Eccellenza Campania 2010-2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eccellenza Campania 2010-2011
Competizione Eccellenza Campania
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 20ª
Organizzatore FIGC - Comitato Regionale Campania
Luogo Italia Italia
Partecipanti 32
Formula 2 gironi all'italiana con play-off e play-out
Risultati
Vincitore CTL Campania
Serre Alburni
Promozioni CTL Campania
Serre Alburni
Internapoli Camaldoli
Sarnese
Retrocessioni San Vitaliano
Stasia
Rita Ercolano
Campagna
Agropoli
Serino
Statistiche
Incontri disputati 488
Gol segnati 1 165 (2,39 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2009-2010 2011-2012 Right arrow.svg

1leftarrow blue.svgVoce principale: Eccellenza 2010-2011.

L'Eccellenza Campania 2010-2011 è stato il ventesimo campionato di calcio italiano di categoria. Rappresentava il sesto livello del calcio italiano ed il primo a livello regionale.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

La stagione di Eccellenza Campania 2009-2010 si concluse con la promozione in Serie D di Atletico Nola, Battipagliese, Ebolitana, la retrocessione in Promozione di Parete, Atletico Puteolana, Baia 2006, Striano, Felice Scandone Montella e il ritiro prematuro dal campionato del Savoia. L'unica squadra campana retrocessa dalla Serie D, il Bacoli Sibilla Flegrea, venne ripescata, mentre dalla categoria inferiore furono promosse Isola di Procida, Atletico Nocera (il cui titolo sportivo fu trasferito a Mercato San Severino e rilevato dalla Sanseverinese), Sarnese, Serre Alburni, Sanità e Baratta. Dato il ripescaggio in Serie D di Arzanese e Vis Nocera Superiore, la differenza tra ammissioni e retrocessioni in Serie D e la mancata iscrizione di Giugliano e Real Irpinia, si rese necessario il ricorso alle riammissioni. Le società ammesse furono Faiano, San Vitaliano, Real Volturno, Striano, Calpazio, Palmese e Sporting Salerno (ex Baia 2006).

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Come nelle precedenti edizioni l'Eccellenza Campana fu divisa in due gironi da 16 squadre ciascuno. Le squadre si affrontarono in gare di andata e ritorno, per un totale di 30 incontri per squadra. Venivano assegnati tre punti per la vittoria, uno per il pareggio e zero per la sconfitta. La composizione dei gironi fu ricavata attraverso criteri geografici: nel girone A parteciparono squadre dell'hinterland napoletano, della provincia di Benevento e della provincia di Caserta; nel girone B parteciparono squadre della provincia di Salerno e della provincia di Avellino, più una compagine del napoletano.

Al termine della stagione regolare la vincitrice di ciascun girone era ammessa in Serie D. Erano previsti play-off in due turni, giocati in casa della meglio piazzata, che coinvolgevano le squadre dal secondo al quinto posto di ciascun girone; tuttavia, in caso di distacco tra due contendenti superiore ad otto punti, l'intero turno di play-off non veniva effettuato e le squadre meglio classificate accedevano al turno successivo. La formula dei play-off prevedeva il passaggio al turno successivo per la vincente dell'incontro, oppure della meglio classificata in caso di risultato di parità dopo 120 minuti. La vincitrice dei play-off di girone era ammessa alla fase nazionale dei play-off (altri due turni) per l'ammissione alla Serie D.

Per quanto riguarda le retrocessioni, l'ultima classificata di ciascun girone retrocedeva direttamente in Promozione. Per determinare le ulteriori retrocessioni, erano previsti dei play-out a turno unico, giocati in casa della meglio piazzata, tra dodicesima e quindicesima e tra tredicesima e quattordicesima di ciascun girone; tuttavia, in caso di distacco tra due contendenti superiore ad otto punti, l'intero turno di play-out non veniva effettuato e le squadre peggio classificate retrocedevano nella categoria inferiore. La formula dei play-out prevedeva la retrocessione della perdente dell'incontro, oppure della peggio classificata in caso di risultato di parità dopo 120 minuti.

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione: Campania
Alba Sannio
Alba Sannio
Giorgio Ferrini Benevento
Giorgio Ferrini Benevento
Gladiator
Gladiator
Sanità, CTL Campania, Internapoli Camaldoli
Sanità, CTL Campania, Internapoli Camaldoli
Isola di Procida
Isola di Procida
Libertas Stabia
Libertas Stabia
Monte di Procida
Monte di Procida
Quarto
Quarto
Real Volturno
Real Volturno
Rita Ercolano
Rita Ercolano
San Vitaliano
San Vitaliano
Stasia
Stasia
Striano
Striano
Virtus Volla
Virtus Volla
Ubicazione delle squadre partecipanti
Club Città Stadio Stagione 2009-2010
Alba Sannio Durazzano (BN) Stadio Francesco Razzano 11° in Eccellenza Campania/A
CTL Campania Napoli Stadio Dietro la Vigna 4° in Eccellenza Campania/A
G. Ferrini Benevento Benevento (BN) Stadio Gennaro Meomartini 11° in Eccellenza Campania/B
Gladiator Santa Maria Capua Vetere (CE) Stadio Mario Piccirillo 7° in Eccellenza Campania/A
Internapoli Camaldoli Napoli Campo Sportivo Kennedy A 2° in Eccellenza Campania/A
Isola di Procida Procida (NA) Stadio Mario Spinetti 1° in Promozione Campania/A
Libertas Stabia Castellammare di Stabia (NA) Stadio Romeo Menti 6° in Eccellenza Campania/A
Monte di Procida Cappella Monte di Procida (NA) Stadio Vezzuto-Marasco 10° in Eccellenza Campania/A
Quarto Quarto (NA) Stadio Castrese Giarrusso 5° in Eccellenza Campania/A
Real Volturno Alvignano (CE) Stadio Comunale di Alvignano 3° in Promozione Campania/A
Rita Ercolano Ercolano (NA) Stadio Raffaele Solaro 13° in Eccellenza Campania/A
Sanità Napoli Stadio San Gennaro dei Poveri 3° in Promozione Campania/B
San Vitaliano San Vitaliano (NA) Stadio Comunale di San Vitaliano 8° in Promozione Campania/B
Stasia Sant'Anastasia (NA) Stadio Agostino De Cicco 8° in Eccellenza Campania/A
Striano Striano (NA) Stadio Mulitiello 14° in Eccellenza Campania/B
Virtus Volla Volla (NA) Stadio Paolo Borsellino 12° in Eccellenza Campania/A

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Bianco e Celeste.svg CTL Campania 67 30 20 7 3 51 15 +36
Noatunloopsong.png 2. Virtus Volla 52 30 15 7 8 42 30 +12
1uparrow green.svg 3. Internapoli Camaldoli 49 30 13 10 7 41 27 +14
Noatunloopsong.png 4. Libertas Stabia 47 30 13 8 9 45 33 +12
5. Flag blue HEX-539ADE.svg Alba Sannio[1] 46 30 13 10 7 49 37 +12
6. 600px Giallo e Blu.svg Monte di Procida Cappella 43 30 10 13 7 47 39 +8
6. 600px Blu e Bianco diagonale.png Sanità 43 30 10 13 7 33 28 +5
8. Rosso e Blu.svg Real Volturno[2] 38 30 10 8 12 45 46 -1
9. Quarto 37 30 9 10 11 42 41 +1
9. 600px Bianco e Rosso Strisce.svg Isola di Procida 37 30 9 10 11 41 44 -3
11. Gladiator 36 30 8 12 10 42 45 -3
Noatunloopsong.png 12. 600px Giallo e Rosso Strisce-Flag.svg G. Ferrini Benevento 33 30 9 6 15 35 55 -20
1downarrow red.svg 13. San Vitaliano 29 30 6 11 13 32 48 -16
Noatunloopsong.png 14. 600px Giallo e Rosso Strisce-Flag.svg Striano[3] 29 30 5 14 11 24 37 -13
2rightarrow.png 15. Stasia[4] 28 30 6 10 14 37 51 -14
1downarrow red.svg 16. Flag maroon HEX-7B1C20.svg Rita Ercolano 24 30 5 9 16 33 63 -30

Legenda:
      Promosse in Serie D 2011-2012.
      Retrocesse in Promozione 2011-2012.
      Non iscritta alla stagione successiva.

Note:
Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

  • Alba Sannio penalizzata di 3 punti.

Spareggi[modifica | modifica wikitesto]

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]
Squadra 1 Ris. Squadra 2
Virtus Volla 0 - 0 Flag blue HEX-539ADE.svg Alba Sannio
Internapoli Camaldoli 1 - 1 Libertas Stabia
Volla
8 maggio 2011
Virtus Volla0 – 0Azzurro.png Alba Sannio

Napoli
8 maggio 2011
Internapoli Camaldoli1 – 1Libertas Stabia

Finale[modifica | modifica wikitesto]
Squadra 1 Ris. Squadra 2
Virtus Volla 0 - 1 Internapoli Camaldoli
Volla
15 maggio 2011
Virtus Volla0 – 1Internapoli Camaldoli

Play-out[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Ris. Squadra 2
G. Ferrini Benevento 600px Giallo e Rosso Strisce-Flag.svg 2 - 1 Stasia
San Vitaliano 0 - 1 600px Giallo e Rosso Strisce-Flag.svg Striano
Benevento
8 maggio 2011
G. Ferrini Benevento Giallo e Rosso (Strisce).png2 – 1Stasia

San Vitaliano
8 maggio 2011
San Vitaliano0 – 1Giallo e Rosso (Strisce).png Striano

Verdetti finali[modifica | modifica wikitesto]

  • CTL Campania e, dopo i play-off nazionali, Internapoli Camaldoli promosse in Serie D.
  • Rita Ercolano e, dopo i play-out, San Vitaliano retrocesse in Promozione.
  • Alba Sannio non iscritta alla stagione successiva.
  • Stasia inizialmente retrocesso in Promozione, viene successivamente ripescato.

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione: Campania
Agropoli
Agropoli
Baratta
Baratta
Calpazio
Calpazio
Campagna
Campagna
Faiano
Faiano
Gelbison
Gelbison
Sarnese, Ippogrifo Sarno
Sarnese, Ippogrifo Sarno
Palmese
Palmese
Real Poseidon
Real Poseidon
Sanseverinese
Sanseverinese
Serino
Serino
Serre Alburni
Serre Alburni
Solofra
Solofra
Sporting Salerno
Sporting Salerno
Vis San Giorgio
Vis San Giorgio
Ubicazione delle squadre partecipanti
Club Città Stadio Stagione 2009-2010
Agropoli Agropoli (SA) Stadio Raffaele Guariglia 5° in Eccellenza Campania/B
Baratta Battipaglia (SA) Stadio Sant'Anna 2° in Promozione Campania/D
Calpazio Capaccio (SA) Stadio Tenente M. Vaudano 4° in Promozione Campania/D
Campagna Campagna (SA) Stadio Dony Rocco 6° in Eccellenza Campania/B
Faiano Pontecagnano Faiano (SA) Stadio 23 giugno 1978 7° in Promozione Campania/B
Gelbison Vallo della Lucania (SA) Stadio Giovanni Morra 7° in Eccellenza Campania/B
Ippogrifo Sarno Sarno (SA) Stadio Felice Squitieri 4° in Eccellenza Campania/B
Palmese Palma Campania (NA) Stadio Comunale di Palma Campania 3° in Promozione Campania/C
Real Poseidon[5] San Valentino Torio (SA) Stadio Comunale di San Valentino Torio 8° in Eccellenza Campania/B
Sanseverinese[6] Mercato San Severino (SA) Stadio Superga 1° in Promozione Campania/B (come Atletico Nocera)
Sarnese Sarno (SA) Stadio Felice Squitieri 1° in Promozione Campania/C
Serino Serino (AV) Stadio Salvatore Mariconda 9° in Eccellenza Campania/B
Serre Alburni Serre (SA) Stadio Attilio Conforti 1° in Promozione Campania/D
Solofra Solofra (AV) Stadio Agostino Gallucci 13° in Eccellenza Campania/B
Sporting Salerno[7][8] Salerno Stadio 28 settembre 1943 (Scafati) 12° in Eccellenza Campania/B (come Baia 2006)
Vis San Giorgio[9] Castel San Giorgio (SA) Stadio Domenico Sessa 10° in Eccellenza Campania/B (come Paestum Città dei Templi)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. 600px Giallo e Blu.svg Serre Alburni[10] 71 30 22 5 3 49 12 +37
Noatunloopsong.png 2. Flag maroon HEX-7B1C20.svg Ippogrifo Sarno 67 30 21 4 5 54 26 +28
1uparrow green.svg 3. Sarnese 62 30 20 2 8 52 22 +30
4. Bianco e Nero.svg Baratta 55 30 15 10 5 36 21 +15
5. 600px Bianco e Celeste (Strisce).svg Sanseverinese 50 30 14 8 8 38 31 +7
6. 600px Giallo e Blu.svg Sporting Salerno[11] 45 30 10 15 5 31 22 +9
7. Palmese 41 30 11 8 11 36 35 +1
8. Faiano 37 30 10 7 13 24 30 -6
9. Rosso e blu (strisce) 2.svg Vis San Giorgio[12] 36 30 9 9 12 28 39 -11
10. Gelbison[13] 34 30 9 7 14 38 38 +0
11. 600px Giallo e Blu.svg Solofra[14] 31 30 9 4 17 20 41 -21
Noatunloopsong.png 12. 600px Giallo e Rosso Strisce-Flag.svg Real Poseidon[15] 30 30 8 6 16 29 40 -11
Noatunloopsong.png 13. Calpazio 29 30 7 8 15 18 39 -21
1downarrow red.svg 14. Bianco e Granata.svg Campagna 24 30 4 12 14 18 32 -14
2rightarrow.png 15. Agropoli[4] 23 30 4 11 15 22 39 -17
1downarrow red.svg 16. Flag blue HEX-539ADE.svg Serino 22 30 4 10 16 17 43 -26

Legenda:
      Promosse in Serie D 2011-2012.
      Retrocesse in Promozione 2011-2012.

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Spareggi[modifica | modifica wikitesto]

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]
Squadra 1 Ris. Squadra 2
Ippogrifo Sarno Flag maroon HEX-7B1C20.svg -[16] Sanseverinese
Sarnese -[16] Bianco e Nero.svg Baratta
Ippogrifo Sarno Granata.png – 
non disputata
Sanseverinese

Sarnese – 
non disputata
Bianco e Nero.svg Baratta

Finale[modifica | modifica wikitesto]
Squadra 1 Ris. Squadra 2
Ippogrifo Sarno Flag maroon HEX-7B1C20.svg 1 - 2 Sarnese
Sarno
15 maggio 2011
Ippogrifo Sarno Granata.png1 – 2Sarnese

Play-out[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Ris. Squadra 2
Real Poseidon 600px Giallo e Rosso Strisce-Flag.svg 1 - 1 Agropoli
Calpazio 3 - 1 Bianco e Granata.svg Campagna
San Valentino Torio
8 maggio 2011
Real Poseidon Giallo e Rosso (Strisce).png1 – 1Agropoli

Capaccio Scalo
8 maggio 2011
Calpazio3 – 1Bianco e Granata.svg Campagna

Verdetti finali[modifica | modifica wikitesto]

  • Serre Alburni e, dopo i play-off nazionali, Sarnese promosse in Serie D.
  • Serino e, dopo i play-out, Campagna retrocesse in Promozione.
  • Baratta e Gelbison[13] non iscritte alla stagione successiva.
  • Agropoli inizialmente retrocesso in Promozione, viene successivamente ripescato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 3 punti di penalizzazione.
  2. ^ A fine stagione si trasferì a Marcianise e si fuse con la scuola calcio Vernal per dar vita alla Progreditur Marcianise.
  3. ^ A fine stagione si trasferì a San Sebastiano al Vesuvio cambiando denominazione in San Sebastiano.
  4. ^ a b Ripescato in Eccellenza a completamento organici.
  5. ^ Ufficiosamente nota come San Valentino.
  6. ^ Precedentemente noto come Atletico Nocera.
  7. ^ Precedentemente noto come Baia 2006.
  8. ^ Ufficiosamente noto come Sporting Scafati.
  9. ^ Precedentemente noto come Paestum Città dei Templi.
  10. ^ Al termine della stagione si trasferì a Vallo della Lucania.
  11. ^ Al termine della stagione si trasferì a Scafati.
  12. ^ Al termine della stagione si trasferì a Cava de' Tirreni cambiando denominazione in Città de la Cava.
  13. ^ a b La Gelbison CilentoVallo, pur avendo mantenuto la permanenza in categoria, non effettuò l'iscrizione in Eccellenza; nonostante ciò partecipò al campionato di Serie D dopo che il titolo sportivo del Serre Alburni venne trasferito da Serre a Vallo della Lucania, dando vita alla Gelbison Vallo della Lucania.
  14. ^ Al termine della stagione si trasferì ad Atripalda.
  15. ^ Al termine della stagione si trasferì ad Angri.
  16. ^ a b Qualificata al secondo turno delle gare di play-off, in ragione di distacco in classifica, tra la seconda e la quinta classificata, superiore agli otto punti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]