Opel Monterey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Opel Monterey
Opel Monterey, Barcelona, Spain, July 2015.JPG
Descrizione generale
Costruttore Germania  Opel
Tipo principale fuoristrada
Produzione dal 1992 al 1999
Sostituita da Opel Antara
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza da 4122 a 4770 mm
Larghezza da 1651 a 1834 mm
Altezza da 1821 a 1849 mm
Passo da 2301 a 2761 mm
Altro
Auto simili Jeep Cherokee
Land Rover Discovery
Mercedes-Benz Classe G
Mitsubishi Pajero
Nissan Terrano II
Toyota Land Cruiser e 4Runner
Opel Monterey RS.jpg

La Opel Monterey è un'autovettura fuoristrada prodotta dalla Casa automobilistica tedesca Opel dal 1992 al 1999.

Storia ed evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

La Monterey ha una storia affine a quella della Opel Frontera: entrambe derivano infatti da un modello giapponese commercializzato dalla Isuzu.

Nel 1981 la Casa giapponese ha introdotto un nuovo fuoristrada, il Bighorn, un veicolo off-road dalle linee assai squadrate ed equipaggiato inizialmente con motori da 1.9 a 2.2 litri. La prima serie è stata prodotta fino al 1992: in alcuni mercati è stato proposto come Isuzu Trooper.

Con l'arrivo della seconda serie, il Bighorn venne proposto anche per il mercato europeo. Per alcuni paesi del mercato continentale, dove previsto, il Bighorn fu commercializzato come Opel Monterey, mentre per il mercato anglosassone la commercializzazione avvenne come Vauxhall Monterey.

Tutto ciò fu reso possibile dal fatto che la Isuzu gravita nell'orbita della General Motors già dal lontano 1971, pertanto quest'ultima può commercializzare modelli di un marchio ad essa appartenenti anche con altri marchi sempre appartenenti al colosso statunitense.

Tra le altre affinità che accomunano la Monterey con la Frontera, troviamo anche il fatto che la Monterey, come la Frontera, è stata proposta in due varianti di passo. La versione a passo corto montava una carrozzeria a tre porte, mentre quella a passo lungo montava una carrozzeria a 5 porte.

Versione restyling

Anche il telaio era lo stesso della Frontera: ciò è più facilmente osservabile nelle versioni a passo lungo, dove la misura dell'interasse coincide perfettamente con quella della corrispondente versione a passo lungo della Frontera.

Inizialmente la gamma motori era costituita da un V6 a benzina da 3.2 litri e 177 CV e da un 3.1 turbodiesel da 114 CV.

Nel 1998 vi fu un leggero restyling e per l'occasione anche i due motori furono sostituiti. Al posto del V6 da 3.2 litri fu montato un 3.5 litri da 215 CV, mentre il vecchio turbodiesel venne sostituito da una più moderna unità a gasolio con tecnologia common rail, da 3 litri di cilindrata e con potenza massima di 160 CV.

Sempre nel 1998, però, le vendite nel mercato britannico, decisamente insufficienti, portarono alla prematura uscita della Monterey dai listini di tale mercato; nel mercato continentale continuò ad essere proposta per un anno, fino alla fine del 1999.

Sia la Monterey che la Frontera trovarono una comune erede nella Opel Antara.

Le altre Monterey[modifica | modifica wikitesto]

La Monterey non è altro che una versione rimarchiata Opel o Vauxhall della Isuzu Bighorn, che tra l'altro era anch'essa venduta in altri Paesi, tra cui alcuni mercati europei, come Isuzu Trooper. Questi primi quattro nomi già contraddistinguono quattro delle innumerevoli versioni derivate dallo stesso modello.

Ma oltre a queste occorre ricordare la Holden Jackaroo e la Holden Monterey, vendute nel mercato australiano e la Chevrolet Trooper, venduta in Sudamerica. Inoltre, dopo un accordo tra Honda e Gruppo GM, la Monterey fu venduta anche come Honda Horizon, o anche come Acura SLX per il mercato statunitense.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili