Opel Adam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo fondatore della Casa produttrice, vedi Adam Opel.
Opel Adam
Opel Adam 1.4 Black Link – Frontansicht, 2. Mai 2014, Wülfrath.jpg
Descrizione generale
Costruttore Germania  Opel
Tipo principale superutilitaria
Produzione dal 2013
Euro NCAP (2013[1]) 4 stelle
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3.698 mm
Larghezza 1.720 mm
Altezza 1.484 mm
Passo 2.311 mm
Massa da 1.086 a 1.135 kg
Altro
Assemblaggio Eisenach
Stile Mark Adams
Darren Luke
Stessa famiglia Fiat Grande Punto
Opel Corsa D
Auto simili Chevrolet Spark
Citroën C1
Fiat 500
Ford Ka
Hyundai i10
Kia Picanto
Mitsubishi Space Star
Peugeot 108
Renault Twingo
SEAT Mii
Škoda Citigo
Suzuki Alto
Toyota Aygo
Volkswagen up!
Opel Adam 1.4 Black Link – Heckansicht, 2. Mai 2014, Wülfrath.jpg

La Opel Adam è una superutilitaria prodotta dalla casa automobilistica tedesca Opel a partire dal dicembre 2012 e messa in vendita a partire dal mese successivo. Il nome del modello deriva da quello del fondatore della casa automobilistica, Adam Opel.[2] In Gran Bretagna è commercializzata come Vauxhall Adam.

Profilo e caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Debutto[modifica | modifica wikitesto]

Vociferata fin dal 2010 e chiamata inizialmente col nome in codice di Junior, la Opel Adam è stata annunciata ufficialmente durante l'estate 2012, quando sono state diffuse le prime immagini ufficiali e le prime informazioni tecniche sui motori e allestimenti. È stata presentata al pubblico al Salone dell'automobile di Parigi nel settembre dello stesso anno[3] per essere immessa sul mercato a partire da gennaio 2013.

Esterni ed interni[modifica | modifica wikitesto]

Interni di una Opel Adam

Il frontale presenta una mascherina percorsa da un sottile baffo, cromato o meno a seconda dell'allestimento e alcuni particolari riprendono altri modelli Opel: la fiancata attraversata da una doppia nervatura simile a quella già presente sulla Opel Astra J GTC, il posteriore e i fanali posteriore. È possibile avere il tetto di colore diverso rispetto alla carrozzeria e il montante è caratterizzato da una lunga cromatura che sul posteriore fa apparire il tetto quasi sospeso rispetto alla fiancata.

Il cruscotto riprende quello a binocolo tipico degli ultimi modelli Opel. La plancia è totalmente nuova (anche se comandi delle luci, freno a mano e leva del cambio sono le stesse della contemporanea Opel Corsa D): è disposta su due livelli, quello più in basso ospita i comandi del climatizzatore, mentre il livello superiore ospita quelli dell'impianto audio e di navigazione. La sezione orizzontale della plancia superiore che si estende fino al vano di fronte al passeggero e la plastica che circonda la leva del cambio possono essere dello stesso colore della carrozzeria. Il volante ha una nuova forma, dotato di un piccolo incavo per l'airbag e con una cromatura sulla parte bassa dello stesso. Il bagagliaio ha una capacità di 170 litri, incrementabili a 663 litri con l'abbattimento dello schienale posteriore.

Meccanica e motori[modifica | modifica wikitesto]

Motore 1.2 di una Opel Adam

La Adam nasce sulla prima generazione del pianale FGA Small (debuttato sulla Fiat Grande Punto e già utilizzato per la Opel Corsa D) accorciato nel passo[4] e adotta un avantreno di tipo MacPherson ed un retrotreno ad assale torcente semirigido.

L'impianto frenante prevede dischi all'avantreno e tamburi al retrotreno, mentre lo sterzo è a cremagliera con servosterzo elettrico regolabile in due differenti tipi di tarature a seconda dell'utilizzo (da città o da extraurbano/autostrada).

I motori previsti al debutto sono tre, un 1.2 da 70 CV e un 1.4 da 87 CV e da 100 CV, condiviso con Opel Corsa, Astra J e Meriva. Si tratta di due motori appartenenti alla famiglia Family 0 e sono tutti motori a benzina Euro 5. La casa ha dichiarato di non prevedere motorizzazioni diesel. Per tutte le motorizzazioni è previsto un cambio manuale a 5 marce.

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Un prototipo della Adam Rocks durante il Salone di Ginevra 2013

La pre-produzione è stata avviata nell'agosto del 2012 per la realizzazione dei primi esemplari da destinare al salone di Parigi e per quelli utilizzati per le foto ufficiali. Lo stabilimento incaricato dell'assemblaggio è quello di Eisenach[5]: qui la casa di Rüsselsheim ha investito 190 milioni di Euro destinati a nuove strutture ed ai nuovi macchinari per l'assemblaggio, tra cui un nuovo robot e nuove strutture per la saldatura. È stato ampliato lo stesso impianto produttivo, che ora si estende su una superficie di 22 mila metri quadri. La produzione del modello destinato alla vendita invece è stata inaugurata alla fine di novembre del 2012 (l'avvio della produzione viene comunque considerato già nel mese di dicembre), mentre la commercializzazione è stata avviata il 19 gennaio del 2013: alla cerimonia di apertura delle vendite era presente anche la campionessa di salto in alto Ariane Friedrich[6].

Una Adam S al Salone di Ginevra 2014

Durante il salone dell'auto di Ginevra di marzo dello stesso anno viene presentata una concept car basata sulla Adam e denominata Adam Rocks che richiama nell'aspetto un mini-SUV. Alla fine dell'estate, la gamma si estende con l'introduzione della versione bi-fuel benzina/GPL, spinta sempre dal 1.4 da 87 CV.

A partire dall'autunno del 2014, si aggiungono un 1.0 tricilindrico SGE dotato di turbocompressore e declinato in due livelli di potenze, 90 CV e 115 CV. Queste due nuove motorizzazioni sono state presentate al salone di Parigi assieme a una ulteriore versione, stavolta di tipo sportivo, e denominata Adam S. Quest'ultima, anticipata già a Ginevra da una concept[7], è dotata di serie di cerchi da 17" (a richiesta da 18"), spoiler anteriori e posteriori, minigonne, ma soprattutto di un nuovo motore, un 1.4 da 150 CV dotato di turbocompressore che gli permette di arrivare a una velocità massima di 210 km/h e di scattare da 0–100 km/h in 8.5 secondi. Tale versione di punta non ha tuttavia debuttato assieme alle versioni SGE, ma entra in listino ufficiale nel marzo 2015. Questi nuovi motori sono tutti dotati di cambio manuale a 6 rapporti e rispettano le norme antinquinamento Euro 6.

Nell'autunno del 2014 si è avuto l'arrivo in listino della Adam Rocks di serie, che conserva tutte le caratteristiche estetiche della concept ed è prevista nelle medesime motorizzazioni delle altre versioni.

Riepilogo caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Modello Anni di produzione Motore Cilindrata
cm³
Potenza
CV
Coppia max
Nm
Velocità max
km/h
Accelerazione
0–100 km/h
Emissioni
CO2 in grammi
Euro
Versioni a benzina
Adam 1.0 Turbo SGE 90CV dall'11/2014 B10XFL 999 90 a 3700-6000 giri/min 170 a 1800-3700 giri/min 180 11.9" 99 6
Adam 1.0 Turbo SGE 115CV dall'11/2014 B10XFT 999 115 a 5000-6000 giri/min 170 a 1800-4500 giri/min 196 9.9" 114 6
Adam 1.2 16V dal 12/2012 A12XEL 1229 70 a 5600 giri/min 115 a 4000 giri/min 165 14"9 124 5
Adam 1.4 16V 87CV dal 12/2012 A14XEL 1398 87 a 6000 giri/min 130 a 4000 giri/min 176 12"5 129 5
Adam 1.4 16V 100CV dal 12/2012 A14XER 1398 100 a 6000 giri/min 130 a 4000 giri/min 185 11"5 129 5
Adam S 1.4 Turbo 16V 150CV dal 03/2015 B14NEH 1364 150 a 5000-5500 giri/min 220 a 3000-4500 giri/min 210 8"5 139 6
Versioni bi-fuel
Adam 1.4 GPL-Tech dal 09/2013 A14XEL 1398 87 a 6000 giri/min 130 a 4000 giri/min 176 13"2 112 5

Attività sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Opel Adam R2

Nel mese di novembre del 2012 è stata presentata la Adam Cup, una versione da competizione destinata ai trofei monomarca da disputarsi in Germania (ADAC Opel Rallye Cup) e in Francia (FFSA Adam Cup), entrambi sostenuti dai rispettivi associazioni automobilistiche nazionali. Le Adam destinate a tali manifestazioni (che prevedono 24 partecipanti in Germania e 17 in Francia) montano un motore 1.6 aspirato da 140 CV ed un cambio sequenziale a 5 rapporti.

Al Salone di Ginevra del 2013, invece, la Adam è stata presentata anche in una variante da competizione realizzata specificamente per correre nei rally, e più precisamente nel Gruppo R2. Derivata direttamente dalla Adam Cup, la Adam R2 ne riprende lo stesso propulsore, ma con potenza portata a 185 CV e coppia massima di 195 Nm.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Test Euro NCAP del 2013, euroncap.com. URL consultato il 15 febbraio 2017.
  2. ^ Opel Adam: il nome è ufficiale, alvolante.it, 8 maggio 2012. URL consultato il 15 febbraio 2017.
  3. ^ Al Salone di Parigi Opel dedica un intero stand alla Adam, omniauto.it, 1 ottobre 2012. URL consultato il 15 febbraio 2017.
  4. ^ Ecco Adam: la piccola Opel si chiama come il fondatore della casa, ilsole24ore.com, 8 maggio 2012. URL consultato il 15 febbraio 2017.
  5. ^ Opel Adam, Eisenach si prepara alla produzione, omniauto.it, 31 luglio 2012. URL consultato il 15 febbraio 2017.
  6. ^ Opel Adam, avviata la produzione in Germania, omniauto.it, 11 gennaio 2013. URL consultato il 15 febbraio 2017.
  7. ^ Adam S, Opel lancia la piccola sportiva a Salone di Ginevra, ansa.it, 5 marzo 2014. URL consultato il 15 febbraio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]