Cerva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cerva
comune
Cerva – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Calabria.svg Calabria
Provincia Provincia di Catanzaro-Stemma.png Catanzaro
Amministrazione
Sindaco Mario Marchio (indipendente) dal 29/05/2007
Territorio
Coordinate 39°01′N 16°45′E / 39.016667°N 16.75°E39.016667; 16.75 (Cerva)Coordinate: 39°01′N 16°45′E / 39.016667°N 16.75°E39.016667; 16.75 (Cerva)
Altitudine 860 m s.l.m.
Superficie 21,37 km²
Abitanti 1 365[1] (30-06-2011)
Densità 63,87 ab./km²
Comuni confinanti Andali, Belcastro, Cropani, Petronà, Sersale
Altre informazioni
Cod. postale 88050
Prefisso 0961
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 079027
Cod. catastale C542
Targa CZ
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti cervesi
Patrono Immacolata Concezione
Giorno festivo 8 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cerva
Cerva
Posizione del comune di Cerva all'interno della provincia di Catanzaro
Posizione del comune di Cerva all'interno della provincia di Catanzaro
Sito istituzionale

Cerva è un comune di 1.365 abitanti della provincia di Catanzaro. È una piccola comunità immersa nelle foreste di castagno e quercia della Sila piccola, in Calabria. Dagli abitanti è comunemente suddivisa in 3 rioni: "ntro paise" (zona bassa del paese che coincide con il centro storico, si sviluppa dal basso verso l'alto a partire da piazza della vittoria, dove sono situati comune e chiesa parrocchiale), "banda e la'" (sviluppata sul versante opposto del centro storico e separata da quest'ultimo dal torrente "zalardona". Corrisponde a via Cavour) e infine la parte di "curnochia" (zona che si è sviluppata da partire dagli anni '60 e dove attualmente risiede la maggior parte della popolazione).

Data la recente formazione del paese, risalente alla fine del '700, non sono presenti beni storico-architettonici di rilevante importanza. Fanno eccezione alcuni palazzi del XIX secolo presenti nel centro storico (ad esempio Palazzo Griffo, dove è allestito il Museo della castagna e dell'arte contadina); di recente costruzione, ma di piacevole presentazione, è l'anfiteatro "Mirarchi", sede di eventi e spettacoli.

Numerosi sono invece i beni naturalistico-ambientali presenti nel territorio; tra questi il castagno secolare dei "Melitani", con una età stimata di circa 450 anni, alto 30 M e con un diametro dal fusto alla base di 8.00 M. Si trova in uno dei castagneti più grandi d'Europa, nella parte al di sopra del centro abitato che raggiunge i confini del parco nazionale della Sila. Degno di nota anche il fiume crocchio che con il suo corso separa Cerva da Sersale, formando cascatelle e gole e offrendo sentieri per passeggiate nella natura.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Anche se dalla storia abbastanza recente, non vi sono notizie certe sull'effettiva origine di questo piccolo paesino sito nella Pre-Sila catanzarese. L'altitudine dalla casa comunale che è nella parte più bassa del paese è di 860 m s.l.m., nella parte più alta arriva a 950 m. Si dà per certo che inizialmente Cerva si chiamasse San Giovanni della Croce e che fosse un feudo della famiglia Poerio di Belcastro. Successivamente il nome venne poi cambiato in "Cerva" per via di un docile animale che veniva spesso vista dagli abitanti del borgo. Cerva fu dichiarata Comune autonomo solo dopo molti decenni e precisamente il 28 ottobre 1850. Tra gli episodi storici più importanti di Cerva troviamo la rivolta popolare nel periodo della II guerra mondiale contro le angherie del locale comandante del presidio dei carabinieri detto "U Marasciallu", che scatenò da parte del governo una forte repressione.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]


Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2011.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Calabria Portale Calabria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calabria