Valore di aspettazione del vuoto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

In teoria quantistica dei campi il valore di aspettazione del vuoto (detto anche condensato o semplicemente VEV, dall'inglese vacuum expectation value) di un operatore è la sua media nello stato vuoto. Il valore di aspettazione del vuoto di un operatore O è solitamente indicato con .

Il concetto di VEV è importante nell'ambito della teoria per lavorare con le funzioni di correlazione. Uno degli esempi più noti è l'effetto Casimir. Il VEV è anche importante nella teoria della rottura spontanea di simmetria. Alcuni esempi sono:

  • Il campo di Higgs, il cui valore di aspettazione del vuoto diverso da zero (246 GeV) determina tramite il meccanismo di Higgs la massa delle particelle elementari (ad eccezione dei neutrini).
  • Il condensato chirale, che è un parametro della rottura della simmetria chirale in una teoria in cui i fermioni sono privi di massa. In una teoria con uno o più campi chirali, siglati dal simbolo ψα, con una simmetria di sapore chirale in relazione coi campi, se il valore del vuoto atteso è diverso da zero, allora si dice che si è formato un condensato chirale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Fisica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fisica