San Floro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il martire cristiano, vedi Floro e Lauro.
San Floro
comune
San Floro – Stemma San Floro – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Calabria.svg Calabria
ProvinciaProvincia di Catanzaro-Stemma.png Catanzaro
Amministrazione
SindacoTeresa Procopio (La svolta) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate38°50′N 16°31′E / 38.833333°N 16.516667°E38.833333; 16.516667 (San Floro)Coordinate: 38°50′N 16°31′E / 38.833333°N 16.516667°E38.833333; 16.516667 (San Floro)
Altitudine260 m s.l.m.
Superficie18,32 km²
Abitanti699[1] (31-05-2011)
Densità38,16 ab./km²
Comuni confinantiBorgia, Caraffa di Catanzaro, Catanzaro, Cortale, Girifalco, Maida
Altre informazioni
Cod. postale88021
Prefisso0961
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT079108
Cod. catastaleH846
TargaCZ
Cl. sismicazona 1 (sismicità alta)
Nome abitantisanfloresi
Patronosan Floro
Giorno festivo18 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Floro
San Floro
San Floro – Mappa
Posizione del comune di San Floro all'interno della provincia di Catanzaro
Sito istituzionale

San Floro è un comune di 699 abitanti della provincia di Catanzaro.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

È un comune collinare della parte orientale di Catanzaro a pochi chilometri dal Golfo di Squillace.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Abitato sin dal Neolitico, il suo territorio rientrava in quello della colonia magno greca di Skylletion (Squillace) e non è difficile capirne il motivo: tutto attorno al centro abitato si trovano boschi, ampi pascoli e frutteti, che hanno indotto gli abitanti dell'odierna San Floro a fare della terra la loro massima fonte di sostentamento.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

Il nome del paese riflette la forte venerazione verso il suo santo patrono, appunto, San Floro Martire, che insieme al fratello Lauro, poiché non aveva abnegato i suoi ideali di fede cristiana, fu arrestato, condannato, calato in un pozzo e sepolto vivo. Ogni anno, il 18 agosto, i Sanfloresi onorano il proprio santo patrono con una messa solenne e la tipica processione per le vie del paese.

Degna di nota è la tradizionale lavorazione dei fichi bianchi secchi, essiccati secondo l'antico metodo dell'essiccazione naturale al sole. San Floro dai primi del '900 è conosciuta come la "Terra dei fichi".

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Ancora oggi sono l'agricoltura e l'industria alimentare a rappresentare una risorsa economica importante per i sanfloresi, ma non bisogna dimenticare la produzione e lavorazione della seta, dall'allevamento dei bachi sino al prodotto finale. I tanti telai ed attrezzi di uso comune donati dalle famiglie di San Floro hanno fatto nascere un museo apposito che vi consigliamo vivamente di visitare. La città, inoltre, ha un centro storico molto vivace che si popola soprattutto d'estate con i tanti emigranti che rientrano nel paese d'origine per trascorrere le vacanze piacevolmente: oltre alle bellezze naturali ed alla chiesa di San Floro, infatti, la città è nota per i prodotti tipici come i fichi bianchi seccati al sole, questi sono tra i più apprezzati della zona.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 maggio 2011.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Calabria Portale Calabria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calabria