5ª Squadriglia per l'artiglieria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
5ª Squadriglia per l'artiglieria
Descrizione generale
Attiva15 ottobre 1915 - 15 aprile 1916
NazioneItalia Italia
ServizioRA-emblem.png Servizio Aeronautico
Lesser coat of arms of the Kingdom of Italy (1929-1943).svgRegio Esercito
campo voloCampo di aviazione di Oleis di Manzano
velivoliCaudron G.3
Battaglie/guerreprima guerra mondiale
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

La 5ª Squadriglia per l'artiglieria del Servizio Aeronautico del Regio Esercito fu costituita il 15 ottobre 1915 con aerei Caudron G.3.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costituita il 15 ottobre 1915 al Campo di aviazione di Oleis (campo di Azzano) di Manzano su Caudron G.3 la 5ª Squadriglia viene mobilitata il 21 ottobre schierandosi per il Comando di artiglieria dell'VIII Corpo d'armata della 2ª Armata al comando del capitano Raul Lampugnani, altri 8 piloti e 8 osservatori. Nel 1915 esegue 32 voli di guerra.

Al 1º gennaio 1916 dispone di 6 piloti e 5 osservatori ed il 4 marzo Lampugnani lascia il comando al cap. osservatore Vittorio Giovine. Il 15 aprile dopo il cambio dei nomi delle squadriglie diventa 45ª Squadriglia.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I Reparti dell'aviazione italiana nella Grande Guerra, AM Ufficio Storico - Roberto Gentilli e Paolo Varriale, 1999 pagg. 72-73

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franks, Norman; Guest, Russell; Alegi, Gregory. Above the War Fronts: The British Two-seater Bomber Pilot and Observer Aces, the British Two-seater Fighter Observer Aces, and the Belgian, Italian, Austro-Hungarian and Russian Fighter Aces, 1914–1918: Volume 4 of Fighting Airmen of WWI Series: Volume 4 of Air Aces of WWI. Grub Street, 1997. ISBN 1-898697-56-6, ISBN 978-1-898697-56-5.
  • I Reparti dell'aviazione italiana nella Grande Guerra, AM Ufficio Storico - Roberto Gentilli e Paolo Varriale, 1999

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]