Tarantula (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tarantula
Titolo originaleTarantula
Altri titoliTarantola[1]
Bob Dylan in Toronto2.jpg
Bob Dylan durante un concerto
AutoreBob Dylan
1ª ed. originale1971
1ª ed. italiana1973[1]
Genereromanzo
Sottogeneresperimentale
autobiografico
Lingua originale inglese

Tarantula, pubblicato in Italia anche con il titolo di Tarantola (Tarantula)[1] è un romanzo di genere sperimentale e di ispirazione autobiografica scritto da Bob Dylan fra il 1965 ed il 1966. È stato pubblicato ufficialmente nel 1971 anche se era stato messo ufficiosamente in commercio già nel 1966.

Il testo - scritto dall'autore all'età di circa venticinque anni - impiega lo stile narrativo detto del flusso di coscienza, una tecnica letteraria già adottata da artisti come Jack Kerouac, William S. Burroughs e Allen Ginsberg.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Un capitolo del libro - il cui stile letterario visionario ed ermetico è stato fonte di controversie critiche - si ispira in forma di parodia ad una canzone del musicista folk Leadbelly, Black Betty. Altri motivi ispiratori sono rintracciabili anche nelle note di copertina di due album discografici coevi del cantautore di Duluth, Bringing It All Back Home e Highway 61 Revisited.

Parlando in seguito del suo scritto, Dylan lo ha definito un'opera incompiuta. In taluni casi è giunto a rinnegarlo, affermando di non avere mai avuto la reale intenzione di scrivere un libro[2]. Più probabilmente Dylan volle emulare un altro musicista, John Lennon, che aveva dato alle stampe un lavoro centrato sul nonsense tipicamente britannico, intitolato In His Own Write (Nel suo proprio scritto), sottolineando l'implicita forzatura del suo manager del tempo, Albert Grossman, a scrivere anch'egli un testo letterario di proprio pugno.[2].

Le edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Il libro fu pubblicato da Dylan nel 1966, poco dopo l'incidente motociclistico di cui rimase vittima in quell'anno. Le prime cinquanta copie di prova in realtà erano state stampate su semplici fogli di carta extrastrong in formato A4 dalla Albion underground press di San Francisco, California, a metà del 1965.

Numerose copie ufficiose (al pari di bootleg discografici) iniziarono a circolare clandestinamente fino al 1971 quando il libro venne finalmente pubblicato in via ufficiale in USA da Macmillan & Scribner e in Inghilterra da MacGibbon & Kee.

Nel 2003 il periodico Spin ha pubblicato un articolo intitolato "Top Five Unintelligible Sentences From Books Written by Rock Stars" (Le maggiori cinque incomprensibili affermazioni tratte da libri scritti da rock-star). Dylan veniva citato al primo posto per Tarantula per la seguente frase:

« Now's not the time to get silly, so wear your big boots and jump on the garbage clowns. »

A metà degli anni 2000, dopo il successo registrato dal libro autobiografico Chronicles - Volume One, il controverso romanzo giovanile di Bob Dylan è stato pubblicato in nuova edizione per il mercato dell'Inghilterra e tradotto in lingua francese per il mercato francofono[3].

Nell'edizione originale rilegata il romanzo consta di 137 pagine (160 nell'edizione tascabile).

ISBN[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Catalogo SBN, su sbn.it. URL consultato il 29 novembre 2011.
  2. ^ a b ExpectingRain.com: "Bob Dylan's 2001 Rome Interview transcription".
  3. ^ Vedi: Emilydickinson.org Archiviato il 16 luglio 2011 in Internet Archive.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]