15ª Squadriglia da ricognizione e combattimento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
15ª Squadriglia da ricognizione e combattimento
Descrizione generale
Attiva1914 - 15 settembre 1915
NazioneItalia Italia
ServizioRA-emblem.png Servizio Aeronautico
Lesser coat of arms of the Kingdom of Italy (1929-1943).svgRegio Esercito
campo voloPiacenza
Pordenone
velivoliBlériot XI
Caproni Ca.18
Caproni 2 Parasol 100 hp (variante del Caproni Ca.22)
Battaglie/guerreprima guerra mondiale
Parte di
III Gruppo (poi 3º Gruppo caccia terrestre)
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

La 15ª Squadriglia da ricognizione e combattimento del Servizio Aeronautico del Regio Esercito fu operativa dal giugno 1915 sul campo di Pordenone con aerei Caproni Ca.18.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1914 la 15ª Squadriglia volava sui Bleriot e nel mese di aprile 1915 era dotata 7 Caproni Ca.18 80 cv inquadrata nel III Gruppo (poi 3º Gruppo caccia terrestre). All'inizio della guerra resta a Piacenza comandata dal Capitano Umberto Rossi che dispone di altri 4 piloti ed il 24 giugno si sposta a Pordenone per il Parco d'Assedio di Artiglieria per transitare sui Caproni 2 Parasol 100 hp (variante del Caproni Ca.22) che doveva ritirare a Vizzola Ticino. Il 30 giugno arrivano i nuovi aerei ma dopo gli incidenti sul nuovo aereo, di cui uno che causa la morte di un pilota per la rottura di un'ala, la squadriglia viene sciolta il 15 settembre 1915.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I Reparti dell'aviazione italiana nella Grande Guerra, AM Ufficio Storico - Roberto Gentilli e Paolo Varriale, 1999 pagg. 68-69

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • I Reparti dell'aviazione italiana nella Grande Guerra, AM Ufficio Storico - Roberto Gentilli e Paolo Varriale, 1999

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]