Ernest Airlines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ernest Airlines
Logo
Ernest, EI-GCC, Airbus A320-233 (44298823191).jpg
StatoItalia Italia
Forma societariasocietà per azioni
Fondazione16 ottobre 2015 a Milano
Chiusura2020 (licenza di volo sospesa temporaneamente dall'ENAC)
Sede principaleMilano
SettoreTrasporto
ProdottiCompagnia aerea
Slogan«Vola in bella compagnia»
Sito webflyernest.com
Compagnia aerea a basso costo
Codice IATAEG
Codice ICAOERN
Indicativo di chiamataERNEST
Primo volo1º luglio 2017[1]
Ultimo volo11 gennaio 2020
HubMilano Malpensa, Bergamo Orio Al Serio, Verona e Roma Fiumicino
Flotta4 (nel 2019)
Destinazioni16[2] (nel 2019)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Ernest S.p.A., commercialmente nota come Ernest Airlines o Fly Ernest, era una compagnia aerea a basso costo italiana, fondata a Milano il 16 ottobre 2015 con l'obiettivo di sviluppare il traffico low-cost tra l'Italia, l'Albania, l'Ucraina e successivamente altri mercati.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Ernest S.p.A. è stata fondata il 16 ottobre 2015 a Milano e ha iniziato le attività dal 1º luglio 2016 col brand Fly Ernest, occupandosi inizialmente della commercializzazione di voli tra l'Italia e l'Albania in collaborazione con altri vettori italiani. Tale attività è proseguita fino al 26 marzo 2017, in attesa di ottenere autorizzazioni e certificazioni per operare come compagnia aerea.[4]

L’11 aprile 2017 l'ENAC (Ente Nazionale dell’Aviazione Civile) ha rilasciato a Ernest l’AOC e la licenza d'esercizio di operatore aereo per il trasporto passeggeri, cargo e posta[5]; i voli di linea hanno quindi preso il via il 1º giugno 2017 dalla base operativa di Milano Malpensa con un servizio sulla tratta Milano-Tirana, operato con un velivolo A319-111 marcato EI-FVG.

Successivamente la compagnia ha potenziato la flotta acquisendo ulteriori velivoli della famiglia Airbus A320 e ha aperto nuove rotte, sempre puntando sulle destinazioni nell'Europa orientale (Ucraina e Romania in primis), ritenute meno "affollate" e quindi economicamente appetibili. Contestualmente annunciò che entro il 2025 avrebbe avuto una flotta composta di 20 aeromobili, tutti della famiglia A320, dei quali un Airbus A320NEO (di cui Ernest sarebbe stata il primo acquirente italiano).

Il 13 giugno 2019 Ernest Airlines e Pobeda hanno siglato un accordo di code sharing inerente lo sviluppo dei collegamenti tra l'Italia e la Russia: ai sensi di tale accordo era prevista l'operatività di 10 collegamenti tra altrettanti aeroporti italiani e l'Mosca-Vnukovo, tutti con la sigla EG di Ernest Airlines.[6]

Il 29 dicembre 2019 ENAC comunica di avere sospeso temporaneamente la licenza di esercizio di Ernest Airlines a partire dal 13 gennaio 2020, con possibilità di revoca.[7]

Il 10 gennaio 2020, con un comunicato pubblicato sul proprio sito internet, Ernest Airlines comunica la sospensione temporanea di tutti i voli a partire dal 11 gennaio 2020.[8]

Il 23 novembre 2020, il Tribunale di Milano ha dichiarato il fallimento della compagnia aerea Ernest Airlines[9]

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

A fine 2019 Ernest Airlines opera un totale di 20 destinazioni: in ambito nazionale serve gli aeroporti di Bergamo, Bologna, Genova, Milano-Malpensa, Napoli, Pisa, Roma-Fiumicino, Verona e Venezia; i collegamenti internazionali sono invece da e per Charkiv, Kiev, Leopoli, Odessa e Tirana.

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

A fine 2019 la flotta di Ernest era composta dai seguenti aeromobili:[10][11]

Aereo In servizio Ordini Passeggeri
Airbus A319-100 1 141
Airbus A320-200 3 3 180
Totale 4 3

A partire dal 6 gennaio 2020, tutti gli aeromobili sono stati restituiti ai rispettivi locatori[12].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Primo volo, su ilgiornale.it.
  2. ^ Destinazioni, su flyernest.com.
  3. ^ Ernest Airlines è una compagnia aerea italiana basata a Milano., su flyernest.com.
  4. ^ Storia, su bergamonews.it.
  5. ^ Aoc e licenza, su finanza.repubblica.it.
  6. ^ Ernest Airlines: è accordo di codeshare con Pobeda Airlines, su www.guidaviaggi.it. URL consultato il 6 luglio 2019.
  7. ^ ENAC sospende la licenza della compagnia aerea Ernest dal 13 gennaio 2020, su moduliweb.enac.gov.it, 29 dicembre 2019. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  8. ^ flyernest.com, https://flyernest.com/it/. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  9. ^ Fallimento della compagnia Ernest Airlines, su ENAC. URL consultato il 4 dicembre 2020.
  10. ^ Flotta, su planespotters.net.
  11. ^ La flotta, su Ernest Airlines. URL consultato il 29 giugno 2019.
  12. ^ Ernest Airlines: l'A320 EI-LIX ritorna al lessor, su italiavola.com. URL consultato l'8 gennaio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aviazione