Marvin Levy (pubblicista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Statuetta dell'Oscar Oscar alla carriera 2019

Marvin Levy (New York City, 16 novembre 1928) è un pubblicista statunitense, specializzato in marketing e pubbliche relazioni.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Prime esperienze[modifica | modifica wikitesto]

Laureatosi alla New York University, Levy iniziò la sua carriera a New York City nel 1949. Entrato nel settore pubblicitario, ha ottenuto un lavoro in una stazione radio, per il quale ha raccolto domande e risposte per un quiz televisivo. Poco tempo dopo, divenne l'editore dei primi talk show di Tex McCrary e Jinx Falkenburg; venne in seguito licenziato a causa di tagli, ma ha ricevuto una lettera di raccomandazione, completando con successo il suo lavoro presso il dipartimento pubblicitario dell'ufficio di New York della Metro-Goldwyn-Mayer. Gli è stato affidato il compito di promuovere film nella Grande Mela e di condurre campagne promozionali con star locali, anche per i film premiati con il Premio Oscar al miglior film come Gigi e Ben-Hur.[1]

Trasferimento a Hollywood[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1962, Levy si trasferì nella società di pubbliche relazioni Blowitz, Thomas & Canton, uno dei principali punti vendita al di fuori dello studio system hollywoodiano; una volta sciolta la BTC nel 1974, Levy si trasferì nella Costa occidentale. A causa di una fusione con la American International Pictures, Levy si trasferì alla Columbia Pictures nei primi mesi del 1975.

Con la commercializzazione di grandi film come Taxi Driver, Abissi e Kramer contro Kramer, Levy ha scalato la gerarchia del dipartimento marketing cinematografico della Columbia Pictures. Una delle produzioni che ha commercializzato all'epoca fu Incontri ravvicinati del terzo tipo di Steven Spielberg.

Dalla Amblin alla DreamWorks[modifica | modifica wikitesto]

Spielberg e Levy andarono così d'accordo che Spielberg si affidò sempre più ai consigli di Levy negli anni seguenti e Levy divenne una figura paterna per lui. Nel 1982, Spielberg era allo zenit di Hollywood e Levy si trasferì nella sua società di produzione, la Amblin Entertainment. Ha diretto il marketing e le pubbliche relazioni presso la Amblin per i successivi dodici anni. Quando Spielberg fondò la DreamWorks Pictures nel 1994 con Jeffrey Katzenberg e David Geffen, Levy si trasferì lì.

Nel 1994, Levy ha ricevuto il premio Les Mason, il più alto riconoscimento della Local 600 International Cinematographers Guild (Film Marketer Association).

È stato membro della Board of Governors della Academy of Motion Picture Arts and Sciences nella sezione Pubbliche Relazioni dal 1991 al 2002 e di nuovo dal 2004.

Nel 2019, l'Academy gli ha conferito l'Oscar alla carriera, rendendolo così il primo pubblicista insignito di questo riconoscimento, per "una carriera esemplare in pubblicità che ha portato i film alle menti, ai cuori e alle anime del pubblico di tutto il mondo".[2]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Honorary Oscar recipient Marvin Levy can’t believe his luck, apnews.com, 15 novembre 2018. URL consultato il 19 ottobre 2019.
  2. ^ Governors Awards: By Honoring Marvin Levy, Academy Recognizes Its Debt to PR Experts, The Hollywood Reporter, 17 novembre 2018. URL consultato il 19 ottobre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]