Portale:Unione europea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Portale Unione europea
modifica
Flag of Europe.svg
Flag of Europe.svg




WIKIPEDIA
PORTALE UNIONE EUROPEA

L'Unione europea (UE) è un'organizzazione di tipo sovranazionale e intergovernativo, che dal 1º luglio 2013 comprende 28 stati membri indipendenti e democratici. La sua istituzione sotto il nome attuale risale al Trattato di Maastricht del 7 febbraio 1992 (entrato in vigore il 1º novembre 1993), al quale tuttavia gli stati aderenti sono giunti dopo il lungo cammino delle Comunità europee precedentemente esistenti.

L'Unione consiste attualmente di una zona di libero mercato caratterizzata da una moneta unica, l'euro, regolamentata dalla Banca centrale europea e attualmente adottata da 18 dei 28 stati membri; essa presenta inoltre una unione doganale fra i paesi aderenti agli accordi di Schengen, che garantiscono ai suoi cittadini libertà di movimento, lavoro e investimento all'interno degli stati membri. L'Unione presenta, inoltre, una politica agricola comune, una politica commerciale comune e una politica comune della pesca.

L'Unione europea non è una semplice organizzazione intergovernativa (come le Nazioni Unite) né una federazione di Stati (come gli Stati Uniti d'America), ma un organismo sui generis, alle cui istituzioni gli stati membri delegano parte della propria sovranità nazionale. Le sue competenze spaziano dagli affari esteri alla difesa, alle politiche economiche, all'agricoltura, al commercio e alla protezione ambientale. In alcuni di questi campi le funzioni dell'Unione europea la rendono simile a una federazione di stati (per esempio, per quanto riguarda gli affari monetari o le politiche ambientali); in altri settori, per contro, l'Unione è più vicina a una confederazione (per esempio, per quanto riguarda gli affari interni) o a un'organizzazione internazionale (come per la politica estera).

Gli organi principali dell'Unione comprendono il Consiglio dei Ministri, la Commissione, la Corte di Giustizia, il Parlamento, il Consiglio Europeo e la Banca centrale europea. L'istituzione dell'Europarlamento risale al 1950 e dal 1979 i suoi membri sono democraticamente eletti, in tutti i territori dell'Unione, a suffragio universale, per una durata in carica di cinque anni.

Leggi l'articolo

Presidenza di turno
Bandiera dell'Italia

L'Italia, ufficialmente Repubblica Italiana, è una repubblica parlamentare situata nell'Europa meridionale, con una popolazione di 60,8 milioni di abitanti e capitale Roma. Delimitata dall'arco alpino confina a nord, da ovest ad est, con Francia, Svizzera, Austria e Slovenia; il resto del territorio, circondato dai mari Ligure, Tirreno, Ionio ed Adriatico, si protende nel mar Mediterraneo, occupando la penisola italiana e numerose isole (le maggiori sono Sicilia e Sardegna), per un totale di 301 340 k. Gli Stati della Città del Vaticano e di San Marino sono enclavi della Repubblica.

Roma, che fu capitale dell'Impero romano, è stata per secoli il centro politico e culturale della civiltà occidentale. Dopo la caduta dell'Impero romano d'Occidente, l'Italia medievale fu soggetta ad invasioni e dominazioni di popolazioni germaniche, come gli Ostrogoti, i Longobardi ed i Normanni. Nel XV secolo, con la diffusione del Rinascimento, ridivenne il centro culturale del mondo occidentale, ma dopo le guerre d'Italia del XVI secolo ricadde sotto l'egemonia delle potenze straniere, francese, spagnola e austriaca. Durante il Risorgimento combatté per l'indipendenza e per l'unità finché nel 1861 fu proclamato il Regno d'Italia che cessò di esistere nel 1946, dopo il ventennio fascista e la sconfitta nella seconda guerra mondiale quando, a seguito di un referendum istituzionale, lo Stato italiano divenne una repubblica.

L'Italia, nona potenza economica mondiale e quarta a livello europeo, è un paese con un alto standard di vita: l'indice di sviluppo umano è molto alto, 0,854, e la speranza di vita è di 81,4 anni (dati 2010). È membro fondatore dell'Unione europea, della NATO, del Consiglio d'Europa e dell'OCSE, aderisce all'ONU e al trattato di Schengen. È inoltre membro del G7, G8 e G20, partecipa al progetto di condivisione nucleare della NATO, è una delle potenze regionali europee e si colloca in nona posizione nel mondo per le spese militari. L'Italia vanta il maggior numero di siti dichiarati patrimonio dell'umanità dall'UNESCO ed è il quinto paese più visitato del mondo.

Leggi l'articolo

Presidente del Consiglio europeo
Herman Van Rompuy
Herman Van Rompuy appartenente al partito dei Cristiani Democratici e Fiamminghi (Christen-Democratisch en Vlaams, CD&V), è stato Presidente della Camera dei Rappresentanti del Belgio tra il 2007 e il 2008 e Primo ministro del Belgio tra il 2008 e il 2009.

Il 19 novembre 2009, viene indicato, in seguito al vertice informale dei Capi di Stato e di Governo dell'Unione Europea, come Presidente permanente in pectore dell'Unione Europea. Il Presidente della Commissione José Barroso, ha dichiarato che il voto è stato unanime. Ricoprirà la carica a seguito della entrata in vigore ufficiale del Trattato di Lisbona a decorrere dalla fine della presidenza di turno svedese dell'Unione europea, il 1 dicembre 2009, e la conseguente nomina ufficiale da parte dei Governi dell'Unione. Il suo mandato avrà durata di due anni e mezzo.

Leggi l'articolo

Alto Rappresentante per la PESC
Catherine Ashton
Catherine Ashton Ha guidato l'Autorità sanitaria dell'Hertfordshire dal 1998 al 2001 ed è stata anche vicepresidente del Consiglio nazionale per le famiglie monogenitoriali.

Nel 1999 è stata nominata membro della Camera dei Lord con il titolo vitalizio di Baronessa Ashton di Upholland. Durante il governo di Gordon Brown è stata Leader della Camera dei Lord e Lord President of the Council. Dal giugno 2001 è sottosegretaria all'Istruzione, divenendo ministra a partire dal 2002. Nel 2007 è ministro della Giustizia.

Dall'ottobre 2008 è commissaria europea per il commercio.

Il Consiglio europeo straordinario del 19 novembre 2009 la ha designata al ruolo di alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza dell'Unione europea, divenendo di fatto il primo ministro degli Esteri dell'Unione, a seguito dell'entrata in vigore del trattato di Lisbona, fissata per il 1º dicembre dello stesso anno.

In evidenza















Il "Trattato di Lisbona" (noto anche come "Trattato di riforma") è il trattato redatto per sostituire la Costituzione europea bocciata dal no nei referendum francese e olandese del 2005.

L'intesa arriva dopo due anni del "periodo di riflessione" ed è stata preceduta dalla Dichiarazione di Berlino del 25 marzo 2007, in occasione dei 50 anni dell'Europa unita, in cui il cancelliere tedesco Angela Merkel e il premier italiano Romano Prodi esprimevano la volontà di sciogliere il nodo entro pochi mesi al fine di consentire l'entrata in vigore di un nuovo trattato nel 2009, anno delle elezioni del nuovo Parlamento europeo.

Nello stesso periodo nasce il cosiddetto "Gruppo Amato" (formato da politici europei), ufficialmente chiamato "Comitato d'azione per la democrazia europea" (Action Committee for European Democracy, ACED) supportato dalla Commissione europea che ha inviato due suoi rappresentanti alle riunioni. Il gruppo ha avuto il mandato (non ufficiale) di prospettare una riscrittura della Costituzione basata sui criteri che erano emersi durante le consultazioni della Presidenza tedesca con le cancellerie europee. Il risultato è stato presentato il 4 giugno 2007: il nuovo testo presenta in 70 articoli e 12.800 parole circa le stesse innovazioni della Costituzione che aveva 448 articoli e 63.000 parole diventando un punto di riferimento per i negoziati.

Il Consiglio Europeo di Bruxelles, sotto la presidenza tedesca, il 23 giugno 2007 raggiunse l'accordo sul nuovo Trattato di riforma.

Leggi l'articolo

Biografia in evidenza
Altiero Spinelli
Altiero Spinelli (Roma, 31 agosto 1907 – Roma, 23 maggio 1986) è stato un politico e scrittore italiano, soventemente citato come padre fondatore dell'Europa per la sua influenza sull'integrazione europea post-bellica.

Fondatore nel 1943 del Movimento Federalista Europeo, poi co-fondatore dell'Unione dei Federalisti Europei, membro della Commissione Europea dal 1970 al 1976, poi del primo Parlamento europeo eletto a suffragio universale nel 1979. Fu promotore di un progetto di trattato sull'Unione Europea adottato dal Parlamento europeo nel 1984. Viene generalmente attribuita a questo progetto la nascita di una costituzione europea con l'adozione dell'Atto unico europeo. Fu membro del parlamento europeo per dieci anni e rimase uno degli attori politici principale sulla scena europea attraverso il Club del coccodrillo, da lui co-fondato.

Leggi l'articolo

Sapevi che...
Citazioni
« Verrà un giorno in cui anche a voi cadranno le armi di mano! Verrà un giorno in cui la guerra vi parrà altrettanto assurda e impossibile tra Parigi e Londra, tra Pietroburgo e Berlino, tra Vienna e Torino quanto sarebbe impossibile e vi sembrerebbe assurda oggi tra Rouen e Amiens, tra Boston e Filadelfia.[...] Verrà un giorno in cui si vedranno questi due immensi gruppi, gli Stati Uniti d'America, gli Stati Uniti d'Europa posti in faccia l'uno dell'altro, tendersi la mano al di sopra dei mari [...] »
(Victor Hugo, Discorso tenuto al congresso della pace di Parigi, 21 agosto 1849)

Archivio

Altre citazioni su Wikiquote

Notizie
Immagine in evidenza
La porta della Città Vecchia di Tallinn in Estonia, nominata dall' Unione europea, Capitale europea della cultura per il 2011.
Progetti

Aiutaci a tenere aggiornato questo portale e a migliorare le voci inerenti attraverso:

Cosa c'è da fare...
Risorse utili
Categorie di riferimento
Unione europea - Elenchi
Portali collegati
Stati Membri