina (0-0), subentrando al 17' della ripresa al posto di Mauro Briano.[17] Segna la sua prima rete con gli alabardati tre giorni dopo contro l'AlbinoLeffe (vittoria per 1-2).[18] Termina la stagione con 37 presenze e 5 reti, di cui una il 17 marzo 2007 contro la Juventus (5-1 per i bianconeri), sbloccando l'incontro dopo sette minuti di gioco.[19] Terminato il prestito rientra all'Inter.

Treviso[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 giugno 2007 passa in compartecipazione al Treviso.[20] Debutta con i veneti il 1º settembre 2007 in Lecce-Treviso (1-0), giocando titolare.[21] La prima rete in campionato la segna il 12 gennaio 2008 contro la Triestina (vittoria per 2-0).[22] Conclude l'annata con 22 presenze e 3 reti. Il 26 giugno la compartecipazione viene rinnovata.[23]

L'anno successivo, terminato con la retrocessione in Lega Pro Prima Divisione,[24] segna una sola rete, l'8 novembre 2008 in Treviso-Salernitana (2-2),[25] in 18 presenze. Il 26 giugno 2009 la compartecipazione si risolve a favore della società veneta,[26] che però fallisce,[27] e il giocatore rimane quindi svincolato.[28]

Ravenna[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 luglio 2009 firma con il Ravenna, in Lega Pro Prima Divisione.[28][29] Esordisce in campionato il 23 agosto in Portogruaro-Ravenna (0-1), giocando titolare e uscendo al 37' della ripresa al posto di Brian Filipi.[30] Segna la sua prima rete con i Leoni il 6 settembre contro il Potenza.[31] L'8 novembre mette a segno una doppietta contro il Pescina VG (vittoria per 3-1), la prima con i romagnoli.[32] Termina la stagione con 34 presenze e 14 reti in totale, se si include anche la Coppa Italia.

Cittadella[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 2010 passa in compartecipazione al Cittadella, in Serie B.[33] Esordisce in campionato il 5 settembre contro il Novara (sconfitta per 0-2), subentrando al 57' al posto di Manolo Gabbiadini.[34] Mette a segno la sua prima rete in campionato alla quinta giornata contro il Frosinone, su calcio di rigore.[35] Realizza la sua prima doppietta con i veneti il 1º marzo 2011 in Cittadella-Livorno (2-0).[36] Conclude la stagione con 23 reti in 39 presenze, superando i precedenti primati di Riccardo Meggiorini e Matteo Ardemagni, che si erano fermati rispettivamente a 18 e 22 reti, vincendo la classifica dei capicannonieri del campionato cadetto.[37][38]

Il 24 giugno 2011 la compartecipazione viene risolta a favore del Cittadella.[39][40]

Sampdoria[modifica | modifica wikitesto]

Piovaccari autografa una bicicletta al Centro Sportivo Mugnaini nel settembre 2011

L'8 luglio 2011 passa a titolo definitivo alla Sampdoria, con cui firma un contratto quadriennale da 500.000 euro netti a stagione.[41][42] Debutta con i blucerchiati il 20 agosto in Empoli-Sampdoria (2-1), valevole per il terzo turno di Coppa Italia, giocando titolare e venendo sostituito al 55' da Nicola Pozzi.[43] Esordisce in campionato alla seconda giornata contro il Livorno (0-0 il risultato finale), subentrando al 17' della ripresa al posto di Maccarone.[44] Segna la sua prima rete in campionato il 4 settembre contro il Gubbio (vittoria per 6-0).[45] Termina la prima parte di stagione con 17 presenze e due reti, sbagliando anche due calci di rigore contro Empoli e AlbinoLeffe.[46][47]

I prestiti a Brescia e Novara[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 gennaio 2012 viene ceduto in prestito per sei mesi al Brescia.[48][49] Esordisce con i lombardi l'11 febbraio 2012 in Cittadella-Brescia (0-2), subentrando al 34' della ripresa al posto di Marco Martina Rini.[50] Mette a segno la sua prima rete con le rondinelle il 19 marzo contro il Pescara (la partita finirà 1-1).[51] Chiude la stagione mettendo a segno altre tre reti.

Il 19 luglio 2012 viene ufficializzata la sua cessione a titolo temporaneo al Novara in Serie B.[52][53] Esordisce con i piemontesi il 12 agosto in Novara-Lumezzane (4-3), partita valida per il secondo turno di Coppa Italia, in cui segna la sua prima rete con gli azzurri.[54] Il debutto in campionato arriva alla prima giornata contro il Grosseto (1-1 il finale), disputando tutta la partita.[55] Scenderà in campo in altre nove occasioni, senza però andare a segno, disputando una prima parte di stagione al di sotto delle aspettative.[56]

Grosseto[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 gennaio 2013 passa in prestito secco fino al termine della stagione al Grosseto.[57][58] Esordisce con i toscani alla prima partita utile, il 26 gennaio contro il Cittadella (vittoria per 3-1),[59] in cui prima mette a segno la rete del 2-1 biancorosso, depositando in rete il pallone dopo aver saltato l'estremo difensore avversario in seguito ad una triangolazione con Jadid,[60][61] e poi serve l'assist a Lupoli che causerà il rigore per i toscani,[60] poi segnato da quest'ultimo,[59] risultando il migliore in campo a fine partita.[12][62] Il 16 febbraio in Grosseto-Virtus Lanciano (2-2) sigla la sua prima doppietta in biancorosso.[63]

Il 2 marzo è autore della doppietta che consente ai biancorossi di battere in trasferta il Sassuolo nella sfida testacoda della 29ª giornata di campionato.[64] Il risultato coincide sia con la prima vittoria esterna stagionale dei toscani (interrompendo un digiuno che risaliva al 23 aprile 2012[65]) che con la prima sconfitta casalinga degli emiliani.[66]

Il 25 marzo viene squalificato per tre giornate dal giudice sportivo "per avere, al 40° del secondo tempo, a giuoco fermo, colpito violentemente un calciatore avversario con una ginocchiata al volto";[67][68] l'episodio è avvenuto nell'incontro perso dai toscani per 1-2[69] contro il Cesena.

Con i toscani ha disputato 17 incontri (tutti dal primo minuto), mettendo a segno 7 reti, a cui si aggiungono tre errori dal dischetto su tre da lui calciati.[70]

Steaua Bucarest[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 luglio 2013 la Sampdoria ne comunica la cessione a titolo temporaneo allo Steaua Bucarest.[71] È il primo italiano a militare nella squadra romena. Esordisce con la nuova maglia l'11 luglio nella partita vinta per 0-3 contro il Petrolul Ploieşti, partita valida per la Supercoppa di Romania, subentrando al 61' al posto di Stefan Nikolić.[72]

Il 17 luglio debutta in Champions League, sostituendo Nikolić al 15' della ripresa in Steaua Bucarest-Vardar (3-0), incontro valevole per l'andata del secondo turno preliminare della competizione.[73] Mette a segno la sua prima rete con la squadra rumena il 23 luglio nella partita di ritorno vinta 1-2.[74]

Il 9 maggio 2014 la squadra si laurea - con tre giornate di anticipo - campione di Romania.[75]

Eibar[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 agosto 2014 viene ceduto a titolo temporaneo all'Eibar, squadra neo-promossa nella Primera División spagnola.[76]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 ha preso parte agli incontri della XV edizione dei Giochi del Mediterraneo disputati ad Almeria.[77]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate all' 8 maggio 2015.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2002-2003 Italia Castellettese D 17 6 CI-D 0 0 - - - - - - 17 6
2003-2004 Italia Inter A 0 0 CI 0 0 UCL 0 0 - - - 0 0
2004-2005 Italia Vittoria C1 25+2[78] 10+1[78] CI-C - - - - - - - - 27 11
2005-2006 Italia San Marino C1 29+2[78] 11+1[78] CI+CI-C 0 0 - - - - - - 31 12
2006-2007 Italia Triestina B 37 5 CI 3 0 - - - - - - 40 5
2007-2008 Italia Treviso B 22 3 CI 1 0 - - - - - - 23 3
2008-2009 B 18 1 CI 0 0 - - - - - - 18 1
Totale Treviso 40 4 1 0 - - - - 41 4
2009-2010 Italia Ravenna 1D 32 13 CI+CI-LP 2+0 1 - - - - - - 34 14
ago. 2010 1D 2 1 CI+CI-LP 2+0 0 - - - - - - 4 1
Totale Ravenna 34 14 4 1 - - - - 38 15
ago. 2010-2011 Italia Cittadella B 39 23 CI - - - - - - - - 39 23
2011-gen. 2012 Italia Sampdoria B 17 2 CI 1 0 - - - - - - 18 2
gen.-giu. 2012 Italia Brescia B 17 4 CI - - - - - - - - 17 4
2012-gen. 2013 Italia Novara B 10 0 CI 2 1 - - - - - - 12 1
gen.-giu. 2013 Italia Grosseto B 17 7 CI - - - - - - - - 17 7
2013-2014 Romania Steaua Bucarest Liga I 25 10 CR 5 2 UCL 12[79] 4[80] SR 1 0 43 16
2014-2015 Spagna Eibar PD 28 6 CR 2 1 - - - - - - 30 7
Totale carriera 335+4 102+2 18 5 12 4 1 0 370 113

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Steaua Bucarest: 2013
Steaua Bucarest: 2013-2014

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2010-2011 (23 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 27 (11) se si comprendono i play-out.
  2. ^ 31 (12) se si comprendono i play-out.
  3. ^ Inedito Piovaccari: cuoco, papà e marito doc.
  4. ^ L'addio di Piovaccari: «Un tatoo per ricordarvi».
  5. ^ Piovaccari: quel tattoo che lo lega al 'Citta'.
  6. ^ Cittadella, Piovaccari: "Ecco come sono diventato il pifferaio".
  7. ^ Menichini primo sorriso. Interviste a Piovaccari e Foscarini.
  8. ^ a b c PIOVACCARI: POTENZA FISICA E FIUTO DEL GOL.
  9. ^ Federico Piovaccari a Febbre a 90: Ottenere un contratto pluriennale è una cosa importante.
  10. ^ a b c d e PIOVACCARI/ Sulle orme dei grandi.
  11. ^ Cittadella, i tre dubbi di Foscarini.
  12. ^ a b Grosseto-Cittadella 3 a 1: le pagelle. Esordio con il botto per Piovaccari!.
  13. ^ Mercato: salta Pisani, in arrivo un poker di acquisti.
  14. ^ Brescia: ufficiale Piovaccari.
  15. ^ a b c Calciomercato Sampdoria, preso Piovaccari: ecco il profilo del neo centravanti blucerchiato.
  16. ^ ESCLUSIVA TMW - Triestina, Piovaccari: "Sono qui per consacrarmi".
  17. ^ Treviso-Triestina, 0-0, forzatreviso.blogspot.it, 16 settembre 2006.
  18. ^ Triestina 1 - 2 AlbinoLeffe.
  19. ^ Finale: Juventus-Triestina 5-1.
  20. ^ UFFICIALE: Piovaccari e Scaglia al Treviso.
  21. ^ Lecce-Treviso 1-0: i salentini restano in vetta alla classifica.
  22. ^ Treviso 2 - 0 Triestina.
  23. ^ UFFICIALE: Inter, le 22 compartecipazioni risolte.
  24. ^ Disastro Treviso: la retrocessione adesso è una certezza, calciostat.blogspot.it, 12 maggio 2009.
  25. ^ Serie B: Treviso-Salernitana 2-2.
  26. ^ UFFICIALE: Inter, risolte tutte le comproprietà, tuttomercatoweb.com, 26 giugno 2009.
  27. ^ Fallimento Treviso: serie D o lega dilettanti, sportlive.it, 13 luglio 2009.
  28. ^ a b UFFICIALE: Piovaccari è del Ravenna.
  29. ^ Caccia ai giocatori svincolati in Lega Pro, tuttomercatoweb.com, 23 luglio 2009. URL consultato il 12 ottobre 2014.
  30. ^ PORTOGRUARO-RAVENNA/ 0-1 rete di Ciuffetelli.
  31. ^ POTENZA-RAVENNA/1-1.
  32. ^ RAVENNA-PESCINA/ 3-1 Doppietta di Piovaccari e rete di Gerbino.
  33. ^ UFFICIALE: Cittadella, ecco Piovaccari e Carra. Ceduti Rossi ed Arma.
  34. ^ Cittadella 0 - 2 Novara.
  35. ^ Cittadella 1 - 1 Frosinone.
  36. ^ Cittadella 2 - 0 Livorno.
  37. ^ Serie B: Piovaccari capocannoniere, Cittadella salvo.
  38. ^ Federico Piovaccari capocannoniere della Serie B.
  39. ^ Piovaccari tutto del Cittadella
  40. ^ UFFICIALE: Cittadella, Piovaccari è tutto granata.
  41. ^ UFFICIALE: Sampdoria, colpo Piovaccari.
  42. ^ Sky - Sampdoria, i dettagli dell'accordo di Piovaccari.
  43. ^ L’Empoli di Coppa è in forma, KO la Sampdoria, calciotoscano.it, 21 agosto 2011.
  44. ^ Livorno 0 - 0 Sampdoria.
  45. ^ Sampdoria 6 - 0 Gubbio.
  46. ^ Empoli 1 - 3 Sampdoria.
  47. ^ AlbinoLeffe 1 - 3 Sampdoria.
  48. ^ Federico Piovaccari al Brescia a titolo temporaneo
  49. ^ UFFICIALE: Federico Piovaccari in prestito al Brescia.
  50. ^ Cittadella 0 - 2 Brescia.
  51. ^ Pescara 1 - 1 Brescia.
  52. ^ Federico Piovaccari al Novara a titolo temporaneo
  53. ^ UFFICIALE: Piovaccari in prestito al Novara.
  54. ^ Coppa Italia: Novara-Lumezzane 4-3.
  55. ^ Grosseto 1 - 1 Novara, legaserieb.it, 25 agosto 2012.
  56. ^ Novara, Piovaccari verso la cessione.
  57. ^ UFFICIALE: Grosseto, colpo Piovaccari.
  58. ^ PIOVACCARI HA DETTO SÌ, RINFORZO IN ATTACCO PER I BIANCOROSSI.
  59. ^ a b Grosseto 3 - 1 Cittadella.
  60. ^ a b GROSSETO VS. CITTADELLA 3-1 (1-1).
  61. ^ Il Pifferaio magico guida il Grifone alla rimonta sul Cittadella: 3 a 1!.
  62. ^ GROSSETO VS CITTADELLA: LE PAGELLE.
  63. ^ Grosseto 2 - 2 Virtus Lanciano.
  64. ^ Sassuolo 0 - 2 Grosseto.
  65. ^ Prima vittoria esterna dal 23 aprile.
  66. ^ Incredibile Grosseto: vittoria fuori casa contro la potenza Sassuolo con una doppietta di Piovaccari.
  67. ^ Mazzata su Piovaccari Tre giornate di squalifica.
  68. ^ TRE GIORNATE A PIOVACCARI.
  69. ^ Grosseto 1 - 2 Cesena.
  70. ^ Una stagione tutta storta Anche la statistica è contro.
  71. ^ Ufficiale Federico Piovaccari alla Steaua a titolo temporaneo
  72. ^ (RO) STEAUA a învins PETROLUL Ploieşti, scor 3-0, şi a câştigat Supercupa României. Jucătorii au primit trofeul de la Miodrag Belodedici.
  73. ^ (EN) Steaua breeze past Vardar to start in style.
  74. ^ (EN) Steaua silence Vardar in Skopje.
  75. ^ Steaua Bucarest campione di Romania.
  76. ^ Federico Piovaccari ceduto in prestito all'Eibar, sampdoria.it, 19 agosto 2014. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  77. ^ 10 domande a Federico Piovaccari.
  78. ^ a b c d Play-out.
  79. ^ 6 presenze nei preliminari.
  80. ^ 3 reti nei preliminari.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]