Borgia (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Borgia
comune
Borgia – Stemma
Borgia – Veduta
Piazza della chiesa
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Calabria.svg Calabria
ProvinciaCoat of Arms of the Province of Catanzaro.svg Catanzaro
Amministrazione
SindacoElisabeth Sacco (lista civica "Uniti e Democratici") dal 5-6-2016
Territorio
Coordinate38°50′N 16°30′E / 38.833333°N 16.5°E38.833333; 16.5 (Borgia)Coordinate: 38°50′N 16°30′E / 38.833333°N 16.5°E38.833333; 16.5 (Borgia)
Altitudine341 m s.l.m.
Superficie42,38 km²
Abitanti7 509[1] (30-11-2019)
Densità177,18 ab./km²
FrazioniDonnantona, Roccelletta, Vallo
Comuni confinantiCatanzaro, Girifalco, San Floro, Squillace.
Altre informazioni
Cod. postale88021
Prefisso0961
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT079011
Cod. catastaleB002
TargaCZ
Cl. sismicazona 1 (sismicità alta)[2]
Nome abitantiborgesi
Patronosan Giovanni Battista
Giorno festivo24 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Borgia
Borgia
Borgia – Mappa
Posizione del comune di Borgia all'interno della provincia di Catanzaro
Sito istituzionale

Borgia è un comune italiano di 7 509 abitanti della provincia di Catanzaro in Calabria.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Corso Mazzini

Il centro storico dista circa 27 km dal capoluogo, al quale è collegato mediante due strade, la provinciale e la strada statale 106. Presenta le frazioni di Donnantona, Vallo e Roccelletta (quest'ultima con quasi 2300 abitanti), ormai conurbata con il comune di Catanzaro. Il nucleo storico del centro sorge su un altopiano collinare a 341 m s.l.m.: dista poco più di 10 km dal mar Jonio.

L'agglomerato urbano, che sta conoscendo una fase di rapida espansione, è attraversato da due principali corsi, Mazzini e Matteotti, e da strade parallele e regolari. Interamente ricostruito dopo il drammatico terremoto del 1783, oggi è un centro ricco di palazzi nobiliari, monumenti, chiese e sculture antiche. I luoghi di principale interesse sono Villa Pertini, Piazza del popolo e Piazza Ortona, nella quale si può ammirare il duomo del 1852 dedicato a San Giovanni Battista (patrono della città) e il monumento dedicato ai caduti di guerra.

La zona marina si estende per circa km, con spiagge di sabbia bianca. È qui che si possono ammirare i resti dell'imponente basilica di Santa Maria della Roccella e i resti del teatro e dell'anfiteatro della colonia romana di Scolacium (entrata a far parte del territorio di Borgia negli ultimi due secoli, ma storicamente e anticamente parte di Squillace), immerso in una folta e suggestiva vegetazione di ulivi secolari.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Recenti studi hanno avanzato l'ipotesi secondo la quale, le origini di Borgia sono da individuare in un tempo storico antecedente alla fondazione della colonia greca Skilletion. I Greci, sbarcando nel VII-VI sec. a.C., sulla costa jonica trovarono una popolazione dedita all'allevamento e alla pastorizia. All'arrivo dei Greci, nel Golfo di Squillace, esistevano dei nuclei residenti sulla precollina e collina in quel sito che prenderà il nome di Palagorio. Si ritiene che il termine Palagorio non esistesse in origine, ma venisse attribuito al villaggio più importante. H.orio di Palagorio di Borgia è da rapportare con H.orio, col il significato di "terre - villaggio", che i Greci attribuivano ai villaggi indigeni esistenti nel sito di Borgia, aggiungendovi appunto "Pala" per definirli antichi rispetto alla loro venuta. Il villaggio, inizialmente, era organizzato sulle pendenze della collinetta ancora oggi detta "h.orio", che si trova al km 5 della SS384 per Borgia.[3]

L’abbandono della città romana di Scolacium avvenuto tra il VII e l'VIII sec. d.C., probabilmente, fece confluire nel villaggio di Palagorio parte della popolazione che cercava rifugio nell'entroterra, dalle incursioni dei saraceni e dal diffondersi della malaria. Oggi non abbiamo tracce di Palagorio antico.[3]

Compresa nel territorio di Squillace, verso la fine del XV secolo fu infeudata ai Borgia, da cui prese il nome, che è l’italianizzazione dello spagnolo Borja. Devastata nuovamente durante un’invasione turca, nella prima metà del '500, venne riedificata poco dopo in una zona più sicura e salubre per concessione del Principe di Squillace Giovan Battista Borgia nel 1547. Nel XVIII secolo fu ceduta alla nobile famiglia De Gregorio e in seguito venne completamente distrutta dal terremoto del 1783 che decimò fortemente la popolazione e distrusse gran parte del paese ricostruito a seguito tramite la cassa sacra, istituita per la ricostruzione dei centri distrutti dal terremoto, non lontano dal precedente sito. Borgia venne ricostruita e progettata dall'architetto Vincenzo Ferraresi che scelse un territorio pianeggiante con un’impostazione che seguiva le nuove idee illuministe conferendo alla cittadina l’attuale assetto di moderno centro urbano.

Fedele ai Borbone, ai tempi della Repubblica partenopea, si difese valorosamente dagli attacchi repubblicani. Nel 1811 fu capoluogo del circondario che comprendeva Girifalco e San Floro (entrambe parte dell'ex feudo dei Caracciolo di Girifalco) sotto i francesi e prese parte attiva ai moti risorgimentali, venendo poi annessa al Regno d’Italia insieme al resto della regione. Il sisma che colpì la Calabria nel 1905 vi causò ulteriori danni.[4][5][6]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Borgia è servita dalla Strada statale 106 Jonica.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 27 aprile 1997 Tommaso Esposito lista civica di centro-sinistra sindaco
27 aprile 1997 13 maggio 2001 Giovambattista Sgromo lista civica di centro-destra sindaco
13 maggio 2001 29 maggio 2006 Antonio Valeo lista civica di centro-sinistra sindaco
29 maggio 2006 2 luglio 2010 Domenico Rijllo Partito Democratico lista civica "Unione Democratica" sindaco
2 luglio 2010 29 ottobre 2012 Roberta Lulli Giuseppe Di Martino Giuseppe Chiofaro commissario straordinario [8]
29 ottobre 2012 23 febbraio 2016 Francesco Fusto lista civica sindaco
23 febbraio 2016 5 giugno 2016 commissario straordinario
5 giugno 2016 in carica Elisabeth Sacco lista civica "Uniti e Democratici" sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2019.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ a b Storia di Borgia, su comune.borgia.cz.it. URL consultato il 26 marzo 2021.
  4. ^ Storia - Comune di Borgia, su www.comune.borgia.cz.it. URL consultato il 12 novembre 2020.
  5. ^ ITALIAPEDIA | Comune di Bòrgia - Storia, su www.italiapedia.it. URL consultato il 12 novembre 2020.
  6. ^ Borgia, su Sergio Straface. URL consultato il 12 novembre 2020.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ Commissione straordinaria ex art. 143 TUEL (ente sciolto per infiltrazioni mafiose)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN237487166 · GND (DE7576432-5 · BNF (FRcb15125196s (data)
Calabria Portale Calabria: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Calabria