Parco del Serio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Parco del Serio
Serio a Crema (2).JPG
Tipo di areaParco regionale
Codice EUAPnon attribuita
StatiItalia Italia
RegioniLombardia Lombardia
ProvinceBergamo BergamoCremona Cremona
ComuniBariano, Calcinate, Casale Cremasco-Vidolasco, Castel Gabbiano, Cavernago, Cologno al Serio, Crema, Fara Olivana con Sola, Fornovo San Giovanni, Ghisalba, Grassobbio, Morengo, Martinengo, Madignano, Montodine, Mozzanica, Pianengo, Ricengo, Ripalta Arpina, Ripalta Cremasca, Ripalta Guerina, Romano di Lombardia, Seriate, Sergnano, Urgnano, Pagazzano Zanica
Superficie a terra7.750 ha
GestoreConsorzio tra le Province e i Comuni interessati
Sito istituzionale

Il parco del Serio è un parco naturale della Lombardia che si sviluppa da Seriate lungo il fiume Serio fino alla sua foce nell'Adda.

La sua istituzione risale al 1973 quando le province interessate espressero la loro volontà di tutelare l'ambiente fluviale seriano. Questa proposta si concretizzò nel 1985 con la costituzione del parco regionale.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il corso del fiume segue un andamento nord-sud e presenta caratteristiche diverse a seconda dei tratti. Nella zona più a nord infatti il fiume è suddiviso in vari rami che vengono continuamente modificati a causa delle piene; questa zona è caratterizzata da una notevole permeabilità che spesso provoca l'infiltrazione delle acque nel sottosuolo. Nella parte più meridionale del corso del fiume si può notare la presenza di ambienti umidi che presentano spesso caratteristiche di grande interesse naturalistico.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Flora e Fauna All’interno di questa sezione potrete visitare gli ecosistemi presenti all’interno del Parco. L’elemento caratterizzante un Parco fluviale è l’acqua. Così gli ecosistemi presenti si possono caratterizzare a seconda della distanza dall’alveo fluviale: i boschi umidi che occupano le sponde; i prati umidi nelle zone sud del Parco; i praticelli aridi della zona nord; i prati umidi bagnati dalle piene; gli ambienti agricoli nella fascia esterna al fiume; La presenza di un paesaggio ricco e variegato è alla base della presenza di molteplici ecosistemi all’interno dei quali si sviluppano una flora e una fauna adattate a specifiche condizioni ambientali. Mantenere questo paesaggio è la base per conservare la biodiversità, cioè la varietà di specie e di patrimoni genetici presenti all’interno del Parco. Nel 2001 nel Parco è stato condotto uno studio relativo alle specie di uccelli indicatrici di qualità dell’ambiente agricolo scarica lo studio e le relative tavole che individuano aree ad elevata naturalità potenziale 1,2,3,4,5,6,7,8 e aree ad alta naturalità reale r1,r2,r3 Morfologia e Geomorfologia A sud degli ultimi rilievi prealpini giunti allo sbocco della valle Seriana le rocce in posto sono sostituite dai depositi… Praterie magre Praterie magre da fieno Si tratta… Zone agricole del Parco del Serio Le zone agricole occupano un’ampia fascia all’interno del territorio del Parco e la loro gestione costituisce senza dubbio una funzione… Zone umide del Parco del Serio Cos’è una zona umida Il termine “Zona umida” raggruppa in sé una vastissima gamma di ambienti naturali comprendente, secondo la… Paesaggio Fluviale Il territorio del Parco è caratterizzato dal processo di sedimentazione dei depositi alluvionali di tipo marino sui quali si sono… Il Fiume Il fiume Serio è certamente l’elemento morfologico e territoriale che caratterizza il paesaggio del Parco Regionale del Serio. Esso si… La vegetazione è ripariale cioè che cresce sulle rive del fiume

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

La fauna del parco presenta ancora significative presenze, nonostante si possa notare un notevole deterioramento dell'ambiente naturale.

È comunque da annoverare la presenza di una trentina di specie acquatiche che vanno dai temoli alle trote marmorate, dai tritoni ai rospi, dalle salamandre alle raganelle.

Tra i mammiferi sono presenti ricci, talpe, lepri e conigli selvatici, donnole, tassi, faine e volpi.

Tra i rettili sono molto diffusi il ramarro, le lucertole, il biacco, le bisce dal collare e le vipere comuni.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]