Se telefonando/No

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se telefonando/No
Se telefonando.jpg

Artista Mina
Tipo album Singolo
Pubblicazione maggio 1966
Durata 2:56 (Se telefonando)
2:27 (No)
Album di provenienza Studio Uno 66
Genere Pop
Etichetta Ri-Fi RFN NP 16152
Formati 7"
Note Copertina dello studio Moletti; in allegato al disco, un miniposter formato 50x35 cm
Mina - cronologia
Singolo successivo
(1966)

Se telefonando/No è un singolo della cantante italiana Mina, estratto dall'album Studio Uno 66 e pubblicato nel maggio 1966.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il testo di Se telefonando è stato scritto da Maurizio Costanzo e Ghigo De Chiara, autori del programma radiofonico Aria condizionata, di cui il brano era la sigla. Musica e arrangiamento sono di Ennio Morricone, il quale ha dichiarato di essersi ispirato al suono delle sirene della polizia di Marsiglia per comporre l'inciso.

La genesi della canzone è stata raccontata da Maurizio Costanzo in una intervista. Al momento della registrazione sia gli autori sia Mina stessa si resero conto che un verso (...Poi nel buio la tua mano d'improvviso sulla mia...) poteva dare adito a doppi sensi e dare motivo alla censura, molto rigida in quegli anni, di intervenire. La registrazione fu quindi sospesa e venne dato incarico a Costanzo di operare una correzione, che alla fine fu minima (...Poi nel buio le tue mani d'improvviso sulle mie..). Al momento della registrazione effettiva fu Mina a proporre di incidere entrambe le versioni, la seconda con la correzione fu quella pubblicata e che ebbe molto successo, la prima versione fu messa da parte e pubblicata solo nel 1999, nella raccolta Mina Gold 2.

No, firmata da Gianni Boncompagni, Jimmy Fontana e Carlo Pes, è stata cantata da Mina nel secondo ciclo di Caroselli da lei girati per la Barilla. Jimmy Fontana l'aveva già incisa col titolo Non scherzare con il fuoco.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato A

Arrangiamento: Ennio Morricone; Edizioni: RCA

Lato B

Arrangiamento: Carlo Pes; Edizioni: RCA

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Nello stesso anno Françoise Hardy incise la versione francese, Je changerais d'avis, inserita nell'album La maison ou j'ai grandi.

La canzone è stata poi reinterpretata molti anni dopo, nel 1998, dai Delta V per l'album Spazio. La versione remix di Roberto Vernetti ha riscosso molto successo nell'estate, portando il loro album di esordio all'attenzione del grande pubblico. Vengono prodotti due videoclip della canzone: uno in bianco e nero per la versione remix, e uno a colori per la versione dell'album.

La canzone è stata usata da Simona Izzo come sigla finale del suo film Tutte le donne della mia vita (2007), mentre viene canticchiata da alcune delle otto protagoniste di Due partite (2009), film per metà ambientato negli anni Sessanta, in cui Mina è presente anche nei titoli di testa con un altro suo grande successo, È l'uomo per me.

Nel 2007 i Vanessa and the O's hanno realizzato una cover della versione in francese dell'Hardy, Je changerais d'avis, inserita all'interno dell'album-tributo We All Love Ennio Morricone.

Il 12 febbraio 2015 il cantautore italiano Nek ha presentato una reinterpretazione di Se telefonando al Festival di Sanremo 2015, vincendo il premio "Miglior esibizione cover".[1] Il 13 novembre dello stesso anno il cantautore italiano Franco Battiato ha inserito una propria cover del brano nel suo album Anthology - Le nostre anime.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sanremo, Nek vince la serata cover, Mentelocale, 13 febbraio 2015. URL consultato il 7 maggio 2015.