Syukuro Manabe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Syukuro Manabe nel 2018
Medaglia del Premio Nobel Premio Nobel per la fisica 2021

Syukuro Manabe o Shukurō Manabe (in giapponese: 真鍋 淑郎; Shingū, 21 settembre 1931) è un climatologo e fisico giapponese naturalizzato statunitense noto per i suoi studi pionieristici sull'utilizzo dei computer per le simulazioni climatiche.

Nel 2021 ha ricevuto il premio Nobel per la fisica (assieme a Klaus Hasselmann e separatamente da Giorgio Parisi) “per la modellizzazione fisica del clima terrestre, quantificando la variabilità e prevedendo in modo affidabile il riscaldamento globale.”[1] Si trattò in particolare della prima assegnazione di tale premio per argomenti legati alla climatologia, e in generale alla geofisica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1931, Manabe ha conseguito il dottorato di ricerca presso l'università di Tokyo nel 1958 e si è poi trasferito negli Stati Uniti per lavorare presso la sezione di ricerca sulla circolazione generale dell'Ufficio meteorologico degli Stati Uniti, poi diventato il laboratorio di dinamica dei fluidi geofisici del NOAA, continuando fino al 1997. Dal 1997 al 2001 ha lavorato presso il Frontier Research System for Global Change in Giappone ricoprendo il ruolo di direttore della divisione di ricerca sul riscaldamento globale. Nel 2002 è tornato negli Stati Uniti come collaboratore di ricerca ospite presso il Program in Atmospheric and Oceanic Science all'università di Princeton. Attualmente ricopre il ruolo di meteorologo senior presso tale università.

Risultati scientifici[modifica | modifica wikitesto]

Operando al Geophysical Fluid Dynamics Laboratory del NOAA, prima a Washington e in seguito a Princeton, Manabe ha lavorato, assieme a Joseph Smagorinsky, nello sviluppo di modelli tridimensionali dell'atmosfera. Come primo passo, Manabe e Richard Wetherald nel 1967[2] svilupparono un modello dell'atmosfera a colonna singola unidimensionale, in equilibrio radiativo-convettivo, tenendo conto degli effetti di feedback positivo del vapore acqueo. Utilizzando il modello, scoprirono che, in risposta alla variazione della concentrazione atmosferica di anidride carbonica, si verifica un aumento di temperatura sulla superficie terrestre e nella troposfera, e una diminuzione nella stratosfera. Lo sviluppo del modello radiativo-convettivo fu un passo di fondamentale importanza verso lo sviluppo di un modello completo di circolazione generale dell'atmosfera. Usarono tale modello tridimensionale per simulare per la prima volta la risposta della temperatura e del ciclo idrologico all'aumento dell'anidride carbonica.[3] Nel 1969 Manabe e Kirk Bryan pubblicarono le prime simulazioni climatiche con modelli accoppiati oceano-atmosfera, in cui il modello di circolazione generale dell'atmosfera è combinato con quello dell'oceano.[4] Nel corso degli anni '90 e dei primi anni 2000 il gruppo di ricerca di Manabe ha utilizzato i modelli accoppiati atmosfera-oceano per studiare la risposta nel tempo del clima alle variazioni di concentrazione di gas serra nell'atmosfera[5][6][7]. Hanno anche applicato il modello allo studio dei cambiamenti climatici passati, ad esempio il ruolo dell'immissione di una grande massa di acqua dolce nell'Oceano Atlantico settentrionale come causa del cosiddetto cambiamento climatico osservato (il cosiddetto Dryas recente) nel record paleoclimatico.[8][9][10] È stato anche uno degli autori del primo e del terzo Rapporto IPCC sul cambiamento climatico.[11]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Syukuro Manabe è stato insignito nel tempo di numerosi riconoscimenti, come la medaglia Rossby dell'American meteorogical society, la medaglia Bowie dell'American Geophysical Union, la medaglia Milutin Milenkovic dell'European Geophysical Society nel 1998[12], il premio Crafoord nel 2018[13] e, soprattutto, il premio Nobel per la fisica nel 2021.

Syukuro Manabe è membro della National Academy of Sciences degli Stati Uniti e membro straniero della Accademia del Giappone, dell'Academia Europaea e della Royal Society of Canada .

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The Nobel Prize in Physics 2021, su NobelPrize.org. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  2. ^ Syukuro Manabe e Richard T. Wetherald, <0241:teotaw>2.0.co;2 Thermal Equilibrium of the Atmosphere with a Given Distribution of Relative Humidity, in Journal of the Atmospheric Sciences, vol. 24, n. 3, 1967-05, pp. 241–259, DOI:10.1175/1520-0469(1967)024<0241:teotaw>2.0.co;2. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  3. ^ (EN) Syukuro Manabe e Richard T. Wetherald, The Effects of Doubling the CO2 Concentration on the climate of a General Circulation Model (XML), in Journal of the Atmospheric Sciences, vol. 32, n. 1, 1º gennaio 1975, pp. 3–15, DOI:10.1175/1520-0469(1975)032<0003:TEODTC>2.0.CO;2. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  4. ^ (EN) Syukuro Manabe e Kirk Bryan, Climate Calculations with a Combined Ocean-Atmosphere Model (XML), in Journal of the Atmospheric Sciences, vol. 26, n. 4, 1º luglio 1969, pp. 786–789, DOI:10.1175/1520-0469(1969)026<0786:CCWACO>2.0.CO;2. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  5. ^ (EN) R. J. Stouffer, S. Manabe e K. Bryan, Interhemispheric asymmetry in climate response to a gradual increase of atmospheric CO2, in Nature, vol. 342, n. 6250, 1989-12, pp. 660–662, DOI:10.1038/342660a0. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  6. ^ S. Manabe, R. J. Stouffer e M. J. Spelman, <0785:troaco>2.0.co;2 Transient Responses of a Coupled Ocean–Atmosphere Model to Gradual Changes of Atmospheric CO2. Part I. Annual Mean Response, in Journal of Climate, vol. 4, n. 8, 1991-08, pp. 785–818, DOI:10.1175/1520-0442(1991)004<0785:troaco>2.0.co;2. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  7. ^ S. Manabe, M. J. Spelman e R. J. Stouffer, <0105:troaco>2.0.co;2 Transient Responses of a Coupled Ocean-Atmosphere Model to Gradual Changes of Atmospheric CO2. Part II: Seasonal Response, in Journal of Climate, vol. 5, n. 2, 1992-02, pp. 105–126, DOI:10.1175/1520-0442(1992)005<0105:troaco>2.0.co;2. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  8. ^ (EN) Syukuro Manabe e Ronald J. Stouffer, Simulation of abrupt climate change induced by freshwater input to the North Atlantic Ocean, in Nature, vol. 378, n. 6553, 1995-11, pp. 165–167, DOI:10.1038/378165a0. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  9. ^ (EN) Syukuro Manabe e Ronald J Stouffer, Study of abrupt climate change by a coupled ocean–atmosphere model, in Quaternary Science Reviews, vol. 19, n. 1, 1º gennaio 2000, pp. 285–299, DOI:10.1016/S0277-3791(99)00066-9. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  10. ^ (EN) Syukuro Manabe e Anthony J. Broccoli, Beyond Global Warming, Princeton University Press, 14 gennaio 2020, DOI:10.1515/9780691185163/html. URL consultato il 5 ottobre 2021.
  11. ^ News comment attributable to the Chair of IPCC Hoesung Lee — IPCC, su ipcc.ch. URL consultato il 14 ottobre 2021.
  12. ^ (EN) Milutin Milankovic Medal, su European Geosciences Union (EGU). URL consultato il 5 ottobre 2021.
  13. ^ Two legendary climate researchers receive this year’s Crafoord Prize, su crafoordprize.se.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN60097248 · ISNI (EN0000 0000 1455 4216 · LCCN (ENno2019190077 · GND (DE127141588 · BNF (FRcb122787870 (data) · NDL (ENJA01056650 · WorldCat Identities (ENviaf-60097248