Tsung-Dao Lee

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
T. D. Lee nel 1956
Medaglia del Premio Nobel Premio Nobel per la fisica 1957

Tsung-Dao Lee (T. D. Lee, 李政道 Pinyin: Lǐ Zhèngdào) (Shanghai, 24 novembre 1926) è un fisico cinese naturalizzato statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e vissuto a Shanghai, Tsung-Dao Lee giunse negli Stati Uniti d'America nel 1946, dove ottenne il Ph.D. in fisica teorica lavorando con Enrico Fermi. Ha lavorato nel campo della fisica delle alte energie e della meccanica statistica.

Nel 1957, all'età di 31 anni, vinse il premio Nobel per la fisica insieme al collega Chen Ning Yang per il lavoro sulla violazione della legge di parità nell'interazione debole, verificata sperimentalmente da Wu Jianxiong nell'esperimento che porta il suo nome: essi furono i primi cinesi a vincere un Nobel.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Grand'Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 31 ottobre 1986.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN14836570 · ISNI (EN0000 0001 0872 1185 · LCCN (ENn80153142 · GND (DE128146281 · BNF (FRcb122987266 (data) · J9U (ENHE987007424004405171 (topic) · NSK (HR000041977 · CONOR.SI (SL136230755 · WorldCat Identities (ENlccn-n80153142