42ª Squadriglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
42ª Squadriglia
Descrizione generale
Attiva15 aprile 1916 - 15 ottobre 1917
NazioneItalia Italia
ServizioRA-emblem.png Servizio Aeronautico
Lesser coat of arms of the Kingdom of Italy (1929-1943).svgRegio Esercito
Regia Aeronautica
campo voloChiasottis di Risano (Pavia di Udine)
Medeuzza
Aeroporto di Bari-Palese
Valona
velivoliCaudron G.3
Caudron G.4
IMAM Ro.37bis
Battaglie/guerreprima guerra mondiale
Seconda guerra mondiale
Parte di
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

La 42ª Squadriglia del Servizio Aeronautico del Regio Esercito da 15 aprile 1916 era sul campo di Chiasottis di Risano (Pavia di Udine) con aerei Caudron.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Prima guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 aprile 1916, nel cambio dei nomi di tutte le squadriglie, la 2ª Squadriglia per l'artiglieria di Chiasottis di Risano (Pavia di Udine) su Caudron G.3 diventa 42ª Squadriglia al comando del capitano osservatore Tiziano Negro Filosso e dal 30 aprile entra nel V Gruppo per la 3ª Armata. Disponeva di 10 piloti tra cui il sottotenente Luigi Olivi e 6 osservatori tra cui il sottotenente Manlio Molfese. Il 12 giugno si sposta a Trissino, il 23 luglio torna a Chiasottis ed a settembre va a Medeuzza con 8 piloti tra cui il Sottotenente Piero Massoni e 7 osservatori. Nel 1916 svolge 370 voli di guerra di cui 48 osservazioni di tiro e 322 ricognizioni facendo 320 fotografie.

Al 1º gennaio 1917 dispone di 9 Caudron con 7 piloti e 10 osservatori. Poi arriva anche il S.Ten. Sebastiano Bedendo ed all'inizio dell'anno riceve una Sezione Caudron G.4 armati di mitragliatrice. Come le altre squadriglie Caudron, il 15 ottobre 1917 viene sciolta dopo aver svolto durante il conflitto 850 voli di guerra.[1]

Seconda guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Al 10 giugno 1940 era all'Aeroporto di Bari-Palese con 7 IMAM Ro.37bis nel 66º Gruppo del 20º Stormo Osservazione Aerea dell'Aviazione Ausiliaria per l'Esercito. Il 28 ottobre 1940 nell'ambito della Campagna italiana di Grecia è in Albania nel 72º Gruppo O.A. dislocata a Valona. Dopo l'Invasione della Jugoslavia dell'aprile 1941 partecipa alle operazioni di contro guerriglia nel 70º Gruppo a Valona.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I Reparti dell'aviazione italiana nella Grande Guerra, AM Ufficio Storico - Roberto Gentilli e Paolo Varriale, 1999 pagg. 199-200

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • I Reparti dell'aviazione italiana nella Grande Guerra, AM Ufficio Storico - Roberto Gentilli e Paolo Varriale, 1999
  • Manlio Molfese, L'aviazione da ricognizione italiana durante la grande guerra europea (maggio 1915-novembre-1918), Roma, Provveditorato generale dello Stato, 1925.
  • I reparti dell'Aeronautica Militare, Roma, Ufficio Storico Stato Maggiore dell'Aeronautica, 1977.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]