Lily, Rosemary and the Jack of Hearts

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lily, Rosemary and the Jack of Hearts
ArtistaBob Dylan
Autore/iBob Dylan
GenereCountry
Edito daColumbia Records
Pubblicazione
IncisioneBlood on the Tracks
Data1975
Durata8 min : 50 s
Blood on the Tracks – tracce

Lily, Rosemary and the Jack of Hearts è un brano musicale scritto nel 1974 dal cantautore statunitense Bob Dylan e contenuto nell'album del 1975 Blood on the Tracks.

Genesi e registrazione del brano[modifica | modifica wikitesto]

La canzone fu composta e registrata nell'estate del 1974, al pari delle altre contenute nell'album.

A dicembre dello stesso anno tuttavia, in prossimità dell'uscita del disco, il fratello David convinse il cantautore a riarrangiare alcuni pezzi, giudicati troppo essenziali, fra i quali Lily, Rosemary and the Jack of Hearts. Il brano fu registrato di nuovo, con un arrangiamento più ricco, dal sapore più mosso e più country, per il quale Dylan suonò, oltre alla chitarra, anche l'organo, che fu sovrainciso. La versione originaria apparve comunque ben presto su diversi bootleg in circolazione sul mercato clandestino[1][2].

Lo stile musicale e il testo[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una lunga ballata dalla melodia e dal ritmo country, di ambientazione western e dal testo narrativo, caratteristiche che la rendono simile alle canzoni del successivo album dylaniano, Desire[3] e ad alcune composizioni di John Wesley Harding, in particolare The ballad of Frankie Lee and Judas Priest[4]. Il probabile significato autobiografico è caratteristico invece proprio di Blood on the Tracks e in particolare la tematica del destino accosta questa canzone ad altre contenute nel medesimo album, in particolare Tangled Up in Blue e soprattutto Simple Twist of Fate[3].

Alla complessità della storia fa da contraltare la semplicità della melodia, costruita su tre semplici accordi maggiori. Il racconto, degno di un'opera letteraria o cinematografica, si snoda fra sorprese, tensioni drammatiche e sessuali e vede come protagonista un uomo dall'aspetto misterioso, che arriva in città e rapina una banca; due donne si innamorano di lui e una commette un omicidio per salvarlo, venendo poi a sua volta impiccata[5].

La canzone è probabilmente ispirata alla poesia The shooting of Dan McGrew di Robert William Service[4], mentre il personaggio di "Big Jim" riprende quello comparso nel secondo capitolo di Questa terra è la mia terra[6], il libro di Woody Guthrie che influenzò i primi anni di carriera di Dylan.

Esecuzioni dal vivo, cover e influenze[modifica | modifica wikitesto]

Dylan eseguì la canzone in concerto una sola volta, il 25 maggio 1976 a Salt Lake City, nel tour con la Rolling Thunder Revue da cui fu tratto il live album Hard Rain[7].

Cover della canzone sono state eseguite da Joan Baez (nell'album live From Every Stage) e da Tom Russell (nell'album Indians Cowboys Horses and Dogs). Ispirato dalla canzone di Dylan, il pittore Keith Anthony Morrison ha eseguito la serie di dipinti intitolata Jack of hearts[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Howard Sounes, Bob Dylan, Guanda, 2002, pp. 286-288, ISBN 88-8246-418-0.
  2. ^ Cesare Rizzi, Bob Dylan, Giunti, 2008 [2004], pp. 57-59, 105, ISBN 88-09-03764-2.
  3. ^ a b (EN) Anthony Varesi, The Bob Dylan Albums: A Critical Study, Guernica editions, 2002, pp. 1231-122, ISBN 9781550711394.
  4. ^ a b Guido Bieri, Life on the Tracks: Bob Dylan's Songs, Lulu.com, 2007, p. 215, ISBN 9781847531513.
  5. ^ Alan Rinzler, Bob Dylan. Profeta, poeta, musicista e mito, Sonzogno, 1980 [1978], p. 103.
  6. ^ Howard Sounes, Bob Dylan, Guanda, 2002, p. 78, ISBN 88-8246-418-0.
  7. ^ Howard Sounes, Bob Dylan, Guanda, 2002, p. 307, ISBN 88-8246-418-0.
  8. ^ (EN) Renée Ater, Keith Morrison, Pommegranate, 2005, p. 41, ISBN 9780764931536.
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica