272ª Squadriglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
272ª Squadriglia
Descrizione generale
Attiva15 maggio 1918 - 6 dicembre 1918
NazioneItalia Italia
ServizioRA-emblem.png Corpo Aeronautico
Lesser coat of arms of the Kingdom of Italy (1929-1943).svgRegio Esercito
Stazione idrovolantiPorto di Civitavecchia
IdrovolantiFBA Type H
SIAI S.8
Ansaldo S.V.A. ISVA
Battaglie/guerrePrima Guerra Mondiale
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

La 272ª Squadriglia fu un reparto attivo nel Corpo Aeronautico del Regio Esercito (Prima guerra mondiale).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º giugno 1917 la 9ª Sezione FBA che svolgeva servizio di posta aerea dal 27 giugno con la Sardegna a Terranova Pausania era comandata dal Capitano Umberto Bortolozzo e poi dal Cap. Armando Jacoponi con 2 FBA Type H nel Porto di Civitavecchia. La Sezione Postale va poi al comando del Tenente Adriano Villa ed in seguito al Cap. Enrico Landi. Il 15 maggio 1918 diventa 272ª Squadriglia con 5 FBA ed in estate opera per difesa del traffico navale in supporto alla 271ª Squadriglia. In estate arrivano 4 SIAI S.8 ed un Ansaldo S.V.A. ISVA, in settembre ci sono 3 S.8 ed alla fine della guerra arriva un altro ISVA. Viene sciolta il 6 dicembre dopo aver fatto 90 collegamenti postali.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I Reparti dell'aviazione italiana nella Grande Guerra, AM Ufficio Storico - Roberto Gentilli e Paolo Varriale, 1999 pagg. 416-417

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • I Reparti dell'aviazione italiana nella Grande Guerra, AM Ufficio Storico - Roberto Gentilli e Paolo Varriale, 1999.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]