Suzuki Serie K

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con la denominazione Suzuki Serie K si intende una famiglia di motori a scoppio prodotti a partire dal 1993 dalla casa automobilistica giapponese Suzuki.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

I motori della Serie K hanno esordito sulle Suzuki Wagon R+ di prima generazione

I motori della Serie K sono una famiglia di motori a benzina di fascia bassa, destinati ad equipaggiare i modelli di base della Casa nipponica e, come vedremo, non solo.

Sono stati introdotti nel 1993 in occasione del lancio di una nuova vettura "cittadina" della Suzuki, ossia la Suzuki Wagon R+, che all'epoca del suo lancio suscitò scalpore per la sua carrozzeria corta ed alta, in pratica una citycar dalle insolite doti di spazio interno.

I motori della Serie K sono quindi stati pensati per questa innovativa vettura, ma di lì a pochissimo sarebbero stati utilizzati anche su altri modelli Suzuki. Non solo, ma grazie all'appartenenza del marchio giapponese al gruppo General Motors, tali motori avrebbero in seguito trovato applicazione anche su modelli della tedesca Opel, anch'essa di proprietà del colosso statunitense.

Tra le caratteristiche salienti dei motori Suzuki della Serie K va ricordata soprattutto la distribuzione bialbero a 4 valvole per cilindro: tale tipo di distribuzione era già di per sé una vera chicca, poiché all'inizio degli anni novanta era un'impresa ardua trovare motori di fascia bassa a doppio asse a camme.

Evoluzione e versioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso degli anni, i motori della Serie K si sono diversificati in più versioni, le cui caratteristiche sono descritte di seguito.

K6A[modifica | modifica wikitesto]

La sigla K6A identifica la versione dalle caratteristiche dimensionali più ridotte. Tale versione è stata introdotta nella seconda metà degli anni '90. Le caratteristiche salienti della versione K6A sono:

Si tratta di un motore destinato esclusivamente al mercato interno per via delle agevolazioni fiscali vigenti in Giappone per le vetture sotto i 660 cc.

Tale versione è stata proposta in tre varianti prestazionali, illustrate nella seguente tabella:

Motori Suzuki K6A
Variante Potenza
(CV/rpm)
Coppia
(Nm/rpm)
Applicazioni Anni di produzione
1. 54/6500 61/4000 Suzuki Alto Mk6 0.7 12v 2004-08
Suzuki Kei 0.7 12v 1998-08
Suzuki Lapin 0.7 12v dal 2002
Suzuki MR Wagon Mk1 0.7 12v 2001-06
Suzuki MR Wagon Mk2 0.7 12v dal 2006
Suzuki Wagon R+ Mk2 0.7 12v 1998-03
Suzuki Wagon R+ Mk3 0.7 12v 2003-08
2. 46/6000 57/3500 Suzuki Alto Mk5 1998-2004
Suzuki Twin 2003-05
3. 49/5800 62/4000 Suzuki Carry 2003-08
Suzuki Every 0.7 12v dal 2005

K6AS[modifica | modifica wikitesto]

La versione K6AS differisce dalla versione K6A principalmente per la sovralimentazione tramite turbocompressore. È l'unico motore della famiglia dei motori della Serie K a fare uso di tale dispositivo. Si tratta di uno dei più piccoli motori automobilistici sovralimentati mai apparsi sulla scena mondiale. Al turbocompressore è inoltre accoppiato un intercooler. Un'altra differenza con il motore K6A sta nel rapporto di compressione ridotto, operazione necessaria per passare dalla configurazione aspirata a quella sovralimentata. La sovralimentazione avviene a bassa pressione, in modo da privilegiare la coppia motrice, piuttosto che la potenza.

Due sono le varianti in cui questo motore (anch'esso riservato al mercato giapponese) è stato proposto:

Motori Suzuki K6AS
Variante Rapporto di
compressione
Potenza
(CV/rpm)
Coppia
(Nm/rpm)
Applicazioni Anni di produzione
1. 8.4 64/6500 103/3500 Suzuki Cappuccino 1995-97
Suzuki Jimny 0.7 12v Turbo dal 1998
Suzuki Kei 0.7 12v Turbo 4WD 1998-2008
Suzuki Wagon R+ Mk2 0.7 12v Turbo 1998-03
Suzuki Every 0.7 12v Turbo 4WD dal 2005
2. 8.9 60/6000 83/3000 Suzuki Cervo Mk2 0.7 12v Turbo dal 2006
Suzuki Kei 0.7 12v Turbo 1998-08
Suzuki Lapin 0.7 12v Turbo dal 2002
Suzuki MR Wagon Mk1 0.7 12v Turbo 2001-06
Suzuki MR Wagon Mk2 0.7 12v Turbo dal 2006
Suzuki Wagon R+ Mk2 0.7 Turbo 2000-03

K10A[modifica | modifica wikitesto]

La sigla K10A identifica la primissima versione dei motori della Serie K ad esordire nel 1993. Si tratta inoltre di una motorizzazione non riservata al solo mercato giapponese, ma proposta anche su modelli Suzuki previsti per altri mercati. Da questa versione sarebbero poi state derivate tutte le altre, comprese le due versioni da 658 cc appena descritte. In particolar modo, rispetto a queste ultime, il motore K10A si differenzia per la sua architettura, non a 3 ma a 4 cilindri, sempre in linea. In seguito, i motori K6A e K6AS sarebbero nati togliendo un cilindro dalla versione K10A.

Le caratteristiche del motore K10A sono quindi le seguenti:

  • architettura a 4 cilindri in linea;
  • alesaggio e corsa pari a 68x68.6 mm;
  • cilindrata pari a 996 cc;
  • rapporto di compressione pari a 10:1.

Il motore K10A è stato proposto in due varianti, entrambe aspirate, le cui caratteristiche ed applicazioni sono illustrate di seguito:

Motori Suzuki K10A
Variante Potenza
(CV/rpm)
Coppia
(Nm/rpm)
Applicazioni Anni di produzione
1. 65/6500 85/3500 Suzuki Suzuki Wagon R+ Mk1 1.0 16v 1993-98
Suzuki Alto Mk5 1.0 16v 1998-2004
2. 69/7000 95/4500 Suzuki Wagon R+ Mk2 1.0 16v 1998-2003

K10B[modifica | modifica wikitesto]

Dopo qualche anno di assenza di un motore da 1 litro tra le versioni della Serie K, ecco che nel 2008 è stato introdotto il motore K10B, completamente differente dall'unità K10A che l'ha preceduta.

Di seguito vengono riportate le principali caratteristiche:

  • architettura a 3 cilindri in linea;
  • alesaggio e corsa: 73x79.4 mm;
  • cilindrata: 996 cc;
  • rapporto di compressione: 11:1;
  • potenza massima: 65 CV a 6000 giri/min;
  • coppia massima: 90 N·m a 4800 giri/min;
  • alimentazione: iniezione elettronica multipoint.

Si tratta quindi di un motore a tre cilindri e non più a quattro come nel precedente K10A. Le applicazioni di questo motore includono:

In seguito, è stata proposta anche una variante leggermente più potente, da 68 CV a 6000 giri/min, con una coppia massima di 90 Nm disponibile già a 3400 giri/min. Questa variante ha trovato applicazione sotto il cofano della Nissan Pixo, prodotta a partire dal 2009.

La piccola Nissan Pixo ha potuto usufruire del 3 cilindri da un litro in quanto nata da una joint-venture con la stessa Suzuki (condivide pianale e meccanica con la Alto).

K12A[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993, assieme all'unità K10A, è stata introdotta anche la versione K12A, ossia una variante maggiorata del quadricilindrico da un litro. In tale unità motrice, proposta in una sola variante, le caratteristiche sono:

  • architettura a 4 cilindri in linea;
  • alesaggio e corsa: 71x74 mm;
  • cilindrata: 1171 cc;
  • rapporto di compressione: 9.3:1;
  • applicazioni: Suzuki Wagon R+ Mk1 1.2 16v (1993-98).

K12B[modifica | modifica wikitesto]

Una nuova unità motrice da 1.2 litri è stata lanciata nel 2008, ben 10 anni dopo il pensionamento del 1.2 K12A. Rispetto a quest'ultimo si tratta di un motore nuovo, imparentato piuttosto con l'unità K10B, della quale costituisce una versione a corsa ridotta, ma a quattro cilindri anziché tre.

Le principali caratteristiche di questo motore sono:

  • architettura a 4 cilindri in linea;
  • alesaggio e corsa 73x74.2 mm;
  • cilindrata: 1242 cc;
  • rapporto di compressione: 11:1;
  • potenza massima: 86 CV a 5500 giri/min;
  • coppia massima: 114 N·m a 4400 giri/min.

Le applicazioni di questo nuovo motore comprendono le due citycar gemelle Suzuki Splash 1.2 16v ed Opel Agila B 1.2 16v, entrambe prodotte a partire dalla prima metà del 2008.

Va segnalato, inoltre, che a partire dal 2010 questa unità motrice ha beneficiato dell'arrivo del sistema di fasatura variabile, nonché di altre migliorie. In questo modo la potenza massima è salita a 94 CV a 6000 giri/min, con un picco di coppia pari a 118 Nm a 4800 giri/min. Questo motore è arrivato così a rispettare la normativa Euro 5 ed ha esordito sotto il cofano della Suzuki Swift 1.2 VVT, sia in configurazione a trazione anteriore che in configurazione 4WD. In seguito, a partire dal 2011, è stato montato anche sui modelli "gemelli" Splash ed Agila.

Altre varianti[modifica | modifica wikitesto]

I due motori K10B e K12B sono stati anche proposti con doppia alimentazione benzina-GPL. Nel caso della motorizzazione minore, si hanno due livelli di potenza, uno da 65 CV, come nella versione alimentata unicamente a benzina, ed uno da addirittura 67 CV. Si tratta di uno dei pochissimi casi, forse l'unico, in cui una motorizzazione bi-fuel riesce ad essere (seppur leggermente) più prestante della versione di base a sola benzina. Quanto al 1.2, invece, le prestazioni sono leggermente inferiori, con una potenza di 84 CV anziché 86.

Per quanto riguarda le applicazioni, il 1.0 da 65 CV ha trovato applicazione sulla Suzuki Alto Mk7 1.0 12v Gpl dal 2009, mentre il 1.0 da 67 CV viene montato sulla Suzuki Splash 1.0 12v Gpl. Invece il 1.2 benzina-GPL viene montato sulla Suzuki Splash 1.2 GLS GPL.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]