Guardavalle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guardavalle
comune
Guardavalle – Stemma
Guardavalle – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Calabria.svg Calabria
ProvinciaProvincia di Catanzaro-Stemma.png Catanzaro
Amministrazione
SindacoGiuseppe Ussia (PD) dal 27-5-2013
Territorio
Coordinate38°30′N 16°30′E / 38.5°N 16.5°E38.5; 16.5 (Guardavalle)Coordinate: 38°30′N 16°30′E / 38.5°N 16.5°E38.5; 16.5 (Guardavalle)
Altitudine225 m s.l.m.
Superficie60,27 km²
Abitanti4 463[1] (31-8-2017)
Densità74,05 ab./km²
FrazioniElce della vecchia, Guardavalle Marina, Pietracupa, Pietrarotta, Santo Stefano, Sciordillà
Comuni confinantiBivongi (RC), Brognaturo (VV), Monasterace (RC), Santa Caterina dello Ionio, Stilo (RC)
Altre informazioni
Cod. postale88065
Prefisso0967
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT079061
Cod. catastaleE239
TargaCZ
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitantiguardavallesi
PatronoSant'Agazio
Giorno festivo7 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Guardavalle
Guardavalle
Guardavalle – Mappa
Posizione del comune di Guardavalle all'interno della provincia di Catanzaro
Sito istituzionale

Guardavalle (Guardavaji in dialetto calabrese) è un comune di 4.463 abitanti della provincia di Catanzaro.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Laghetto di Pietracupa

Il territorio di Guardavalle si estende tra le province di Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria per oltre 60 km, con un'altitudine che va dai 0 m s.l.m. della sua ampia ed estesa costa (4,1 km), caratterizzata da dune marine (zona S.I.C. - Sito di Importanza Comunitaria), e spiagge di bianca sabbia silicea con acque cristalline, dove fortunatamente si può accedere liberamente in tutta l'area, ai 1100 m s.l.m. di Elce della Vecchia, dove si trovano vaste superfici forestate a leccio, faggio, querce, abete bianco e castagno.

Un patrimonio forestale importante e con numerosi luoghi di alto interesse ambientale-turistico, come il borgo di Pietracupa e le vicine cascate del torrente Assi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu fondata, probabilmente, nel IX secolo ad opera di profughi, i quali preferirono rifugiarsi sulle alture, per porsi al riparo dalle incursioni saracene. Compresa nel feudo di Stilo, ne condivise le sorti, passando da un proprietario all'altro. Nel corso dei secoli e fino all'annessione al Regno d'Italia, è stata assoggettata a più dominatori: ai Normanni, agli Svevi e agli Angioini subentrarono gli Aragonesi, gli Spagnoli, i Francesi e i Borboni. Divenne comune autonomo nel 1799 ad opera del Generale Championnet[2].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Palazzo Falletti (XIX secolo);
  • Palazzo Spedalieri (XVII-XVIII secolo);
  • Palazzo Sirleto (XVI-XVII secolo);
  • Palazzo Salerno (XVI secolo);
  • Palazzo Riitano;
  • Palazzo Trua (XVIII secolo);
  • Palazzo Criniti (1492);
  • Palazzo Rispoli (XIX secolo);
  • Torre Cavallara in località Vinciarello (1485);
  • Torre Giordano;
  • Torre di Nena;
  • Torre Menniti;
  • Arco di trionfo in Piazza del Carmine;
  • Ruderi della Basilica di San Carlo;
  • Chiesa Parrocchiale di Sant'Agazio Martire o del Rosario (XVIII secolo);
  • Chiesa Maria SS.ma del Carmine (XVII secolo);
  • Chiesa delle Anime del Purgatorio o di Maria SS.ma delle Grazie (XVII secolo. Riaperta al culto il 4 febbraio 2012);
  • Chiesetta di Sant'Antonio (Riaperta al culto il 13 giugno 2016);
  • Monastero di Santa Maria.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • 16 gennaio - festa della Traslazione delle Reliquie del Santo Patrono;
  • 7 maggio - Festa Patronale, Sant'Agazio Martire
  • 16 luglio - festa della Vergine Maria del Monte Carmelo
  • 1ª domenica di ottobre - Festa della Vergine Maria Regina del Santo Rosario
  • 25 novembre - Festa di Santa Caterina Vergine e Martire d'Alessandria
  • 15 agosto - Festa di Maria SS.ma Assunta in cielo;
  • 8 settembre - Festa di Maria SS.ma delle Grazie.
Frazione di Elce della vecchia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2017.
  2. ^ Guardavalle centro. Un po' di storia, in Guardavalleweb. (archiviato dall'url originale il 5 maggio 2009).
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN236991125 · GND (DE7611510-0
Calabria Portale Calabria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Calabria