Leadbelly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leadbelly
Huddie Leadbelly (1946)
Huddie Leadbelly (1946)
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Blues
Folk
Periodo di attività 1936-1949
Album pubblicati 10
Studio 6
Raccolte 4
Sito web

Leadbelly, nome d'arte di Huddie William Ledbetter (Mooringsport, 23 gennaio 1885New York, 6 dicembre 1949), è stato un cantante e chitarrista statunitense.

È stato uno dei più importanti esponenti della musica blues e virtuoso della chitarra a 12 corde.[1]

Appartenente alla tradizione del delta blues ma anche alla tradizione afroamericana, i suoi brani e il suo apporto stilistico sono stati di particolare influenza per innumerevoli artisti successivi.[2]

Il nome Leadbelly deriva dalle parole inglesi lead (piombo) e belly (pancia). Egli scelse questo pseudonimo dopo aver riportato una ferita da arma da fuoco: il proiettile non venne mai estratto e perciò gli rimase del "piombo nella pancia".

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio unico di Wesley e Sally, all'età di cinque anni si trasferisce con la propria famiglia a Leigh, nel Texas. È allora che ha inizio il suo interesse per la musica, su incoraggiamento dello zio Terrell che gli regala una fisarmonica.

All'età di sette anni avviene la sua prima fuga infantile, atto iniziale di una vita movimentata. Alcuni anni dopo arriva la prima chitarra, fino a quando, ventunenne, Huddie lascia casa per vagare lungo il Texas e la Louisiana, nel tentativo di vivere da musicista. I dieci anni successivi li trascorre all'insegna del vagabondaggio attraverso i territori del sudovest statunitense, suonando la chitarra quando possibile e lavorando come manovale quando necessario.

La sua vita travagliata lo porta ad essere raccoglitore di cotone, operaio delle ferrovie, amante (ricercato per l'accusa d'aver messo incinta due volte una ragazza senza sposarla, accuse molto comuni in quegli anni verso uomini neri ma non sempre fondate), bevitore e chitarrista. Spesso le sue abitudini irruente e il suo stile di vita violento, unite al contesto storico culturale influenzato dal razzismo negli USA d'inizio Novecento, lo conducono dietro le sbarre.

Negli anni dieci suona nei club per neri delle cittadine della Louisiana e poi a Dallas (dove incontra Blind Lemon Jefferson nel 1915).

Nel 1916 Huddie si trova in cella, la prigione viene assaltata e lui si rende protagonista di una fuga. Trascorre i due anni successivi sotto lo pseudonimo di Walter Boyd. In seguito viene anche riconosciuto colpevole di omicidio a seguito di una rissa, e viene condannato a 30 anni di reclusione da scontare tramite il lavoro coatto presso il Carcere di Huntsville. Secondo una leggenda, viene rilasciato dopo sette anni, su gesto di clemenza del governatore che aveva ascoltato una sua canzone:

Leadbelly con la sua fisarmonica
Please, Governor Neff, Be good 'n' kind
Have mercy on my great long time...
I don't see to save my soul
If I don't get a pardon, try me on a parole...
If I had you, Governor Neff, like you got me
I'd wake up in the mornin' and I'd set you free

Trad.

La prego, governatore Neff, sia misericordioso e comprensivo
Abbia pietà per la mia condanna...
Io non vedo salvezza per la mia anima
Se non avrò il perdono, metta alla prova la mia parola d'onore...
Se io fossi al suo posto, governatore Neff
Mi alzarei al mattino e la libererei

Grazie a questa canzone il Governatore Pat Neff si convince del pentimento di Huddie e lo scarcera.

Nel 1930 viene nuovamente arrestato per rissa; dopo un processo sommario viene condannato per tentato omicidio, e rinchiuso nel Penitenziario di Stato della Louisiana. Qui, nel luglio 1933, Huddie incontra John A. Lomax, etnomusicologo, e suo figlio Alan col quale viaggiava il sud per conto della Library of Congress per raccogliere e registrare le ballate tradizionali folk, tramandate fino ad allora solo per via orale.

I due scoprono che le prigioni del sud degli U.S.A. sono tra i luoghi più fertili ove reperire canzoni di lavoro, ballate, spiritual e canti tradizionali. Leadbelly, tuttavia, è una scoperta del tutto inaspettata.

Nel giro di pochi giorni i Lomax registrano centinaia di canzoni. Tornano al penitenziario nell'estate del 1934 per dedicarsi ulteriormente alle registrazioni, e vengono a conoscenza della storia del perdono accordatogli in precedenza dal governatore dopo aver ascoltato una sua canzone. I Lomax, perciò, incidono la canzone inviata al governatore e sulla facciata opposta del disco Goodnight Irene. Una copia di queste registrazioni viene in seguito consegnata al governatore Allen. Anche se non è confermabile che la grazia gli sia stata accordata per la commozione suscitata nel governatore, nel giro di un mese Leadbelly ottiene un secondo mandato di scarcerazione. Egli, poco tempo dopo, raggiunge i Lomax in Texas mettendosi a loro disposizione in segno di gratitudine per il loro gesto.

Nel 1935 Lomax porta Leadbelly nel nord america, dove ottiene un buon successo. È durante questi viaggi che un giorno sente cantare Cab Calloway, imprecando ed affermando di volerlo picchiare ogni volta che avrebbe cantato. La sua inclinazione ad affrontare violentemente i conflitti interpersonali lo conduce a minacciare lo stesso Lomax con un coltello. La loro amicizia si interrompe.

Nonostante ciò, nel 1940 Leadbelly diviene ben noto presso l'industria musicale. Nei nove anni successivi la sua notorietà cresce ed il suo successo si mantenne stabile fino a che, durante un tour europeo, gli viene diagnosticata la sclerosi laterale che lo conduce alla morte il 6 dicembre 1949. Il giorno dopo, il 7 dicembre 1949, nacque Tom Waits, che in una vecchia intervista dichiarò: "Lui se ne andava, io arrivavo, certe cose non succedono per caso".

Stile[modifica | modifica sorgente]

Leadbelly è stato un cantante e chitarrista della dodici corde versatile ed eclettico, capace di una precoce fusione di folk, cakewalk, ragtime, barrelhouse, cajun, boogie woogie e bottleneck.

Ha modernizzato il genere della ballata bianca miscelandola coi ritmi e i valori culturali della comunità nera. Le sue composizioni più famose sono state sfruttate dai folksinger bianchi, fra i tanti musicisti che lo riscoprirono e gli tributarono riconoscimenti.

Cover[modifica | modifica sorgente]

I Nirvana realizzarono una cover del brano folk Black Girl che Leadbelly incise nel 1944; questa cover è intitolata Where Did You Sleep Last Night e fu prima pubblicata come lato B del singolo Pennyroyal Tea è poi inclusa nell'album postumo MTV Unplugged in New York. I Nirvana inoltre hanno reinterpretato anche i brani They Hung Him on a Cross, Ain't It a Shame e Grey Goose (quest'ultima solo in versione strumentale), tutti contenuti nel box set With the Lights Out.

Tom Jones invece ha interpretato Black Betty in una versione remixata in stile dance.

Un'altra cover di rilievo del brano Black Betty è contenuta nell'album Kicking Against the Pricks di Nick Cave and the Bad Seeds.

Leadbelly in altri media[modifica | modifica sorgente]

  • Nel romanzo fantascientifico L'era dei miracoli di John Shirley uno dei personaggi si chiama Black Betty, che è anche il titolo di una canzone di Leadbelly; nello stesso romanzo il ritornello del brano viene cantato quasi fosse una formula dotata di poteri o un mantra.
  • Nel 1976, il regista Gordon Parks girò un interessante film su di lui, nel quale la parte di Leadbelly fu assegnata a Roger E. Mosley.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.scaruffi.com/vol1/leadbell.html
  2. ^ http://www.allmusic.com/artist/lead-belly-mn0000124390/biography

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 51875901 LCCN: n79116019