Vauxhall Prince Henry

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vauxhall C-Type / Prince Henry
1912 Vauxhall Prince Henry.jpg
Una Vauxhall Prince Henry del 1912
Descrizione generale
Costruttore Regno Unito  Vauxhall Motors
Produzione dal 1911 al 1914
Sostituisce la Vauxhall A-Type
Sostituita da Vauxhall 30-98
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza da 4039 a 4115 mm
Passo 2972-3048[1] mm
Altro
Assemblaggio Luton, Inghilterra
Progetto Laurence Pomeroy

La Price Henry è un'autovettura prodotta dalla Vauxhall dal 1911 al 1914. Ufficialmente, il nome del modello era C-Type.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome della vettura deriva dalla partecipazione del modello alla Prinz-Heinrich-Fahrt, gara che era dedicata al principe Enrico di Prussia. Dopo la partecipazione alla competizione, le vendite degli esemplari della vettura prodotti per uso civile migliorarono decisamente, e quindi il modello venne soprannominato "Prince Henry". La Prince Henry partecipò in seguito ad altre gare, tra cui la San Pietroburgo-Sebastopoli, e così due esemplari del modello vennero venduti allo zar Nicola II di Russia. Come conseguenza furono aperti, con buoni risultati, dei concessionari Vauxhall anche a Mosca. Questi punti vendita vennero poi chiusi a causa della Rivoluzione russa.

La Price Henry era, in sostanza, una versione ad alte prestazioni della Vauxhall A-Type, che fu progettata nell'inverno 1907/1908 da Laurence Pomeroy. Il motore, della Prince Henry, che era montato anteriormente, era a quattro cilindri in linea ed aveva inizialmente una cilindrata di 3.054 cm³[2]. Esso erogava 60 bhp ed era a valvole laterali[2]. Nel 1913 la cilindrata del motore fu aumentata a 3.969 cm³, e la potenza che crebbe a 75 bhp[2]. L'alesaggio e la corsa passarono, rispettivamente, da 90 a 95 mm, e da 120 mm a 140 mm[2]. Il monoblocco era in ghisa e l'accensione era a magnete[2]. Era installato un solo carburatore Zenith. L'impianto di raffreddamento comprendeva una ventola, e l'acqua era fatta circolare nel radiatore grazie ad una pompa mossa da una cinghia di cuoio. Il cambio era a quattro rapporti e la trazione era posteriore.

Le dimensioni ed il peso dipendevano dal modello e dal tipo di carrozzeria installata. La Prince Henry è spesso definita come la prima vettura sport mai costruita[3]. Questo primato lo contende però con la Vauxhall 20 hp, che è stata introdotta nel 1908, e con l'Austro-Daimler 27/80PS, che venne progettata da Ferdinand Porsche[4].

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Culshaw, 1974
  2. ^ a b c d e Karslake, 1956
  3. ^ (EN) Lord Montagu of Beaulieu, Designed for an Automatic place in History (Laurence Pomeroy), in The Times, nº 65392, 7 ottobre 1995, pp. pg. 3[S1].
  4. ^ Georgano, 1985

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) David Culshaw, Peter Horrobin, Complete Catalogue of British Cars, Macmillan, 1974, ISBN 0-33316-689-2.
  • (EN) Nick Georgano, Cars: Early and Vintage, 1886-1930, Grange-Universal, 1985, ISBN 1-59084-491-2.
  • (EN) Kent Karslake, Laurence Pomeroy, From Veteran to Vintage, Londra, Regno Unito, Temple Press, 1956.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili