Marcell Jacobs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marcell Jacobs
Marcell Jacobs 2021.jpg
Marcell Jacobs nel 2021
Nazionalità Italia Italia
Altezza 186 cm
Peso 84 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Velocità, salto in lungo
Società Fiamme Oro
Record
60 m 6"41 Record icon EU.svg (indoor - 2022)
100 m 9"80 Record icon EU.svg (2021)
200 m 20"61 (2018)
200 m 22"45 (indoor - 2013)
Lungo 7,95 m (2016)
Lungo 8,07 m (indoor - 2017)
4×100 m 37"50 Record nazionale (2021)
Carriera
Società
2004-2009Flag of None.svg Pro Desenzano
2010-2011Atletica Brescia 1950 flag.svg Atletica Brescia 1950
2012-2014Atletica Virtus Lucca flag.svg Atletica Virtus Lucca
2014-Fiamme Oro
Nazionale
2016-Italia Italia12
Palmarès
Giochi olimpici 2 0 0
Mondiali indoor 1 0 0
World Relays 1 0 0
Europei indoor 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 19 marzo 2022

Lamont Marcell Jacobs Jr. (IPA: [ləˈmɒnt mɑːˈsɛl ˈʤeɪkəbz]; El Paso, 26 settembre 1994) è un velocista ed ex lunghista italiano, campione olimpico dei 100 metri piani e della staffetta 4×100 metri ai Giochi di Tokyo 2020 e campione mondiale indoor dei 60 metri piani a Belgrado 2022.

Detiene i record europei dei 100 metri piani, grazie al tempo di 9"80 corso in finale ai Giochi olimpici di Tokyo 2020, e dei 60 metri piani con il tempo di 6"41 con cui ha vinto i Mondiali indoor di Belgrado 2022,[1] nonché il record nazionale della staffetta 4×100 m (insieme a Lorenzo Patta, Fausto Desalu e Filippo Tortu), grazie ai 37"50 stabiliti ai Giochi olimpici di Tokyo 2020, prestazione che contestualmente è valsa la medaglia d'oro.

È stato il primo italiano capace di qualificarsi per la finale olimpica dei 100 metri piani maschili e di vincere la medaglia d'oro nella specialità.[2][1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Marcell Jacobs nasce a El Paso il 26 settembre 1994 da madre italiana, Viviana Masini, e padre texano, Lamont Jacobs, militare della Caserma Ederle a Vicenza. Quest'ultimo, pochi giorni dopo la nascita del figlio, venne stanziato in Corea del Sud ma la madre decise di non seguirlo, trasferendosi col bambino a Desenzano del Garda, in provincia di Brescia.[3][4] Essendo nato negli Stati Uniti, Jacobs ha posseduto anche la cittadinanza statunitense godendo, di fatto, della doppia cittadinanza; ciononostante egli ha sempre affermato di sentirsi esclusivamente italiano.[5] Peraltro nel 2015, allo scadere della cittadinanza statunitense, Jacobs ha deciso di non rinnovarla.[6]

All'età di dieci anni iniziò a praticare l'atletica leggera, prediligendo inizialmente lo sprint e poi, a partire dal 2011, il salto in lungo. Nel 2013 conquista la migliore prestazione italiana juniores nel salto in lungo indoor con 7,75 m, battendo di un centimetro la vecchia misura di Roberto Veglia, ottenuta nel 1976.[7] Due anni dopo ha migliorato tale primato con un salto di 8,03 m durante le qualificazioni dei campionati italiani, facendo registrare la quarta migliore prestazione italiana nel salto in lungo pari a quella di Fabrizio Donato del 2011.[8][9]

Jacobs e Filippo Tortu al Resisprint 2020

Nel giugno 2016, ai campionati italiani promesse di Bressanone, ha saltato 8,48 m, stabilendo la migliore prestazione di sempre per un italiano.[10] Tale risultato non sarà però omologato come record nazionale a causa del vento a favore di 2,8 m/s (il limite da regolamento è 2,0 m/s). Ad agosto dello stesso anno, una lesione al quadricipite femorale sinistro compromette la sua partecipazione alle Olimpiadi di Rio.[11]

Nel febbraio 2017, ai campionati italiani juniores e promesse indoor svolti ad Ancona, ritocca il suo limite indoor del salto in lungo con 8,07 m.[12] Il mese successivo, nel salto in lungo agli Europei indoor, giunge all'11º posto.

Il 1º maggio 2018 corre in 10"15 i 100 m piani a Palmanova, migliorando il proprio record di 8 centesimi.[13] Il 6 maggio seguente migliora ulteriormente ai campionati societari di Campi Bisenzio, correndo in 10"12 e stabilendo il 5º miglior tempo di sempre per un italiano.[14] Il 23 maggio corre al meeting di Savona[15], siglando in batteria il tempo di 10"04, con vento però oltre la norma (+3,0 m/s).[16] In finale, invece, ferma il cronometro a 10"08, questa volta con vento regolare di +0,7 m/s, 4º tempo all-time delle liste italiane.[17]

Il 16 luglio 2019, durante il meeting Città di Padova, migliora il proprio personale sui 100 m piani correndo in 10"03 (+1,7 m/s).[18] Ai campionati del mondo di Doha, disputatisi a settembre, corre in 10"07 in batteria.[19]

Il 6 marzo 2021 vince la medaglia d'oro nei 60 metri piani agli Europei indoor di Toruń con il tempo di 6"47, nuovo record italiano e miglior prestazione mondiale stagionale.[20][21] Il 13 maggio corre al meeting di Savona, stabilendo in batteria il nuovo record italiano dei 100 metri piani con il tempo di 9"95 (+1,5 m/s).[22] Diventa così il secondo italiano, dopo Filippo Tortu, ad infrangere la barriera dei 10 secondi.[23]

Lorenzo Patta, Marcell Jacobs, Fausto Desalu e Filippo Tortu donano al presidente della Repubblica Sergio Mattarella il testimone della vittoria olimpica

Ai Giochi olimpici di Tokyo, nella batteria dei 100 m piani, stabilisce il nuovo record italiano con il tempo di 9"94, primato raggiunto con +0,1 m/s di vento a favore. Nelle semifinali corre in 9"84 con +0,9 m/s di vento a favore, qualificandosi per la finale (primo uomo italiano nella storia dei giochi olimpici) e stabilendo il nuovo record europeo.[24] Nella finale, disputata nella stessa giornata, vince la medaglia d'oro con il tempo di 9"80, migliorando ulteriormente il record europeo e diventando il primo italiano nella storia della disciplina a raggiungere questo risultato.[25] Il 6 agosto, nella staffetta 4×100 m, vince il secondo oro olimpico assieme a Lorenzo Patta, Fausto Desalu e Filippo Tortu, stabilendo inoltre il record nazionale in 37"50.[26] È stato il portabandiera alla cerimonia di chiusura dei Giochi.[27] Le sue prestazioni nella manifestazione, assieme ad altri successi ottenuti principalmente in ambito sportivo da rappresentanti dell'Italia, vennero ricomprese dalla stampa nazionale ed internazionale nella locuzione «estate d'oro dell'Italia».[28]

Dopo aver rinunciato alle competizioni programmate nella seconda parte del 2021 citando affaticamento e un fastidio al ginocchio,[29] ritorna alle gare nel febbraio 2022 partecipando all'ISTAF Indoor di Berlino, imponendosi nei 60 m piani con 6"51, quinta prestazione stagionale mondiale.[30] La settimana successiva vince lo stesso evento alla ORLEN Cup di Łódź migliorando la propria prestazione stagionale a 6"49.[31]

Il 19 marzo 2022 ai Mondiali indoor di Belgrado vince la medaglia d'oro nei 60 metri piani, stabilendo il nuovo record europeo di 6"41 e battendo al fotofinish il campione in carica Christian Coleman.[32]

Dopo aver rinunciato all'esordio outdoor sui 100 metri al Kip Keino Classic di Nairobi a causa di un'infezione gastrointestinale per la quale è stato ricoverato in ospedale,[33] Jacobs fa il suo debutto stagionale a Savona, dove vince la gara dei 100 metri con un tempo di 10"04,[34] rinunciando al proposito originale di partecipare alla gara dei 200 metri per la prima volta dopo quattro anni.[35] Avendo in tale gara riportato una distrazione muscolare, decide di saltare tre appuntamenti della Diamond League originariamente in programma.[36]

Ai successivi campionati del mondo di Oregon 2022 non prende parte alla semifinale, dopo aver superato la batteria, a causa di un infortunio a carico del muscolo grande adduttore.[37]

Record nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Seniores

Progressione[modifica | modifica wikitesto]

60 metri piani indoor[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Tempo Luogo Data Rank. Mond.
2021/22 6"41 Serbia Belgrado 19-3-2022
2020/21 6"47 Polonia Toruń 6-3-2021
2019/20 6"63 Francia Liévin 19-2-2020 47º
2016/17 6"69 Italia Udine 22-1-2017 131º
2013/14 6"96 Italia Bergamo 19-1-2014 1453º
2012/13 7"00 Italia Modena 26-1-2013 1651º
2011/12 7"10 Italia Ancona 19-2-2012 2836º

100 metri piani[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Tempo Luogo Data Rank. Mond.
2022 10"04 Stati Uniti Eugene 15-7-2022 43º
Italia Savona 18-5-2022
2021 9"80 Giappone Tokyo 1-8-2021
2020 10"10 Italia Trieste 1-8-2020 22º
2019 10"03 Italia Padova 16-7-2019 33º
2018 10"08 Italia Savona 23-5-2018 45º
2017 10"82 Italia Trieste 30-6-2017 2930º
2016 10"23 Italia Savona 25-5-2016 174º
2014 10"53 Italia Gavardo 18-5-2014 799º
2013 11"19 Svizzera Chiasso 19-8-2013
2012 10"68 Italia Campi Bisenzio 19-5-2012 1431º
2011 11"19 Italia Chiari 20-5-2011

Salto in lungo[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Misura Luogo Data Rank. Mond.
2016 7,95 m Tunisia Tunisi 4-6-2016 81º
2013 7,68 m Italia Vicenza 29-9-2013 255º
2012 7,29 m Italia Rieti 7-8-2012 970º
2011 7,17 m Italia Saronno 10-7-2011 1252º

Salto in lungo indoor[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Misura Luogo Data Rank. Mond.
2018/19 8,05 m Spagna Madrid 8-2-2019
2016/17 8,07 m Italia Ancona 4-2-2017 10º
2014/15 8,03 m Italia Padova 22-2-2015 16º
2013/14 7,32 m Italia Lucca 26-1-2014 414º
2012/13 7,75 m Italia Ancona 23-2-2013 77º
2011/12 7,27 m Italia Modena 11-3-2012 496º
2010/11 6,96 m Italia Ancona 13-2-2011

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
2013 Europei U20 Italia Rieti Salto in lungo 7,20 m
2016 Europei Paesi Bassi Amsterdam Salto in lungo 11º 7,59 m [38]
2017 Europei indoor Serbia Belgrado Salto in lungo 11º (q) 7,70 m
2018 Europei Germania Berlino 100 m piani Semifinale 10"28
2019 Europei indoor Regno Unito Glasgow Salto in lungo nm (q)
World Relays Giappone Yokohama 4×100 m Finale nf [39]
Mondiali Qatar Doha 100 m piani Semifinale 10"20 [40]
4×100 m Batteria 38"11 Record icon RN.svg
2021 Europei indoor Polonia Toruń 60 m piani Oro Oro 6"47 Miglior prestazione mondiale stagionale Record icon RN.svg
World Relays Polonia Chorzów 4×100 m Oro Oro 39"21 [41][42]
Giochi olimpici Giappone Tokyo 100 m piani Oro Oro 9"80 Record icon EU.svg
4×100 m Oro Oro 37"50 Miglior prestazione mondiale stagionale Record nazionale
2022 Mondiali indoor Serbia Belgrado 60 m piani Oro Oro 6"41 Miglior prestazione mondiale stagionale Record europeo
Mondiali Stati Uniti Eugene 100 m piani Semifinale np [43]

Campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2013
2016
2017
2018
2019
2020
2021
2022

Altre competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

2018
2019
  • Argento Argento al Meeting Villa de Madrid (Spagna Madrid), salto in lungo indoor - 8,05 m
  • Argento Argento nella Super League degli Europei a squadre (Polonia Bydgoszcz), 100 m piani - 10"39 (−1,4 m/s)
2020
2021
  • Oro Oro al Meeting Hauts-de-France Pas-de-Calais (Francia Liévin), 60 m piani - 6"54
  • Argento Argento al Bauhaus-Galan (Svezia Stoccolma), 100 m piani - 10"05 (−0,8 m/s)
  • Bronzo Bronzo all'Herculis (Monaco Monaco), 100 m piani - 9"99 (+0,3 m/s)
2022
  • Oro Oro al Meeting Hauts-de-France Pas-de-Calais (Francia Liévin), 60 m piani - 6"50

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
— 20 dicembre 2021[44]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Chi è Marcell Jacobs, l'azzurro che ha vinto i 100 metri a Tokyo 2020, su adnkronos.com, 1º agosto 2021. URL consultato il 1º agosto 2021.
  2. ^ Jacobs, sei nella storia! Primato europeo (9"84) e finale dei 100, su gazzetta.it, 1º agosto 2021. URL consultato il 1º agosto 2021.
  3. ^ Matteo Carone, Mamma e Garda, le radici di Jacobs, l'uomo che l'Italia voleva da anni, su corriere.it, 9 marzo 2021.
  4. ^ Antonio Lamorte, "Odiavo mio padre, lo respingevo perché mi aveva abbandonato": la storia di Marcell Jacobs, l'uomo più veloce del mondo, su ilriformista.it, 2 agosto 2021.
  5. ^ Atletica: ecco chi è Lamont Marcell Jacobs, il recordman azzurro sui 100 metri, su lastampa.it, 14 maggio 2021. URL consultato il 10 agosto 2021.
  6. ^ Road to Tokyo: Marcell Jacobs, su sportmediaset.mediaset.it, 10 marzo 2021. URL consultato il 18 settembre 2021.
  7. ^ Marcel Lamont Jacobs record italiano nel lungo juniores, su fidaltoscana.it, 23 febbraio 2013. URL consultato il 15 maggio 2021.
  8. ^ Breaking News: sontuoso Marcell Jacobs! 8,03 nel lungo!, su atleticalive.it, 22 febbraio 2015. URL consultato il 15 maggio 2021.
  9. ^ Enrico Sisti, Atletica, lungo: Marcell Jacobs nuovo Howe, entra nel club degli otto metri, su repubblica.it, 22 febbraio 2015. URL consultato il 15 maggio 2021.
  10. ^ Jacobs 8,48 e Rossit 1,97: salti super!, su fidal.it, 10 giugno 2016. URL consultato il 15 maggio 2021.
  11. ^ Infortunio per Marcell Jacobs, su fidal.it, 22 maggio 2015. URL consultato il 15 maggio 2021.
  12. ^ Fiondata fenomenale di Marcell Jacobs! Vola a 8.07: terzo italiano di tutti i tempi, secondo al Mondo nel 2017!, su oasport.it, 4 febbraio 2017. URL consultato il 15 maggio 2021.
  13. ^ Atletica, l'Italia va veloce, Jacobs scatenato: 10"15 e sfida Tortu, su gazzetta.it, 3 maggio 2018. URL consultato il 15 maggio 2021.
  14. ^ Atletica, Societari, Jacobs nei 100 si migliora ancora: 10"12, su gazzetta.it, 6 maggio 2018. URL consultato il 15 maggio 2021.
  15. ^ Atletica leggera, al Savona Meeting, ecco Tortu, Jacobs e Howe, su ilfaroonline.it, 22 maggio 2018. URL consultato il 15 maggio 2021.
  16. ^ Atletica, Tortu: a Savona 10"03, a 2 centesimi dal record Mennea, su gazzetta.it, 23 maggio 2018. URL consultato il 15 maggio 2021.
  17. ^ Valerio Vecchiarelli, Atletica. Tortu corre i 100 in 10"03, a 2 centesimi dal record di Mennea, sfreccia anche Jacobs (10"08), su corriere.it, 23 maggio 2018. URL consultato il 15 maggio 2021.
  18. ^ Meeting di Atletica, il nuovo Colbachini mette il turbo: secondo le statistiche è il migliore degli ultimi 20 anni, su padovasport.tv, 19 luglio 2019. URL consultato il 15 marzo 2021.
  19. ^ Mondiali di Atletica di Doha, Tortu e Jacobs si qualificano per le semifinali dei 100 metri, su fanpage.it, 27 settembre 2019. URL consultato il 15 maggio 2021.
  20. ^ Jacobs 6.47 campione europeo dei 60 metri!, su fidal.it, 6 marzo 2021. URL consultato il 15 maggio 2021.
  21. ^ Euroindoor: azzurro Jacobs oro nei 60 metri, su ansa.it, 6 marzo 2021. URL consultato il 15 marzo 2021.
  22. ^ Fulmine Jacobs, record italiano dei 100 metri, su ansa.it, 13 maggio 2021. URL consultato il 15 maggio 2021.
  23. ^ Atletica: record italiano dei 100 per Jacobs in 9,95 a Savona, su ansa.it, 13 maggio 2021. URL consultato il 15 maggio 2021.
  24. ^ Jacobs, sei nella storia! Record europeo (9"84) e vola in finale dei 100 metri, su gazzetta.it. URL consultato il 1º agosto 2021.
  25. ^ Tokyo 2020, straordinario Jacobs: è oro nei 100 metri, su giornaledibrescia.it.
  26. ^ Patta-Jacobs-Desalu-Tortu, la 4x100 azzurra da impazzire! È oro!!!, su gazzetta.it, 6 agosto 2021. URL consultato il 6 agosto 2021.
  27. ^ Marcell Jacobs sarà portabandiera alla cerimonia di chiusura dei Giochi, su agi.it, 5 agosto 2021. URL consultato il 23 agosto 2021.
  28. ^ (EN) Eurovision, Euro 2020 and Tokyo 2020 Olympics - Italy's golden summer, su bbc.com, 7 agosto 2021. URL consultato il 27 giugno 2022.
  29. ^ Jacobs si ferma: niente Diamond League. Appuntamento al 2022, su gazzetta.it, 12 agosto 2021. URL consultato il 5 febbraio 2022.
  30. ^ (EN) 60 Metres - men - senior - indoor - 2022, su worldathletics.org. URL consultato il 5 febbraio 2022.
  31. ^ Jacobs vince la finale dei 60 in 6"49. Dosso record italiano nei 60 donne: 7"24, eguagliata la Masullo, su gazzetta.it, 11 febbraio 2022. URL consultato l'11 febbraio 2022.
  32. ^ Andrea Buongiovanni, Fantastico Jacobs: oro ai Mondiali, divora i 60 metri in 6"41. È record europeo!, su gazzetta.it, 19 marzo 2022. URL consultato il 20 marzo 2022.
  33. ^ Jacobs, notte in ospedale per un virus: non correrà a Nairobi, su gazzetta.it, 7 maggio 2022. URL consultato il 18 maggio 2022.
  34. ^ LIVE Atletica, Meeting Savona 2022 in DIRETTA: Marcell Jacobs vince in 10"04 (9"99 in semifinale)! Dosso avvicina il record italiano!, su oasport.it, 18 maggio 2022. URL consultato il 18 maggio 2022.
  35. ^ Jacobs, la prima sui 100 dopo Tokyo sarà a Savona, su sport.sky.it, 14 maggio 2022. URL consultato il 18 maggio 2022.
  36. ^ Riecco Jacobs, il 30 giugno in pista: "Sarò a Stoccolma", su gazzetta.it, 22 giugno 2022. URL consultato il 22 giugno 2022.
  37. ^ La delusione di Marcell Jacobs costretto al forfait, su agi.it, 17 luglio 2022. URL consultato il 17 luglio 2022.
  38. ^ 7,80 m in qualificazione.
  39. ^ 38"29 Miglior prestazione personale stagionale in batteria.
  40. ^ 10"07 in batteria.
  41. ^ Originariamente medaglia d'argento, poi diventata d'oro dopo la squalifica della squadra sudafricana causa doping. L'Italia vince l'oro alle World Relays, su oasport.it, 8 marzo 2022. URL consultato il 9 marzo 2022.
  42. ^ 38"45 Miglior prestazione personale stagionale in batteria.
  43. ^ 10"04 =Miglior prestazione personale stagionale in batteria.
  44. ^ Collari d'Oro, le mille emozioni dell'atletica, su fidal.it, 20 dicembre 2021. URL consultato il 22 giugno 2022.
  45. ^ Jacobs "Uomo dell'anno": "Battere Bolt? Si pensa ma non si dice", su gazzetta.it, 14 dicembre 2021. URL consultato il 22 giugno 2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]