Elezioni europee del 2004

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elezioni europee del 2004
Unione europea Unione europea
European Parliament election, 2004.png
Commissione europea Commissione Barroso I
Precedenti 1999
Successive 2009

Le elezioni per il Parlamento europeo si sono tenute dal 10 giugno al 13 giugno 2004 nei 25 stati membri dell'Unione europea, utilizzando varie scadenze elettorali secondo le tradizioni locali di ogni nazione. I voti vennero conteggiati alla chiusura delle urne ma i risultati non furono annunciati fino al 13 e 14 giugno per evitare di influenzare i votanti nelle altre nazioni in cui non si era ancora votato. Ciononostante, i Paesi Bassi, che avevano votato giovedì 10, annunciarono i risultati provvisori molto attendibili subito dopo il conteggio, la sera delle elezioni: questo fatto fu aspramente criticato dalla Commissione europea.

Avevano diritto di voto 342 milioni di cittadini europei, il secondo elettorato democratico al mondo dopo l'India. Furono le maggiori elezioni dirette transnazionali della storia, e i 10 nuovi stati membri elessero i loro membri del Parlamento europeo per la prima volta. Il nuovo parlamento vide così i suoi membri salire a 732.

I risultati videro una sconfitta generale dei partiti al governo e un incremento della rappresentanza dei partiti euroscettici. Non fu raggiunta alcuna maggioranza: il bilanciamento dei poteri nel Parlamento rimase lo stesso nonostante i nuovi 10 stati membri.

Le elezione europee del 2004 hanno registrato il più basso tasso di partecipazione. Nonostante l'entrata in Europa di 10 nuovi Paesi, solo la metà degli elettori esercitò realmente il proprio diritto di voto (45%). La Polonia e la Slovacchia furono i paesi in cui si registrò il più alto tasso di astensionismo[1].

Risultati finali[modifica | modifica sorgente]

Risultati finali delle elezioni europee del 2004
Gruppo Composizione Presieduto da MPE
  PPE-DE Conservatori e Democratici Cristiani Hans-Gert Pöttering 268 PE2004e.png
  PSE Socialismo e Social Democrazia Martin Schulz 200
  ALDE Liberalismo e Liberal Democratici Graham Watson 88
  V–ALE Verdi e Regionalisti Daniel Cohn-Bendit
Monica Frassoni
42
  GUE–
NGL
Comunisti ed Estrema Sinistra Francis Wurtz 41
  IND-DEM Euroscettici Jens-Peter Bonde
Nigel Farage
37
  UEN Conservatori Nazionali Brian Crowley
Cristiana Muscardini
27
  NI Independenti nessuno 29 Totale: 732 Fonti: [1][2][3][4]

Risultati per nazione[modifica | modifica sorgente]

Gruppo
Nazione
PPE-DE PSE ELDR Verdi-ALE GUE-NGL EDD UEN NI Seggi %
popolaz. UE
Affluenza
Austria Austria (dettagli) 6 ÖVP 7 SPÖ - 2 Grünen - - - 2 Martin
1 FPÖ
18 2,5% 42,43%
Belgio Belgio (dettagli) 4 CD&V
1 CDH
1 CSP
4 PS
3 SP.A
3 VLD
3 MR
1 Groen
1 Ecolo
- - - 3 VB 24 3,3% 90,81%
Cipro Cipro (dettagli) 2 DISY
1 GTE
1 DIKO - 2 AKEL - - - 6 0,8% 71,19%
Danimarca Danimarca (dettagli) 1 C 5 A 3 V
1 B
1 SF 1 N 1 JB 1 DF - 14 1,9% 47,9%
Estonia Estonia (dettagli) 1 IL 3 SDE 1 KE
1 RE
- - - - - 6 0,8% 26,83%
Finlandia Finlandia (dettagli) 4 Kok 3 SDP 4 Kesk
1 SFP
1 Vihr 1 VAS - - - 14 1,9% 41,1%
Francia Francia (dettagli) 17 UMP 31 PS 11 UDF 6 Verts 3 PCF 3 MPF 7 FN 78 10,7% 42,76%
Germania Germania (dettagli) 40 CDU
9 CSU
23 SPD 7 FDP 13 Grünen 7 PDS - - - 99 13,5% 43,0%
Grecia Grecia (dettagli) 11 ND 8 PASOK - - 3 KKE
1 SYN
1 LAOS - - 24 3,3% 63,4%
Irlanda Irlanda (dettagli) 5 FG 1 Lab 1 Harkin - 1 SF 1 Sinnott 4 FF - 13 1,8% 59,7%
Italia Italia (dettagli) 16 FI
5 UDC
1 Udeur
1 Pens.
1 SVP
12 DS
2 SDI
2 Ind.
7 DL
2 IdV
2 LB
1 MRE
2 Verdi 5 PRC
2 PdCI
4 LN 9 AN 2 NPSI
1 AS
1 FT
78 10,7% 73,1%
Lettonia Lettonia (dettagli) 2 JL
1 TP
- 1 LC 1 PCTVL - - 4 TB/LNNK - 9 1,2% 41,34%
Lituania Lituania (dettagli) 2 TS-LKD 2 LSDP 5 DP
2 LiCS
- - - 1 LDP
1 LVLS
- 13 1,8% 48,38%
Lussemburgo Lussemburgo (dettagli) 3 CSV 1 LSAP 1 DP 1 Gréng - - - - 6 0,8% 90,0%
Malta Malta (dettagli) 2 PN 3 PL - - - - - - 5 0,7% 82,37%
Paesi Bassi Paesi Bassi (dettagli) 7 CDA 7 PvdA 4 VVD
1 D66
2 GL
2 ET
2 SP 2 CU - - 27 3,7% 39,3%
Polonia Polonia (dettagli) 15 PO
4 PSL
5 SLD
3 SDPL
4 UW - - 10 LPR 7 PiS 6 SRP 54 7,4% 20,87%
Portogallo Portogallo (dettagli) 7 PSD
2 CDS-PP
12 PS - - 2 PCP
1 BE
- - - 24 3,3% 38,6%
Regno Unito Regno Unito (dettagli) 27 CP
1 UUP
19 LP 12 LD 2 GP
2 SNP
1 PC
1 SF 11 UKIP - 1 UKIP
1 DUP
78 10,7% 38,9%
Rep. Ceca Rep. Ceca (dettagli) 9 ODS
3 SNK-ED
2 KDU-ČSL
2 ČSSD - - 6 KSČM 1 Ind. - 1 Ind. 24 3,3% 28,32%
Slovacchia Slovacchia (dettagli) 3 SDKÚ
3 KDH
2 MKP
3 Smer - - - - - 3 ĽS-HZDS 14 1,9% 16,96%
Slovenia Slovenia (dettagli) 2 N.Si
2 SDS
1 SD 2 LDS - - - - - 7 1,0% 28,3%
Spagna Spagna (dettagli) 24 PP 24 PSOE 1 CDC
1 PNV
1 Verdes
1 ERC
1 ICV
1 IU - - - 54 7,4% 45,1%
Svezia Svezia (dettagli) 4 M
1 KD
5 S 2 FP
1 C
1 MP 2 V 3 Jl - - 19 2,6% 37,8%
Ungheria Ungheria (dettagli) 12 Fidesz
1 MDF
9 MSZP 2 SZDSZ - - - - - 24 3,3% 38,5%
Totale 268
36,6%
200
27,3%
88
12,0%
42
5,7%
41
5,6%
37
5,1%
27
3,7%
29
4,0%
732 100,0% 45,6%
Fonti
[5], [6],[7]

Risultati per partito europeo[modifica | modifica sorgente]

I voti stimati per partito UE sono i seguenti:

Elezioni europee del 2004: Voti per partito
Gruppo Voti  % Voti Seggi +/- Partito/Sottogruppo Voti  % Voti Seggi +/-
  PPE-ED 52.534.612 34,0% 277     PPE 44.670.810 28,9% 227  
  ED 5.189.196 3,4% 37  
  Indipendenti 2.674.606 1,7% 13  
  PSE 37.271.453 24,1% 198     PSE 36.716.593 23,8% 193  
  Indipendenti 554.860 0,4% 5  
  ELDR 13.732.594 8,9% 66     ELDR 10.835.213 7,0% 59  
  Indipendenti 2.897.381 1,9% 7  
  GUE/NGL 9.999.413 6,5% 41     SE 5.512.904 3,6% 17  
  NGLA1 623.401 0,4% 4  
  EACL² 529.782 0,3% 0  
  Indipendenti 3.333.327 2,2% 20  
  V/ALE 9.742.287 6,3% 40     VE 8.290.609 5,4% 33  
  ALE 946.834 0,6% 4  
  Indipendenti 504.844 0,3% 3  
  NI 13.745.847 8,9% 68     Indipendenti 13.745.847 8,9% 68  
  UEN 6.141.614 4,0% 27     UEN 6.141.614 4,0% 27  
  EDD 3.611.803 2,3% 15     MPCE³ 341.895 0,2% 1  
  Indipendenti 3.269.908 2,1% 14  
Non eletti 7.094.142 4,6% 0   Non eletti 7.094.142 4,6% 0  
Totale 154.317.718 100% 732   Totale 154.317.718 100% 732  

Aventi diritto al voto: 353.460.958
Votanti: 154.317.718 (43,66%)
Seggi totali: 732

Note:
1. I numeri di Alleanza della Sinistra Verde Nordica e Sinistra Europea Anticapitalista comprendono solo i membri che non sono membri del Partito della Sinistra Europea.
2. Vedi sopra.
3. I numero del Movimento Politico Cristiano Europeo escludono alcuni membri che sono membri del Partito Popolare Europeo.

Note sull'accuratezza:

  • Le cifre stimate dei votanti sono state ottenute sommando i totali parziali relativi ad ogni nazione, utilizzando i risultati ufficiali se disponibili
  • Dove le liste nazionali sono alleanze tra più partiti politici, sono stati effettuati tentativi per dividere le liste proporzionalmente, utilizzando i totali dei voti preferenziali se disponibili e, in altri casi, dividendo il totale equamente tra i candidati o dei MPE eletti.

Nuovi partiti alle elezioni del 2004[modifica | modifica sorgente]

Giorno dell'elezione nei Paesi Bassi
  • Un grande partito politico europeo, il Partito Verde Europeo, è stato fondato a Roma il 21 febbraio 2004 in modo da poter partecipare all'elezione.
  • La Lista di Giugno svedese, formatasi nel 2004, voleva fornire ai votanti social democratici e di destra un'alternativa euroscettica.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Elezioni 2009: non lasciamo gli altri decidere al nostro posto articolo pubblicato sul sito web del Parlamento europeo il 9 dicembre 2008

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Siti informativi sulle elezioni europee[modifica | modifica sorgente]

Candidati[modifica | modifica sorgente]

Unione europea Portale Unione europea: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Unione europea