Provincia di Cagliari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Provincia di Cagliari
provincia
Provincia di Cagliari – Stemma Provincia di Cagliari – Bandiera
Palazzo Reale, sede della Provincia.
Palazzo Reale, sede della Provincia.
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Sardegna-Stemma.svg Sardegna
Capoluogo Cagliari
Presidente Pietro Cadau (commissario regionale) dal 1º luglio 2013[1]
Data di istituzione 1859
Territorio
Coordinate
del capoluogo
39°12′56″N 9°06′59″E / 39.215556°N 9.116389°E39.215556; 9.116389 (Provincia di Cagliari)Coordinate: 39°12′56″N 9°06′59″E / 39.215556°N 9.116389°E39.215556; 9.116389 (Provincia di Cagliari)
Superficie 4 596 km²
Abitanti 551 029[2] (30-08-2013)
Densità 119,89 ab./km²
Comuni 71 comuni
Province confinanti Carbonia-Iglesias, Medio Campidano, Nuoro, Ogliastra
Altre informazioni
Lingue italiano, sardo campidanese
Cod. postale 09010-09033, 09035-09049, 09090, 09100
Prefisso 070, 0781, 0782
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 092
Targa CA
Localizzazione

Provincia di Cagliari – Localizzazione

Sito istituzionale

La provincia di Cagliari (provìncia de Casteddu[3] in sardo campidanese) è una provincia italiana della Sardegna di 551 029 abitanti (il 34% circa della popolazione sarda) e si estende per 4.569 km² (il 19% del territorio sardo), comprendendo 71 comuni. Affacciata a sud e ad est sul mar Mediterraneo, confina a nord con le province di Nuoro, dell'Ogliastra e di Oristano, ad ovest le province di Carbonia-Iglesias e del Medio Campidano.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Fanno parte del territorio provinciale lo stagno di Cagliari e il lago di Mulargia.

I fiumi[modifica | modifica sorgente]

I laghi[modifica | modifica sorgente]

Corongiu, Simbirizzi.

Gli stagni[modifica | modifica sorgente]

All'interno del territorio provinciale si possono trovare alcuni stagni:

I monti[modifica | modifica sorgente]

Sette Fratelli, monte Serpeddì, monte Genis.

Il mare[modifica | modifica sorgente]

Poetto

Trasporti e collegamenti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti stradali principali[modifica | modifica sorgente]

Strade statali[modifica | modifica sorgente]

Le strade statali che attraversano la provincia di Cagliari sono:

Collegamenti ferroviari[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Rete ferroviaria della Sardegna.

Ferrovie principali[modifica | modifica sorgente]

Metrotranvie e suburbane[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti aerei[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti marittimi[modifica | modifica sorgente]

La provincia si avvale principalmente del porto di Cagliari, collegato regolarmente con i porti di:

Storia[modifica | modifica sorgente]

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Il territorio dell'attuale provincia è abitato a partire dalla preistoria e dall'età nuragica.

L'istituzione[modifica | modifica sorgente]

Lo stemma provinciale

Stemma provinciale[modifica | modifica sorgente]

È stato istituito per decreto il 17 marzo 1938. Descrizione originale: Partito: al 1° d'argento caricato da una croce di rosso accantonata da quattro teste di moro bendate. Sulla croce, al centro, un disco ovale carico di un'aquila al naturale coronata d'oro, con le ali spiegate, portante in petto lo scudetto sabaudo e cioè di rosso alla croce d'argento.; al 2° inquartato, al 1° e 4° di rosso alla croce d'argento, al 2° e 3° d'argento al torrione aperto e finestrato sormontato da tre torrette di cui la mediana più alta, uscente da un mare fluttuoso.

Sede[modifica | modifica sorgente]

La sede principale dell'istituzione si trova in piazza palazzo, nel quartiere Castello di Cagliari, all'interno del palazzo viceregio di Cagliari, storico edificio un tempo residenza del viceré durante le dominazioni aragonese, spagnola e sabauda.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Università[modifica | modifica sorgente]

Nella provincia si trova l'Università degli studi di Cagliari, che ha la sede principale a Cagliari, che con i suoi 35000 studenti è una delle università più importanti d'Italia. Istituita ufficialmente da papa Paolo V nel 1607, l'Universitas Studiorum Caralitana iniziò ufficialmente la propria attività nel 1626.

Lingua[modifica | modifica sorgente]

Nella provincia è parlato il sardo nella sua variante campidanese. Un sottovariante del dialetto all'interno della provincia è il cagliaritano (casteddaju) o campidanese comune o cittadino (parlato a Cagliari, sulla fascia costiera del golfo da Quartu Sant'Elena, Sinnai e Villasimius, e nel Campidano dai ceti più elevati).

Modifiche amministrative[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Nuove province sarde.

In seguito alla legge regionale n. 9 del 2001 e successive integrazioni, è stata effettuata una nuova ripartizione del territorio della Regione Autonoma della Sardegna, che ha portato il numero delle province da quattro a otto. Le modifiche hanno assunto piena operatività a partire dal maggio 2005, quando si sono svolte le elezioni per rinnovare tutti i Consigli provinciali. La Provincia di Cagliari ha subìto le seguenti modificazioni:

Ha perso, complessivamente, una popolazione di 217.000 abitanti e una superficie di 2.324 km².

In seguito ai Referendum del 2012 in Sardegna, e al progetto di abolizione o riforma delle province in Sardegna approvato dal Consiglio Regionale il 24 maggio 2012,[4] secondo gli attuali intendimenti della Regione la Provincia di Cagliari dovrebbe dar vita a un nuovo ente amministrativo o essere abolita il 1º marzo 2013[5][6][7], scadenza poi prorogata al 1º luglio 2013[8].

Comuni[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Armoriale dei comuni della provincia di Cagliari.

Di seguito è riportata la lista dei 71 comuni della Provincia di Cagliari (dei quali due hanno il titolo di Città: Cagliari e Quartu Sant'Elena)[9]:

Stemma Comune
Popolazione
(ab)
Superficie
(km²)
Densità
(ab/km²)
Altitudine
(m s.l.m.)
Armungia-Stemma.png
Armungia 504 54,79 10,66 366
Assemini-Stemma.png
Assemini 26.882 117,50 228,78 6
Ballao-Stemma.png
Ballao 907 46,68 20,80 98
Barrali-Stemma.png
Barrali 1.113 11,46 93,89 140
Burcei-Stemma.png
Burcei 2.919 94,97 30,74 648
Cagliari-Stemma.png
Cagliari 150.727 85,45 1.839,93 23
Capoterra-Stemma.png
Capoterra 23.892 68,25 350,07 54
Castiadas-Stemma.png
Castiadas 1.515 102,70 13,70 60
Decimomannu-Stemma.png
Decimomannu 7.814 28,05 278,57 10
Decimoputzu-Stemma.png
Decimoputzu 4.239 44,81 89,82 17
Dolianova-Stemma.png
Dolianova 9.234 84,60 104,09 212
Domus de Maria-Stemma.png
Domus de Maria 1.703 96,78 15,96 174
Donori-Stemma.png
Donori 2.102 35,17 59,76 141
Elmas-Stemma.png
Elmas 9.028 13,70 658,98 7
Escalaplano-Stemma.png
Escalaplano 2.301 93,88 26,97 338
Escolca-Stemma.png
Escolca 616 14,72 41,84 416
Esterzili-Stemma.png
Esterzili 765 100,78 8,38 731
Gergei-Stemma.png
Gergei 1.329 36,07 40,39 374
Gesico-Stemma.png
Gesico 905 25,56 38,65 300
Goni-Stemma.png
Goni 530 18,71 29,72 383
Guamaggiore-Stemma.png
Guamaggiore 1.047 16,84 64,25 199
Guasila-Stemma.png
Guasila 2.811 43,55 68,15 210
Isili-Stemma.png
Isili 3.017 67,93 45,34 523
Mandas-Stemma.png
Mandas 2.316 45,04 54,20 457
Maracalagonis-Stemma.png
Maracalagonis 7.553 101,60 72,00 82
Monastir-Stemma.png
Monastir 4.580 31,76 141,56 81
Monserrato-Stemma.png
Monserrato 20.829 6,50 3.204,46 2
Muravera-Stemma.png
Muravera 5.209 94,70 54,44 9
Nuragus-Stemma.png
Nuragus 971 19,87 51,59 359
Nurallao-Stemma.png
Nurallao 1.365 34,76 41,17 403
Nuraminis-Stemma.png
Nuraminis 2.822 45,29 62,31 91
Nurri-Stemma.png
Nurri 2.327 73,90 32,90 612
Orroli-Stemma.png
Orroli 2.479 75,67 36,37 550
Ortacesus-Stemma.png
Ortacesus 932 23,56 42,83 161
Pimentel-Stemma.png
Pimentel 1.188 14,98 82,64 154
Quartucciu-Stemma.png
Quartucciu 13.321 27,87 386,29 14
Quartu Sant'Elena-Stemma.png
Quartu Sant'Elena 71.535 96,28 742,99 6
Pula (Italia)-Stemma.png
Pula 7.340 138,79 47,09 10
Sadali-Stemma.png
Sadali 946 49,88 21,13 705
Samatzai-Stemma.png
Samatzai 1.746 31,12 56,11 66
San Basilio (Italia)-Stemma.png
San Basilio 1.291 44,83 31,54 415
San Nicolò Gerrei-Stemma.png
San Nicolò Gerrei 897 62,64 15,60 365
San Sperate-Stemma.png
San Sperate 7.737 26,15 260,84 41
Sant'Andrea Frius-Stemma.png
Sant'Andrea Frius 1.857 36,43 51,94 280
San Vito (Italia)-Stemma.png
San Vito 3.836 231,55 16,82 10
Sarroch-Stemma.png
Sarroch 5.334 67,88 77,24 87
Selargius-Stemma.png
Selargius 29.130 26,71 1.090,60 10
Selegas-Stemma.png
Selegas 1.449 20,51 74,26 234
Senorbì-Stemma.png
Senorbì 4.419 34,35 128,65 199
Serdiana-Stemma.png
Serdiana 2.570 55,66 40,95 171
Serri-Stemma.png
Serri 699 19,13 39,73 340
Sestu-Stemma.png
Sestu 19.678 48,32 407,24 44
Settimo San Pietro-Stemma.png
Settimo San Pietro 6.464 23,21 256,31 70
Seulo-Stemma.png
Seulo 911 58,86 17,38 797
Siliqua-Stemma.png
Siliqua 4.046 190,25 21,28 66
Silius-Stemma.png
Silius 1.294 38,34 36,10 585
Sinnai-Stemma.png
Sinnai 16.750 223,38 74,98 133
Siurgus Donigala-Stemma.png
Siurgus Donigala 2.081 76,45 28,63 459
Soleminis-Stemma.png
Soleminis 1.833 12,96 122,45 200
Suelli-Stemma.png
Suelli 1.171 19,24 60,86 256
Teulada-Stemma.png
Teulada 3.818 245,59 16,24 50
Ussana-Stemma.png
Ussana 4.174 32,85 127,06 97
Uta-Stemma.png
Uta 7.623 134,46 55,61 6
Vallermosa-Stemma.png
Vallermosa 2.010 61,81 32,52 70
Villanova Tulo-Stemma.png
Villanova Tulo 1.165 40,31 29,97 570
Villaputzu-Stemma.png
Villaputzu 4.855 181,28 28,08 11
Villasalto-Stemma.png
Villasalto 1.163 130,72 10,35 502
Villa San Pietro-Stemma.png
Villa San Pietro 1.924 39,61 44,89 37
Villasimius-Stemma.png
Villasimius 3.466 58,02 57,20 47
Villasor-Stemma.png
Villasor 7.065 86,61 81,57 26
Villaspeciosa-Stemma.png
Villaspeciosa 2.337 27,35 80,18 7
Provincia di Cagliari-Stemma.png
Provincia di Cagliari 563.180 4.596 122,54

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bollettino ufficiale della Regione Autonoma della Sardegna (PDF), 1º luglio 2013, pp. 3-4. URL consultato il 4 luglio 2013.
  2. ^ Dato Istat. URL consultato l'8 novembre 2013.
  3. ^ Provincia di Cagliari-Provincia de Casteddu.
  4. ^ Referendum, Cappellacci firma decreti. Il Presidente: "Riforme condivise per ripresa morale, sociale e culturale della Sardegna", Regione Autonoma della Sardegna, 25 maggio 2012. URL consultato il 27 maggio 2012.
  5. ^ Politica: Province, via tutte ma tra nove mesi in La Nuova Sardegna, 25 maggio 2012. URL consultato il 27 maggio 2012.
  6. ^ Province, inizia il conto alla rovescia Gli enti scompariranno a febbraio 2013 in L'Unione Sarda, 26 maggio 2012. URL consultato il 27 maggio 2012.
  7. ^ Province in vita per altri 9 mesi, il Consiglio approva la legge. In Aula rissa Maninchedda-Stochino in Radiopress.it. URL consultato il 27 maggio 2012.
  8. ^ Province, arriva la proroga ma solo sino a giugno 2013 (PDF) in L'Unione Sarda, 27 febbraio 2013, p. 9. URL consultato il 2 marzo 2013.
  9. ^ dati: Istat 30/04/2008)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]