Centenario dello scautismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nell'anno 2007 è stato celebrato il Centenario dello Scautismo, cioè il centesimo anniversario dal primo campo scout della storia tenutosi sull'isola di Brownsea.

Si trattava anche del centocinquantesimo anniversario della nascita di Robert Baden-Powell (B.-P.), fondatore dello scautismo.

Per questa occasione l'Organizzazione Mondiale del Movimento Scout ha indetto il Jamboree del Centenario che si è tenuto a Londra.

Alle 8 del mattino del 1º agosto si è celebrata in tutto il mondo l'Alba del Centenario, evento denso di significato, in cui tutti gli scout di oggi e di ieri hanno rinnovato la loro promessa.

Iniziative internazionali[modifica | modifica sorgente]

Iniziative nazionali[modifica | modifica sorgente]

Italia[modifica | modifica sorgente]

  • La Federazione Italiana dello Scautismo (FIS) in occasione del centenario ha indetto diverse iniziative:
    • Cento Piazze per B.-P.
    • Alba del Centenario: Cerimonia Nazionale al Circo Massimo (Roma) (oltre le numerose cerimonie locali in tutto il paese)
    • Un calendario per 100 anni
    • Le edizioni del Centenario, una riedizione dei testi di Baden-Powell
    • Il Concerto dell'Alba
  • L'Associazione Italiana Guide e Scouts d'Europa Cattolici (FSE) in occasione del centenario ha indetto diverse iniziative:
    • Alba del Centenario: Cerimonia nazionale svoltasi sul Gianicolo (oltre le numerose cerimonie locali in tutto il paese)
    • Udienza in Vaticano da Papa Benedetto XVI constestualmente e seguitamente all'alba del Centenario il 1º agosto.
    • Presentazione e pubblicazione del libro "Leggere le Tracce" sulla propria storia associativa e federale, alla presentazione di tale libro hanno partecipato rappresentanti di altre associazioni e di Centri Studi Scout italiani

Le diverse associazioni hanno promosso il 20 maggio una giornata di "scautismo in piazza" (battezzata in diversi modi dalle diverse associazioni[1]) per promuovere la conoscenza dello scautismo.
Tale manifestazione ha visto in alcune realtà locali l'incontro delle diverse associazioni in un evento unico.

Le Poste Italiane hanno emesso il 23 aprile (festa di San Giorgio, patrono degli Scout) due francobolli per ricordare l'evento.

La RAI e l'Istituto Luce, in collaborazione con la FIS e la FSE, hanno prodotto un documentario sulla storia dello scautismo italiano.

L'Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani (AGESCI), con Rai Trade, Rai Teche ed Il Segretariato Sociale della Rai ha prodotto il film documentario in DVD Il Grande Gioco - Cento anni di scautismo di Fabio Toncelli, uno dei più noti autori italiani di documentari. Il film, messo in onda su Rai Tre il 9 gennaio, racconta la storia dello scautismo italiano attraverso testimonianze, fiction e alcuni preziosi documenti filmati inediti, datati addirittura a partire dal 1920, mostrati in anteprima assoluta.

In questo anno vanno inoltre segnalati diversi interventi sullo scautismo su giornali, radio e televisioni promosse dalle varie associazioni e gruppi locali.

Svizzera[modifica | modifica sorgente]

In Ticino gli scout si sono trovati il 31 luglio sera, ai piedi del San Gottardo per svolgere una route che li ha portati in vetta, per l'alba, dove hanno rinnovato o celebrato la promessa, oltre ovviamente alle celebrazioni tenute in occasione del Jamboree.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ l'AGESCI ha chiamato tale evento noi, voi, tutti...in piazza, la FSE Centenario...in piazza

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]