Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Gerardus 't Hooft

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gerardus (Gerard) 't Hooft [xeːrɑrt ət hoːft] (Den Helder, 5 luglio 1946) è un fisico olandese, premio Nobel per la fisica nel 1999.

Insegna fisica teorica all'Università di Utrecht nei Paesi Bassi. Il premio Nobel gli fu assegnato, con Martinus J. G. Veltman, per "aver spiegato la struttura quantistica dell'interazione elettrodebole".

Gli è stato intitolato l'asteroide 9491 Thooft, di cui ha scritto una costituzione per i futuri abitanti. Ha vinto la medaglia Lorentz nel 1986. Il suo prozio Frits Zernike fu premio Nobel per la fisica. Il nome 't Hooft significa "la testa" ('t è un'abbreviazione per "het").

Importanti scoperte[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gerardus 't Hooft, A two-dimensional model for mesons, in Nuclear Physics B, vol. 75, nº 3, Elsevier, giugno 1974, pp. 461–470, DOI:10.1016/0550-3213(74)90088-1.
  2. ^ Sidney Coleman, Aspects of Symmetry, Cambridge University Press, 1988, ISBN 0-521-31827-0.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN89135534 · LCCN: (ENn84214523 · ISNI: (EN0000 0001 2142 9592 · GND: (DE133780333 · BNF: (FRcb134938300 (data)