Opel Admiral

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il modello antecedente prodotto negli anni '30, vedi Opel Admiral (1937).
Opel Admiral
Opel 50 Jahre Design (14335064437).jpg
Opel Admiral A
Descrizione generale
Costruttore Germania  Opel
Tipo principale Berlina
Produzione dal 1964 al 1977
Sostituisce la Opel Admiral (1937)
Sostituita da Opel Senator
Esemplari prodotti 87.703 in totale[senza fonte]
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4948 mm
Larghezza 1902 mm
Altezza 1445 mm
Passo 2845 mm
Massa 1370 kg
Altro
Stessa famiglia Opel Diplomat
Opel Kapitän
Auto simili BMW E3
Fiat 130
Jaguar XJ
Mercedes-Benz W108/W109 e W116
Opel Admiral 2012-07-15 14-10-39.JPG
Vista posteriore

La Admiral è un'autovettura di lusso prodotta dalla Opel tra il 1964 ed il 1977.

Storia e profilo[modifica | modifica wikitesto]

Durante il secondo dopoguerra, la Casa di Rüsselsheim mise in listino la Kapitän come ammiraglia, la quale giunse fino al 1963 attraverso varie evoluzioni sia tecniche che stilistiche.
Ma nei primi anni sessanta si cominciò a lavorare al progetto che avrebbe dato vita alla nuova generazione di Kapitän, e non solo: tale progetto avrebbe dato vita non ad uno, bensì a tre modelli di punta che avrebbero rivestito il ruolo di ammiraglia.
Fu così che nel 1964 i tre modelli vennero lanciati, ognuno con un proprio livello di lusso.

Admiral A[modifica | modifica wikitesto]

La Admiral faceva parte, insieme alle "sorelle" Diplomat e alla Kapitän, della cosiddetta (ma non è una denominazione ufficiale) serie KAD di ammiraglie Opel. Nella scelta del nome la casa tedesca riprese peraltro la denominazione di un altro modello prodotto nell'anteguerra dal 1937 al 1939.

Le 3 vetture, lanciate tutte contemporaneamente nel 1964, avevano in comune sia la meccanica che la carrozzeria, differenziandosi unicamente per alcuni particolari ornamentali, per gli allestimenti interni e, almeno al momento del lancio, per i motori.

Nella complessa logica del marketing della casa la Admiral, venduta (al momento del debutto) solo con un datato 6 cilindri in linea di 2605 cm³, si poneva tra la più ricca Diplomat (disponibile solo con motore V8 di 4.6 litri) e la più economica Kapitän (spinta dallo stesso propulsore da 2,6 litri della Admiral). Il propulsore delle prime Admiral fu montato per la prima volta nelle Kapitän P2 del 1959, ossia l'ultima serie di Kapitän prima della nuova generazione del '64. Tale motore era a valvole in testa con punterie idrauliche ed erogava un potenza massima di 100 CV a 4600 giri/min, nonché una coppiamassima di 185 N·m a 2400 giri/min. Il cambio era a 4 marce, ma a richiesta era possibile avere un cambio automatico Powerglide a due rapporti.
I freni erano a disco anteriormente e a tamburo posteriormente.
La velocità massima era di 155 km/h.
Dal punto di vista estetico, tutti e tre i modelli delle serie KAD avevano un look decisamente americaneggiante che, secondo gli uomini Opel, in un momento storico in cui tutto ciò che era "made in USA" era di moda, avrebbe dovuto favorirne il successo. In concreto la Admiral differiva dalla Kapitän solo per l'allestimento interno più rifinito e per la presenza di qualche inserto cromato.
Con la Diplomat, le differenze erano più sensibili, almeno dal punto di vista meccanico, dal momento che quest'ultima montava inizialmente un grosso V8 da 4.6 litri.

Nel 1965 la logica di posizionamento di mercato venne messa in discussione dalla presentazione dei modelli Admiral 2.8 ed Admiral V8.
La prima fu il modello destinato a sostituire la precedente Admiral 2.6, montava un motore sempre a 6 cilindri in linea, ma da 2784 cm³, ed era disponibile in due livelli di potenza, ossia 125 e 140 CV, con velocità massime rispettivamente di 170 e 180 km/h.
L'Admiral V8 era invece spinta dal V8 da 4.6 litri della Diplomat di base: tale motore, di origine Chevrolet e della cilindrata di 4630 cm³, vantava un buon livello di coppia, più che di potenza. A fronte di 190 CV a 4600 giri/min, la coppia massima arrivava a ben 354 N·m a 2400 giri/min. La velocità massima era di 200 km/h. Tali aggiornamenti interessarono contemporaneamente anche la più economica Kapitän, mentre la Diplomat A in versione berlina continuò ad essere prodotta con il motore da 4.6 litri e come coupé, con propulsore da 5.4 litri. La Admiral era disponibile, a differenza della sorella maggiore, solo in versione berlina.
La Admiral A, ossia la prima serie delle nuove Admiral, fu prodotta fino al 1968 in 55.876 esemplari, di cui 31.318 con motore da 2.6 litri, 23.396 con motore da 2.8 litri e solo 622 esemplari con motore V8 da 4.6 litri.

L'Admiral B[modifica | modifica wikitesto]

Una Admiral B

Nel 1968 venne lanciata la seconda serie delle KAD. Questa volta l'Admiral B si distingueva esteticamente dalla Diplomat B per parecchi particolari (mascherina anteriore, fari, gruppi ottici posteriori, paraurti), mentre rimase sostanzialmente molto simile alla Kapitän B.
Il motore era solo uno, ossia il 2.8 già montato sulla serie precedente, inizialmente sempre disponibile in due livelli di potenza, ma leggermente aggiornati rispetto alla Admiral A. Passarono infatti rispettivamente da 125 a 132 CV e da 140 a 145 CV. Il motore di 2,8 litri, inoltre, conservò l'alimentazione a carburatore (sulla Diplomat adottò l'iniezione). Solo in seguito la Admiral B adottò il 2.8 ad iniezione della "sorella maggiore". In questo modo la potenza massima salì fino a 163 CV.
Le velocità massime raggiungibili dai tre modelli della Admiral B erano di 175 e 182 km/h per le due versioni a carburatore, mentre la versione ad iniezione raggiungeva i 190 km/h.
Qualche novità si ebbe anche dal punto di vista del cambio, che di serie era sempre a 4 marce, ma opzionalmente si poteva scegliere anche un nuovo cambio automatico Opel a 3 rapporti, il quale andò a soppiantare il vecchio Powerglide a due rapporti.
A partire dal 1972, poi, il cambio a 4 marce fu eliminato e la Admiral fu disponibile solo con l'automatico a 3 rapporti.
La Admiral B uscì di listino nel 1977, rimpiazzata dalla Senator.
La Admiral B fu prodotta in 31.827 esemplari.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili