Opel Vivaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Opel Vivaro
Descrizione generale
Costruttore Germania  Opel
Tipo principale Multispazio
Altre versioni Furgone
Produzione dal 2001
Sostituisce la Opel Arena
Serie Vivaro A: 2001-14
Vivaro B: 2014-19
Vivaro C: dal 2019
Altre caratteristiche
Della stessa famiglia 1a e 2a serie:
Renault Trafic
Nissan Primastar
Fiat Talento (2016)

3a serie:
Citroen Jumpy
Peugeot Expert
Opel Zafira Life
Toyota ProAce

L'Opel Vivaro è un veicolo commerciale leggero prodotto dalla Opel a partire dal 2001. Attualmente è in produzione la terza generazione di tale veicolo. Le prime due generazioni furono realizzate in collaborazione con il gruppo Renault, che ne ha curato la progettazione e che lo commercializza come Renault Trafic. La terza generazione è stata invece realizzata in collaborazione con il gruppo PSA, che ne ha commercializzato anche delle versioni con marchio Peugeot, Citroën e persino con marchio Toyota, giacché anche la casa nipponica si era inserita fin dall'inizio nella progettazione del veicolo in joint-venture.

Opel Vivaro A
Opel Vivaro front 20070926.jpg
Descrizione generale
Versioni Multispazio, furgone
Anni di produzione 2001-14
Dimensioni e pesi
Lunghezza da 4.782 a 5.182 mm
Larghezza 1.870-1.980 mm
Altezza 1.940-2.497 mm
Passo da 3.098 a 3.498 mm
Altro
Stessa famiglia Vauxhall Vivaro A
Renault Trafic
Nissan Primastar
Auto simili Fiat Scudo
Peugeot Expert
Citroën Jumpy
Ford Transit Custom
Mercedes-Benz Sprinter W905 e W906
VW Transporter T5

Opel Vivaro A[modifica | modifica wikitesto]

La prima generazione, nota anche come Vivaro A, venne introdotta nel 2001 in sostituzione del precedente Opel Arena, anch'esso progettato e realizzato in collaborazione con la Renault e basato sul restyling del vecchio Renault Trafic di prima generazione. Rispetto al precedente modello, il design era molto più moderno e per certi versi addirittura futuristico. Caratteristico era l'andamento ondulato del tetto in corrispondenza della cabina guida, in modo da ospitare anche i conducenti di statura più alta. La versione Opel/Vauxhall si differenzia per alcuni particolari interni diversi, fra cui il volante, la radio di serie, il colore della retroilluminazione degli strumenti sul cruscotto, giallo ambra anziché rossa. In base agli accordi fra i due gruppi, della fabbricazione si è presa carico la GM, che lo produce nello stabilimento Vauxhall di Luton. Solo sul mercato britannico viene venduto come Vauxhall Vivaro. Visto il suo successo commerciale, in seguito all'acquisizione di Nissan Motor da parte di Renault, la stessa Nissan ha cominciato a commercializzarlo col nome di Nissan Primastar e a fabbricarlo anche nella sua fabbrica di Barcellona, per tutti e tre i marchi.

Motorizzazioni e allestimenti[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente la prima Vivaro fu prevista in due motorizzazioni, entrambe diesel e di origine Renault:

  • 1.9 DI unità da 1870 cm3, ancora con alimentazione atmosferica, ma già ad iniezione diretta, sebbene non ancora di tipo common rail, e con potenza massima di 82 CV;
  • 1.9 DTI: versione sovralimentata mediante turbocompressore, stessa cilindrata e tipo di alimentazione, ma con potenza massima di 100 CV.

La motorizzazione meno potente era prevista in abbinamento ad un Cambio a 5 marce, mentre la versione da 100 CV usciva di serie con un cambio manuale a 6 marce.

Per quanto riguardava gli allestimenti di carrozzeria, essi furono molteplici e riassumibili per maggior chiarezza nella seguente tabella:

Versione Denominazione Lunghezza (mm) Altezza (mm) Peso senza carico (kg) Peso totale a terra (kg)
Furgone "Kastenwagen" 4.782 1.959 1.920 - 1.927 2.760 - 2.900
Furgone "Kastenwagen" 5.182 1.959 1.975 2.960
Furgone doppia cabina "Doppelkabine" 4.782 1.959 1.920 - 1.927 2.760 - 2.900
Furgone doppia cabina "Doppelkabine" 5.182 1.959 1.975 2.960
Pulmino "Combi" / "Tour" / "Life" 4.782 1.959 1.920 - 1.927 2.760 - 2.900
Pulmino "Combi" 5.182 1.959 1.975 2.960
Autocarro "Tief-/Hochpritsche" 4.782 1.940 1.920 - 1.927 2.760 - 2.900

Carriera commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Differenza fra Vivaro pre-restyling e post-restyling

Nel 2002, alle due motorizzazioni a gasolio già esistenti si aggiunse una terza motorizzazione, stavolta a benzina, e costituita da un motore da 2 litri aspirato, sempre di origine Renault ed in grado di erogare una potenza massima di 120 CV. l'anno seguente fu invece introdotta una nuova motorizzazione diesel, da 2.5 litri e con potenza massima di 135 CV. Si trattava anche in questo caso di un'unità con alimentazione ad iniezione diretta senza tecnologia common rail. Per quest'ultima fu necessario attendere fino all'anno seguente, quando i tre motori a gasolio disponibili divennero common rail ed assunsero la sigla CDTI. In particolare, la motorizzazione di base, ossia il 1.9 da 82 CV, ricevette anch'esso un turbocompressore, sebbene a bassa pressione, mantenendo così invariata la potenza massima. Anche gli altri due motori a gasolio rimasero immutati nelle loro doti di potenza massima.

Nel 2006 vi fu un leggero restyling visibile soprattutto nella calandra e nei paraurti. In seguito al restylng, le differenze fra versione Opel e Vauxhall furono ridotte alla sola mascherina che ne incorpora il marchio. Ma le novità più significative si ebbero sottopelle, grazie all'arrivo di un nuovo 2 litri diesel disponibile nelle potenze di 90 e 114 CV, il quale sostituì i vecchi motori da 1,9 litri. Contemporaneamente, il motore di punta da 2,5 litri passò da 135 a 146 CV, mentre il 2 litri a benzina vide la sua potenza scendere leggermente (da 120 a 117 CV).

L'ultimo aggiornamento significativo per la gamma Vivaro si ebbe nel 2007 e fu l'arrivo di un 2.5 CDTI depotenziato a 114 CV che affiancò, senza mai sostituirlo, il motore 2 litri CDTI di pari potenza. A quel punto, la gamma Vivaro fu composta da quattro motorizzazioni: il 2 litri a benzina da 117 CV, il 2 litri a gasolio da 114 CV e le due varianti del 2.5 CDTI da 114 e 146 CV. Tra il 2010 e il 2011 scompariranno dal listino tutte le motorizzazioni ad eccezione del 2 litri a gasolio, che proseguirà solitario a rappresentare la gamma Vivaro fino al termine della sua carriera commerciale, nel luglio del 2014.

Opel Vivaro B[modifica | modifica wikitesto]

Opel Vivaro B
Opel Vivaro Combi 1.6 BiTurbo CDTI ecoFLEX (B) – Frontansicht, 7. Oktober 2015, Düsseldorf.jpg
Descrizione generale
Versioni Multispazio, furgone
Anni di produzione 2014-19
Dimensioni e pesi
Lunghezza da 4.998 a 5.398 mm
Larghezza 1.956-2.283 mm
Altezza 1.971 mm
Passo da 3.098 a 3.498 mm
Altro
Stessa famiglia Vauxhall Vivaro A
Renault Trafic
Nissan NV300
Fiat Talento (2016)
Auto simili Fiat Scudo
Peugeot Expert
Citroën Jumpy
Ford Transit Custom
Mercedes-Benz Sprinter W906 e W907
VW Transporter T6

La seconda generazione del Vivaro, denominata anche Vivaro B, cominciò la sua carriera commerciale nell'agosto del 2014. Stilisticamente il nuovo furgone apparve come un massiccio restyling del precedente Vivaro A, dal quale si differenziò per diversi elementi ed impostazioni stilistiche. Per esempio il tetto perse la caratteristica "gobba" in corrispondenza della cabina guida ed assunse quindi un andamento più lineare. Il frontale venne completamente rivisitato con l'arrivo di nuovi gruppi ottici dal disegno più spigoloso e di una calandra di maggiori dimensioni. Ancora una volta, la progettazione e lo sviluppo del Vivaro B avvenne in collaborazione con il gruppo Renault-Nissan, ed infatti dallo stesso progetto scaturirono la terza generazione del Trafic, nonché il Nissan NV300. La produzione avvenne quasi del tutto a Luton, sia con marchio Opel che con il marchio gemello Vauxhall, tranne quella relativa alla versione a tetto rialzato, che invece ebbe luogo presso lo stabilimento Renault di Sandouville.

Motorizzazioni ed allestimenti[modifica | modifica wikitesto]

Quattro furono le motorizzazioni previste per la Vivaro B al suo debutto, tutte derivate da un'unica motorizzazione di base, ossia il 1.6 a gasolio di origine Renault:

  • 1.6 CDTI: motore da 1598 cm3 turbodiesel common rail con potenze massime di 90 e 116 CV;
  • 1.6 CDTI Biturbo: stesso motore di prima, ma con doppia sovralimentazione e con potenze massime di 120 e 140 CV.

Di seguito sono invece riepilogati gli allestimenti previsti per la gamma del Vivaro B:

Versione Lunghezza (mm) Altezza (mm) Passo (mm) Peso in ordine di marcia (kg) Peso totale a terra (kg)
Furgone passo corto 4.998 1.971 3.098 1.661 - 1.683 2.740 - 2.760
Furgone passo corto tetto alto 5.398 2.500 3.098 1.661 - 1.683 2.920
Furgone passo lungo 5.398 1.971 3.098 1.691 – 1.736 2.960 - 3.010
Furgone passo lungo tetto alto 5.398 2.500 3.498 1.691 – 1.736 2.900
Furgone doppia cabina passo corto 4.998 1.971 3.098 1.805 - 1.823 2.740 - 2.920
Furgone doppia cabina passo lungo 5.498 1.971 3.498 1.860 - 1.923 2.920 - 2.948
Pulmino passo corto 4.998 1.971 3.098 1.665 - 1.685 2.740 - 2.960
Pulmino passo lungo 5.398 1.971 3.498 1.690 - 1.740 2.845 - 2.895

Carriera commerciale del Vivaro B[modifica | modifica wikitesto]

La carriera commerciale del Vivaro B vide solo pochissimi aggiornamenti, tutti concentrati nell'anno 2015, quando il 1.6 CDTI da 116 CV scomparve dal listino, mentre le altre tre motorizzazioni videro un aumento di potenza di 5 CV a testa. La produzione del Vivaro B termina nel 2019.

Opel Vivaro C[modifica | modifica wikitesto]

Opel Vivaro C
Descrizione generale
Versioni Multispazio, furgone
Anni di produzione dal 2019
Dimensioni e pesi
Lunghezza da 4.606 a 5.309 mm
Larghezza 1.920 mm
Altezza 1.890-1.945 mm
Passo da 2.925 a 3.275 mm
Massa da 1.571 a 1.834 kg
Altro
Stessa famiglia Citroën Spacetourer
Peugeot Traveller
Toyota ProAce
Citroën C4 Spacetourer
Peugeot 308 II, 508 II, 3008 II e 5008 II
Opel Zafira Life
Auto simili Fiat Talento (2016)
Renault Trafic
Ford Transit Custom
Mercedes-Benz Vito W447
VW Transporter T6

Nel 2017 la Opel e la Vauxhall vennero rilevate dal gruppo PSA, ragion per cui decadde l'accordo industriale con il gruppo Renault-Nissan. Per contro, si configurò la possibilità di derivare la nuova generazione del Vivaro dai mezzi commerciali del gruppo PSA stesso, che proprio in quel periodo stava immettendo sul mercato i suoi furgoni Peugeot Traveller e Citroën Spacetourer, progettati fra l'altro anche in collaborazione con la Toyota, che dallo stesso progetto derivò il suo furgone ProAce. Inoltre, la possibilità di rinnovare il Vivaro giunse anche in contemporanea all'esigenza di pensionare la Zafira Tourer, ormai in listino dal 2011, per sostituirla con un modello nuovo. E allora, si pensò di derivare dai già citati furgoni Peugeot e Citroën sia il nuovo Vivaro che la nuova Zafira. La terza generazione del Vivaro, nota anche come Vivaro C è stata lanciata sul mercato nel marzo del 2019 assieme alla "gemella" Zafira Life.

Motorizzazioni ed allestimenti[modifica | modifica wikitesto]

Tecnicamente, la Vivaro C è basata sulla medesima piattaforma modulare degli altri modelli PSA di fascia media, la stessa su cui sono basate ad esempio le berline 308 e 508, ma anche i SUV 3008 e 5008, nonché il SUV Grandland X introdotto l'anno prima dalla Casa di Rüsselsheim in sostituzione della vecchia Antara. Tale pianale, allungabile ed allargabile a piacimento, consente un sensibile risparmio di peso. Al suo debutto, il Vivaro C viene previsto in cinque varianti motoristiche turbodiesel common rail, tutte di origine PSA e basate su due unità motrici:

  • 1.5 D: motore DV5 da 1499 cm3 con potenze massime di 102 e 120 CV;
  • 2.0 D: motore DW10 da 1997 cm3 con potenze massime di 122, 150 e 177 CV.

Due invece sono le varianti di trasmissione: mentre la versione di punta da 177 CV è abbinata ad un cambio automatico ad 8 rapporti, le altre motorizzazioni vengono invece accoppiate ad un cambio manuale a 6 marce.

Sempre molto nutrita la gamma relativa agli allestimenti di carrozzeria, ancora una volta in tre varianti di carrozzeria (Cargo, osia il furgone puro e semplice, il furgone a doppia cabina e la versione Kombi, ossia con possbilità di trasportare passeggeri o merci), in due varianti di passo, ma in tre varianti di lunghezza del corpo vettura (S, M ed L), poiché la versione lunga (L) vanta anche uno sbalzo posteriore più pronunciato. Non tutte queste varianti di carrozzeria sono abbinabili con qualsiasi motorizzazione, per cui vale la pena mostrare più in dettaglio tali abbinamenti:

Versione Motori disponibili Lunghezza (mm) Altezza (mm) Passo (mm) Massa in ordine di marcia (kg) Massa totale a terra (kg)
Furgone passo corto (S) Tutti 4.609 1.892 - 1.950 2.925 1.571 - 1.660 2.620 - 3.100
Furgone passo lungo (M) Tutti 4.959 1.881 - 1.940 3.275 1.581 - 1.681 2.635 - 3.100
Furgone passo lungo (L) 2.0 Diesel (tutti) 5.309 1.935 - 1.940 3.275 1.685 - 1.725 3.100
Furgone doppia cabina passo lungo (M) Tutti 4.959 1.881 - 1.940 3.275 1.660 - 1.752 2.705 - 3.060
Furgone doppia cabina passo lungo (L) Tutti 5.309 1.877 - 1.940 3.275 1.770 - 1.816 2.940 - 3.000
Kombi passo corto (S) 1.5 Diesel (tutti), 2.0 Diesel 150 CV 4.609 1.905 2.925 1.707 - 1.735 2.685 - 2.740
Kombi passo lungo (M) 1.5 Diesel 120 CV, 2.0 Diesel 150 CV 4.959 1.890 - 1.930 3.275 1.735 - 1.801 2.830 - 3.100
Kombi passo lungo (L) 1.5 Diesel 120 CV, 2.0 Diesel 150 CV 5.309 1.905 - 1.945 3.275 1.735 - 1.834 2.830 - 3.100

Vale inoltre la pena ricordare che per alcuni mercati europei il Vivaro C viene proposto anche come telaio nudo da carrozzere ed allestire a seconda delle esigenze del cliente.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La produzione del Vivaro C ha luogo solo nello stabiliento inglese di Luton, dove viene prodotto sia con marchio Opel che con marchio Vauxhall. Inoltre, viene prodotto anche nello stabilimento PSA di Kaluga, in Russia: gli esemplari qui prodotti vengono però destinati solo al mercato locale.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili