Satriano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Satriano (disambigua).
Satriano
comune
Satriano – Stemma
Satriano – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Calabria.svg Calabria
Provincia Provincia di Catanzaro-Stemma.png Catanzaro
Amministrazione
Sindaco Michele Drosi (PD) dal 29-5-2007
Territorio
Coordinate 38°40′N 16°28′E / 38.666667°N 16.466667°E38.666667; 16.466667 (Satriano)Coordinate: 38°40′N 16°28′E / 38.666667°N 16.466667°E38.666667; 16.466667 (Satriano)
Altitudine 293 m s.l.m.
Superficie 21,16 km²
Abitanti 3 448[1] (31-12-2015)
Densità 162,95 ab./km²
Comuni confinanti Cardinale, Davoli, Gagliato, Petrizzi, San Sostene, Soverato
Altre informazioni
Cod. postale 88060
Prefisso 0967
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 079123
Cod. catastale I463
Targa CZ
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti satrianesi
Patrono san Teodoro
Giorno festivo 9 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Satriano
Satriano
Satriano – Mappa
Posizione del comune di Satriano all'interno della provincia di Catanzaro
Sito istituzionale

Satriano è un comune italiano di 3 448 abitanti[1] della provincia di Catanzaro in Calabria.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio di Satriano si spinge dal mar Ionio sino alla montagna (Monte Fiorino circa 1000 s.l.m.). La popolazione è distribuita fra la zona marina e la collina (Satriano centro) dove hanno sede gli uffici comunali. Nella parte alta del paese vi sono molti castagneti, mentre in collina vi sono molte piante d'ulivo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Terremoto del 1783[modifica | modifica wikitesto]

Satriano come tantissimi altri centri della Calabria subì dannose conseguenze dalla serie di terremoti che iniziarono il 5 febbraio 1783 e si conclusero con una ultima e tremenda scossa il 28 marzo 1783. Giovanni Vivenzio scrisse: "sembra come altrove abbiamo detto, che il sotterraneo scoppio della materia efficiente il Tremuoto de' 28 marzo fosse stata nelle contrade di Girifalco o sia nel centro della parte più stretta della Provincia poiché quanto più i Paesi si accollano a detto luogo tanto maggior danno si osserva aver essi sofferto. Infatti lo Stato di Satriano che aveva patito delle lesioni per le prime scosse in quella de' 28 marzo ebbe considerevoli rovine essendo caduti molti edifici e gli altri rimasi inabitabili. I campi di questo Stato producono Vettovaglie di ogni genere Olio, Seta, Bambagia e Castagne"[2]. Dunque, fu proprio il terremoto del 28 marzo del 1783 quello che distrusse maggiormente Satriano che invece subì danni minori dalle altre scosse avvenute nei mesi precedenti. Stessa sorte subirono gli altri centri vicini come Soverato.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Monumentale Chiesa Matrice Santa Maria di Altavilla - Centro Storico
  • Statua Marmore Raffigurante Sant'Agata datata 1549 di scuola Gaginiana
  • Torre "Ravaschiera", 1818

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Prima settimana di agosto "SATRIANTELLA FESTIVAL" - Centro Storico
  • Settimana Santa e CUMPRUNTA
  • 26/27 settembre Solenni Festeggiamenti in onore di SAN COSMA e DAMIANO

Persone legate a Satriano[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  2. ^ Istoria e teoria de' tremuoti in generale ed in particolare di quelli della Calabria, e di Messina del 1783, 1783
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Soverato News, Don Mimmo Battaglia diventa Vescovo, su Soverato News, 24 giugno 2016. URL consultato il 25 giugno 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giulio De Loiro, Satriano nel 700, "GENTE NOSTRA", Rubbettino
  • Raffaele Ranieri, Satriano, Aldo Primerano editrice tipografica

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calabria Portale Calabria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Calabria