Memoria del mondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Memoria del mondo (in inglese Memory of the World) è un programma dell'UNESCO fondato nel 1992 e volto a individuare e tutelare archivi e documenti storici.

Vi sono inclusi raccolte di testi, manoscritti, spartiti, documenti storici unici, immagini, registrazioni e filmati.

Indice
0 - 9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z ?

A[modifica | modifica wikitesto]

B[modifica | modifica wikitesto]

C[modifica | modifica wikitesto]

D[modifica | modifica wikitesto]

E[modifica | modifica wikitesto]

  • Egitto
    • 1997 – Documenti storici del canale di Suez, Cultural Bureau, Ambasciata d'Egitto, Parigi
    • 2005 – Documenti dei sultani e principi egiziani, Archivio nazionale, Il Cairo
    • 2007 – Manoscritti persiani illustrati e miniati, Archivio Nazionale Egiziano, Il Cairo
  • EstoniaCatena baltica, catena umana (circa 2 milioni di persone), che il 23 settembre 1989 si sviluppò per circa 600 km lungo gli stati baltici (Estonia, Lituania e Lettonia) nell'anniversario del Patto Molotov–Ribbentrop un cui protocollo segreto assegnava i territori dei tre stati baltici all'Unione Sovietica, per protestare la loro indipendenza
  • Etiopia1997 Tesori dell'archivio nazionale e dell'organizzazione delle biblioteche, National Archives and Library, Addis Abeba

F[modifica | modifica wikitesto]

G[modifica | modifica wikitesto]

I[modifica | modifica wikitesto]

K[modifica | modifica wikitesto]

  • Kazakistan
    • 2003 – Raccolta di manoscritti di Khoja Ahmed Yasawi, Biblioteca nazionale, Astana
    • 2005 – Documenti audiovisivi del movimento internazionale anti atomico "Nevada–Semipalatinsk", Semej

L[modifica | modifica wikitesto]

M[modifica | modifica wikitesto]

  • Madagascar 2009 – Archivi reali (1824–1897)
  • Malesia
    • 2001 – La corrispondenza del sultano di Kedah (1882–1943), Archivio di stato, Alor Setar
    • 2001 – Hikayat Hang Tuah, Biblioteca nazionale, Kuala Lumpur
    • 2001 – Sejarah Melayu – gli annali malesi, Istituto di lingue e letteratura, Kuala Lumpur
    • 2009 – Batu Bersurat Terengganu
  • Mauritius1997 Atti dell'occupazione francese, Archivi Mauritius, Petite Rivière, Port Louis
  • Messico
    • 1997 – Raccolta dei codici messicani, Biblioteca Nazionale di Storia ed Antropologia, Città del Messico
    • 1997 – Codici dall'Oaxaca–Tal, Archivio Nazionale, Città del Messico
    • 1997Codex Techaloyan da Cujimalpaz, Archivio Nazionale, Città del Messico
    • 2003Los olvidados, film del 1950 diretto da Luis Buñuel, Filmoteca della UNAM, Città del Messico
    • 2005 – Biblioteca Palafoxiana, Puebla
    • 2007 – Musica coloniale dell'America (XVIXVIII secolo), Archivio arcivescovile, Oaxaca de Juárez
    • 2007 – Collezione di libri di lingue indigene, Biblioteca Nazionale di Jalisco, Guadalajara
    • 2009 – Collezione del Centro di Documentazione ed Investigazione della Comunità Ashkenazita in Messico (dal XVI al XX secolo)

N[modifica | modifica wikitesto]

P[modifica | modifica wikitesto]

R[modifica | modifica wikitesto]

S[modifica | modifica wikitesto]

T[modifica | modifica wikitesto]

  • Tagikistan
  • Tanzania
    • 1997 – Gli atti tedeschi dell'archivio nazionale, Archivio nazionale, Dar es Salaam
    • 2003 – Raccolta di testi e manoscritti arabi
  • Thailandia
  • Trinidad e Tobago
    • 1997 – La raccolta Derek–Walcott, Biblioteca principale, West Indies University, St. Augustine
    • 1999 – La raccolta Eric–Williams, Biblioteca principale, West Indies University, St. Augustine
    • 2005 – La raccolta C.L.R.–James
  • Turchia
    • 2001 – la scrittura cuneiforme ittita di Bogazköy, Museo archeologico Istanbul / Museo della civiltà anatolica, Ankara
    • 2001 – I manoscritti dell'osservatorio di Kandili e dell'istituto di sismologia, Università Bogaziçi, Osservatorio di Kandili/ Istituto di sismologia, Istanbul
    • 2003 – Opere di Ibn Sina nella biblioteca dei manoscritti Süleymaniye

U[modifica | modifica wikitesto]

V[modifica | modifica wikitesto]

  • Venezuela
    • 1997 – Escritos del liberator (1997), Archivio nazionale, Caracas
    • 1997 – Raccolta di fotografie latinoamericane del XIX secolo, biblioteca nazionale, Caracas
  • Vietnam

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'UNESCO segue le Antille Olandesi anche dopo la loro cancellazione dalla lista delle nazioni. vedi
  2. ^ Waldseemuller Map, 1507 (Geography and Map Reading Room, Library of Congress)
  3. ^ a b DN: Silverbibeln utsedd till världsminne av Unesco

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]