Opel Combo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Opel Combo
Descrizione generale
Costruttore Germania  Opel
Tipo principale Furgone
Produzione dal 1986
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4322 mm
Larghezza 1684 mm
Altezza 1801 mm
Passo 2716 mm
Altro
Stessa famiglia Opel Kadett E (prima generazione)
Opel Corsa (seconda e terza generazione)
Fiat Doblò (quarta generazione)
Peugeot 308 (quinta generazione)
Auto simili Fiat Fiorino
Renault Express
Ford Courier
Note dimensioni relative al Combo B

Il Combo è un veicolo commerciale leggero prodotto dalla casa tedesca Opel dal 1986. Nel 2018 ne è stata presentata la quinta serie.

Come consuetudine della General Motors, era venduto anche con i nomi di altre aziende del gruppo, a seconda del mercato di commercializzazione: si trovava infatti in vendita anche come Vauxhall Combo, Holden Combo e Chevrolet Combo. Anche le varie serie hanno seguito la classica denominazione Opel, come Combo A, Combo B e così via.

Storia e caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Combo A[modifica | modifica wikitesto]

La Combo fu pensata per sostituire la precedente furgonetta derivata dalla Kadett D: coerentemente con ciò, la sua prima versione fu derivata direttamente dalla Kadett E e venne commercializzata dal gennaio 1986 al luglio 1994, e sfruttava la scocca della versione station wagon, nonché molte sue motorizzazioni. Questa prima serie era commercializzata come Kadett Combo (in Inghilterra come Vauxhall Astramax), ma in seguito è stata spesso indicata anche come Combo A per distinguerla dalla successive generazioni della Combo. Ciononostante è altrettanto frequente trovare indicata come Combo A la successiva generazione della Combo, già basata sulla Corsa B.

Combo B[modifica | modifica wikitesto]

Questa nuova serie fu introdotta nell'ottobre 1993 e venne resa disponibile con due motori a benzina (da 1.4 e 1.6 litri) o uno a gasolio (da 1.7 litri). Diversamente dalla Combo A, venne realizzata sul pianale della Corsa, qui giunta alla sua seconda generazione, e inoltre non fu una semplice giardinetta senza finestrini posteriori, ma una vera e propria variante di carrozzeria con parte posteriore a tetto rialzato per una più ampia capacità di carico merci. Fu inoltre disponibile come furgone atto al trasporto di merci oppure come versione combinata con due file di sedili. In quest'ultima configurazione la vettura prese il nome di Combo Tour. In ogni caso, i modelli Kadett Combo e la prima vera Combo basata sul pianale della Corsa erano prevalentemente destinati al trasporto di merci e con un vano di carico chiuso.

Combo C[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso degli anni '90, vedendo il crescente successo di quei veicoli cosiddetti multispazio come Renault Kangoo, Citroën Berlingo e Fiat Doblò, dal 2001 venne lanciata la Combo C, prodotta anche in una versione con finestratura posteriore, basata sulla nuova Corsa C. Inizialmente disponibile con motori 1.6 a benzina e 1.7 a gasolio, vide in seguito la gamma ampliarsi con l'arrivo di motori 1.4 a benzina e 1.3 a gasolio, più un 1.6 a metano. Quest'ultima venne prevista unicamente per le versioni merci, mentre la versione con motore 1.4 16v (da 90 CV di potenza) fu riservata alla versione passeggeri (5 passeggeri più il vano di carico posteriore). La portata utile di carico variava tra i 520 e i 735 kg. La produzione del Combo C destinato al trasporto di persone cessò nell'ottobre del 2010, mentre quella Combo C furgonato fu arrestata verso la fine dell'anno seguente.

Combo D[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal 2012 è stata introdotta la quarta serie (includendo anche la Kadett Combo come prima generazione), questa volta derivata strettamente dalla seconda generazione del Fiat Doblò, dal quale differisce solo per alcuni particolari estetici. Presentato al Salone di Francoforte del 2011 e caratterizzato da un corpo vettura molto più grande delle precedenti versioni è in grado quindi di offrire più spazio per merci o passeggeri (a seconda della versione). Il Combo di quarta generazione condivide anche gran parte dei propulsori presenti già nella gamma del furgoncino Fiat Professional. La casa automobilistica italiana Fiat infatti lo produce presso i propri stabilimenti insieme proprio al Doblò. I motori previsti sono quindi. Fu sostituito nel 2018 dall Opel Combo E:

  • il 1.4 a benzina proposto in versione aspirata da 95 CV;
  • il 1.4 turbo da 120 CV e con alimentazione bi-fuel metano-benzina;
  • il 1.3 Multijet di origine Fiat da 90 CV;
  • il 1.6 Multijet da 90 CV e da 105 CV;
  • il 2 litri CDTI nato dalla collaborazione tra Fiat e GM e con potenza massima di 135 CV.

Combo E[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2018 è stata introdotta la quinta generazione, denominata Combo E. Stavolta, lo sviluppo del nuovo ludospace e van è avvenuto sotto l'egida del gruppo PSA. Infatti, se nel 2014 il gruppo francese aveva stipulato un contratto di collaborazione con la General Motors, che a quel punto aveva divorziato da anni con il gruppo Fiat (nel frattempo evolutosi nel gruppo FCA dopo l'acquisizione del gruppo Chrysler), nel 2017 rilevò addirittura i marchi Opel e Vauxhall. Per questo, la quinta generazione della Opel Combo nasce utilizzando pianale e scocca delle nuove generazioni di Rifter e Berlingo, compresa la possibilità di scegliere fra versione a passo normale o a passo lungo. Al suo debutto, la Combo E è stata proposta in quattro motorizzazioni, di cui tre originate dallo stesso motore, al momento l'unico a gasolio nella gamma d'esordio della Combo E’’nel ottobre 2018 è stata lanciata la versione cargo in due misure differenti Normale e xl (Con vano di carico più grande e lungo):

  • 1.2 Turbo, ossia il motore EB2DT da 1199 cm3 con potenza massima di 110 CV;
  • 1.5 Diesel, ossia il nuovo motore DV5 da 1499 cm3 disponibile con potenze massime di 75. 102 e 131 CV.

Due le varianti di trasmissione previste: il 1.2 Turbo e il 1.5 Diesel da 131 CV sono previsti con un cambio manuale a 6 marce, mentre le restanti due motorizzazioni a gasolio sono previste con un cambio manuale a 5 marce.

A partire dal giugno del 2019, il 1.2 turbo viene proposto anche con potenza innalzata a 131 CV, mentre il 1.5 diesel da 75 CV viene tolto dalla gamma.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Opel Combo B
Opel Combo C
Opel Combo D
Opel Combo E
Vauxhall Astramax 365 van.jpg
Opel Combo front 20080625.jpg
Opel Combo C front.jpg
Opel Combo Kastenwagen 1.6 CDTI (D) – Frontansicht, 5. September 2012, Wuppertal.jpg
2018 Opel Combo Life Leonberg IMG 0158.jpg
1994-01
2001-11
dal 2018

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito ufficiale, su opel.it (archiviato dall'url originale il 7 settembre 2006).
Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili