Feroleto Antico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Feroleto Antico
comune
Feroleto Antico – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Calabria.svg Calabria
Provincia Provincia di Catanzaro-Stemma.png Catanzaro
Amministrazione
Sindaco Pietro Fazio (lista civica) dal 30/05/2006
Territorio
Coordinate 38°57′40″N 16°23′18″E / 38.961111°N 16.388333°E38.961111; 16.388333 (Feroleto Antico)Coordinate: 38°57′40″N 16°23′18″E / 38.961111°N 16.388333°E38.961111; 16.388333 (Feroleto Antico)
Altitudine 280 m s.l.m.
Superficie 22,38 km²
Abitanti 2 171[1] (31-12-2015)
Densità 97,01 ab./km²
Frazioni Cardolo, Galli, Giacinti, Ievoli, Jevoli, Marcantoni, Pedia, Polverini, Scalo Ferroviario, Vaiola
Comuni confinanti Lamezia Terme, Maida, Pianopoli, Serrastretta
Altre informazioni
Cod. postale 88040
Prefisso 0968
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 079048
Cod. catastale D544
Targa CZ
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Nome abitanti feroletani
Patrono san Silvestro
Giorno festivo 31 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Feroleto Antico
Feroleto Antico
Feroleto Antico – Mappa
Posizione del comune di Feroleto Antico all'interno della provincia di Catanzaro
Sito istituzionale

Feroleto Antico (Herulìtu in calabrese[2]) è un comune italiano di 2 171 abitanti[1] della provincia di Catanzaro in Calabria.

Feroleto riveste una certa importanza nel settore agricolo (vino, olio d'oliva, agrumi, ecc.).

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

La vista della piana lametina dal santuario di Dipodi

Feroleto Antico è posto a circa 350 m sul livello del mare ed ha una estensione di circa 22 km². Il suo territorio è prevalentemente collinare. La vetta più alta è il monte Mennazzo (749 m). È attraversato dal fiume Badia per circa 13 km.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sulle origini di Feroleto non si hanno documenti certi ma è probabile che esisteva anche prima della nascita di Cristo. Alcuni storici ritengono che il centro abitato sia sorto intorno al IX secolo, ad opera di popolazioni di origine ausona o enotra, che allontanandosi dalle coste si rifugiarono in un nuovo sito per sfuggire alle incursioni saracene e per questo scopo scelsero un luogo munito di barriere naturali che fortificarono con castello e mura. A questa sede diedero in nome di Feroleto, in lingua latina Feroletum. L’etimologia del nome si presta a due interpretazioni: 1) Il nome Feroleto deriva dalla parola "ferula", sostantivo latino che significa "canna". La zona proliferava di canne, specialmente le sponde dei torrenti che delimitano il paese. 2) Il nome Feroleto deriva dalla parola " Feroletum " che significa "portatore di morte" Feroleto Antico fu in gran parte raso al suolo dal terremoto del 28 marzo 1638 (X-XII grado della scala Mercalli) e venne successivamente ricostruito.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Santuario di Dipodi[modifica | modifica wikitesto]

Il santuario di Dipodi

Su una piccola e verdeggiante collina, a circa 7 km da centro abitato, si erge in tutta semplicità il Santuario di Dipodi.La chiesetta domina solitaria ed incontrastata su un paesaggio di incomparabile e suggestiva bellezza. Secondo una vecchia cronaca greca la chiesa di Dipodi fu fatta costruire dall’imperatore Costantino e dal papa Silvestro verso il 314. Il Santuario lungo il corso dei secoli è stato indicato con tre differenti denominazioni: S. Maria de’ Puris, S. Maria Visitapoveri e S. Maria di Dipodi. L’avvenimento che si ripete ogni anno ininterrottamente da diversi secoli è la grande festa del 15 agosto. In questo giorno, ma anche nei 2 giorni precedenti la festa, il Santuario è meta di pellegrinaggio per migliaia di fedeli provenienti da tutta la Calabria e non solo. La gente, legata profondamente alla secolare tradizione, aspetta questa ricorrenza per fare visita alla Beata Vergine. Molti avendo fatto dei voti vi giungono scalzi, altri vengono per pregare e per chiedere e ricevere una grazia dalla Madonna. Trascorsi i giorni della festa, il luogo ritorna un’oasi di tranquillità e di silenzio.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bilancio demografico mensile - Statistiche demografiche ISTAT
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 267.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN139784054 · LCCN: (ENn2008085084
Calabria Portale Calabria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calabria