La Sinistra (Germania)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La Sinistra
(DE) Die Linke
Die Linke logo.svg
Presidente Katja Kipping
Bernd Riexinger
Vicepresidente Sahra Wagenknecht
Caren Lay
Axel Troost
Jan van Aken
Stato Germania Germania
Fondazione 16 giugno 2007
Sede Karl-Liebknecht-Haus, 28
10 178 Berlino
Ideologia Socialismo democratico[1]
Collocazione Sinistra
Partito europeo Partito della Sinistra Europea
Gruppo parlamentare europeo Sinistra Unitaria Europea - Sinistra Verde Nordica
Seggi Bundestag
76 / 622
Seggi nei Parlamenti dei Land
178 / 1890
Seggi Europarlamento
7 / 99
Iscritti 77 645
Sito web die-linke.de

La Sinistra (in tedesco Die Linke) è un partito politico tedesco di sinistra, nato dalla fusione tra il Partito della Sinistra e il movimento Lavoro e Giustizia sociale - Alternativa elettorale di Oskar Lafontaine, ex leader dei socialdemocratici, fuoriuscito dall'SPD.

A livello europeo è membro del Partito della Sinistra Europea e i suoi esponenti siedono nel gruppo Sinistra Unitaria Europea - Sinistra Verde Nordica.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nelle elezioni del 2005 il partito ha ottenuto l'8,7% dei voti con 51 seggi e gode di una rilevante rappresentatività politica sia in ambito nazionale che in ambito locale (tanto nei territori dell'ex-DDR quanto in Germania Occidentale, anche se qui in misura minore).

Nelle elezioni comunali in Sassonia, svoltesi l'8 giugno 2008, a livello regionale il partito ha raggiunto il 18,7% dei voti.

Al 30 dicembre 2008 il partito ha resa nota la cifra di 75.968 iscritti[2].

Alle elezioni locali dell'agosto 2009 Die Linke ha ottenuto il 20,6% in Sassonia, il 27,4% in Turingia (diventando in entrambe il secondo partito dopo la CDU) e 21,3% nella Saar[3].

Alle elezioni federali del 27 settembre 2009 la Linke ha registrato un forte incremento dell'elettorato, raggiungendo quota 12% e guadagnando 76 seggi nel Bundestag. Con queste elezioni la Linke si riconferma quarta forza politica della Germania superando il partito dei verdi.[4]

Karl-Liebknecht-Haus, la sede della Linke

Ideologia[modifica | modifica sorgente]

Die Linke è un partito a ispirazione socialista democratica.[1]

Al suo interno si trovano comunque varie aree o correnti politiche che si attestano su diverse posizioni socialiste, eurocomuniste, comuniste di stampo più ortodosso e più legate all'esperienza della Germania Est, ecologiste e anticapitaliste: tra le varie aree infatti troviamo la Antikapitalistische Linke, la Kommunistische Plattform, (legati alla DDR) la Emanzipatorische Linke (attestata su posizioni socialcomuniste più libertarie), la Sozialistische Linke (eurocomunisti e più in generale socialisti), il Forum Demokratischer Sozialismus e il Netzwerk Reformlinke (i due ultimi sostengono l'alleanza con il Partito Socialdemocratico Tedesco).[senza fonte]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Wolfram Nordsieck, Germany in Parties and elections. URL consultato l'8 agosto 2013.
  2. ^ DIE LINKE: Mitgliederzahlen September 2009
  3. ^ Parties and Elections in Europe
  4. ^ Alle elezioni regionali del 9 maggio 2010 nel Nord Reno-Westfalia il partito raccoglie il 5,6% ed ottiene 11 eletti, confermando una forte crescita anche nelle regioni occidentali del paese. Germania: forte affermazione del partito Die Linke in Euronews, 29 settembre 2009. URL consultato il 24 ottobre 2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

socialismo Portale Socialismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di socialismo