Opel Karl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Opel Karl
Opel Karl 1.0 ecoFLEX Exklusiv – Frontansicht, 28. Oktober 2015, Düsseldorf.jpg
Descrizione generale
Costruttore Germania  Opel
Tipo principale Superutilitaria
Altre versioni Opel Karl Rocks
Produzione dal 2015
Sostituisce la Opel Agila
Euro NCAP (2015[1]) 3 stelle
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3675 mm
Larghezza 1698 mm
Altezza 1476 mm
Passo 2385 mm
Massa 965 kg
Altro
Assemblaggio Changwon, Corea del Sud (GM Korea)
Stile Mark Adams[2]
Stessa famiglia Chevrolet Spark (2009)
Auto simili Suzuki Celerio, Fiat Panda (2012)
Opel Karl 1.0 ecoFLEX Exklusiv – Heckansicht, 28. Oktober 2015, Düsseldorf.jpg

La Opel Karl è un'automobile prodotta dalla casa automobilistica tedesca Opel dal 2015.

Profilo[modifica | modifica wikitesto]

Debutto e nome[modifica | modifica wikitesto]

È stata presentata in anteprima mondiale al Salone dell'automobile di Ginevra nel marzo del 2015.

La Karl prende il nome da Carl von Opel, figlio primogenito del fondatore della casa del fulmine, Adam Opel[3][4] ed è destinata a sostituire la Opel Agila. Nel Regno Unito è commercializzata con il nome Vauxhall Viva.

Viene prodotta in Corea del Sud nello stabilimento GM Korea.

Tecnica, meccanica e sicurezza[modifica | modifica wikitesto]

È mossa dal motore della famiglia SGE da un litro di cilindrata (999 cm³) con 3 cilindri in linea da 55 kW (75 CV)[5] di potenza e 95 Nm di coppia erogati a 4400 giri, con un consumo dichiarato pari a 4,3 l per 100 km. Le prestazioni sono di 13.9 secondi nello 0-100 Km/h, con una velocità massima di 175 chilometri orari.

Il motore è anteriore trasversale, il cambio è manuale a cinque marce. Facoltativamente, è disponibile un cambio automatico a cinque marce chiamato EasyTronic. Le sospensioni anteriori sono di tipo MacPherson, mentre quelle posteriori fanno uso di un asse a barra di torsione.

Il bagagliaio presenta una capacità di 206 litri con i sedili posteriori tutti in uso e di 1013 litri con i sedili abbattuti. L'equipaggiamento di sicurezza comprende quattro airbag anteriori e due posteriori, un sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici e un avviso di segnalazione di mancato aggancio delle cinture di sicurezza anteriori e posteriori. È presente altresì (inusuale per una city-car di questo segmento) un sistema di assistenza anti-collisione.[6]

La dotazione di serie include altri sistemi, tra cui il sistema Lane Departure Warning (avviso di cambio involontario di corsia), cruise control con limitatore di velocità, computer di bordo, controllo elettronico di stabilità e di trazione, fendinebbia con funzionalità di svolta e fari direzionali.

Nella metà del 2016 è stata introdotta una versione a doppia alimentazione benzina/GPL con il motore della stessa cilindrata, ma potenza ridotta da 75 a 73 CV.[7]

Il sistema infotainment presenta nella prima versione una semplicissima radio dotata di stazioni AM e FM con inclusa la presa del cavo AUX con il quale è possibile collegare qualsiasi supporto audio. In seguito vengono introdotti anche supporti per la lettura di chiavette USB e sistemi di lettura Bluetooth per dispositivi mobili (come per es. cellulari o tablet). Nell'ultima versione, viene rivoluzionato tutto il sistema infotainment che presenterà al posto della classica autoradio integrata, una schermata touch, 7 pollici, a colori. In quest'ultima versione saranno introdotte le applicazioni CarPlay e AndroidAuto: collegando i propri cellulari (IOS o Android) alla radio tramite cavo USB, si avrà la possibilità di gestire chiamate, messaggi e musica direttamente dalla schermata o dai comandi al volante, facilitando l'attenzione del conducente alla guida. Non è presente purtroppo in alcun modello Karl il lettore CD, considerato ormai da quasi tutte le case automobilistiche "Non più necessario".

Opel Karl Rocks[modifica | modifica wikitesto]

Al Salone di Parigi 2016, viene presentata la Karl Rocks. Proprio come la Adam Rocks questa versione presenta caratteristiche da crossover come l'assetto rialzato di 1,8 cm, le protezioni in plastica che adornano la carrozzeria e l'insolito paraurti posteriore non verniciato per proteggere la carrozzeria dai piccoli urti. A causa del paraurti utilizzato come protezione, l'alloggiamento per la targa è stato spostato nel portellone, rendendo il posteriore della Karl Rocks molto simile a quello della Chevrolet Spark venduta negli Stati Uniti. Fra le novità della Karl Rocks ci sono i cerchi bicolore da 15 pollici, le barre longitudinali sul tetto, i nuovi rivestimenti dei sedili e le soglie d’accesso sui battitacco.

Fine produzione[modifica | modifica wikitesto]

La casa ha comunicato che nel 2019 la Karl, insieme a Adam e Cascada, sarà messa fuori produzione senza eredi. Questi tre modelli saranno comunque disponibili sino alla fine del 2019.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Test Euro NCAP del 2015, su euroncap.com. URL consultato il 23 marzo 2017.
  2. ^ Opel Karl: ce la spiega il suo “papà”, su alvolante.it, 4 marzo 2015. URL consultato il 23 marzo 2017.
  3. ^ (DE) Karl der Kleine, su sueddeutsche.de, 11 settembre 2014. URL consultato il 23 marzo 2017.
  4. ^ (DE) Karl der Kleine, su autobild.de, 3 dicembre 2014. URL consultato il 23 marzo 2017.
  5. ^ (EN) New Opel KARL: World Premiere at the Geneva Motor Show, su media.gm.com, 15 gennaio 2015. URL consultato il 23 marzo 2017.
  6. ^ Opel Karl - test drive, su automoto.it, 29 marzo 2016. URL consultato il 23 marzo 2017.
  7. ^ Opel Karl GPL Tech, il risparmio diverte, su corrieredellosport.it, 6 maggio 2016. URL consultato il 23 marzo 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili