Angioini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la prima dinastia di Angiò-Plantageneti, vedi Plantageneti.
Angioini
Blason comte fr Anjou.svg
D'azzurro, seminato di gigli d'oro, spezzato da un lambello rosso.
Stato Blason duche fr Anjou (moderne).svg Contea d'Angiò
Blason département fr Sarthe.svg Contea di Maine
Blason Provence ancien 2.svg Contea di Provenza
Royal Standard of the King of France.svg Regno di Francia e Navarra
Bandera de Nápoles - Trastámara.svg Regno di Napoli
Bandiera del Regno di Sicilia 4.svg Regno di Sicilia
Alex K Kingdom of Poland-flag.svg Regno di Polonia
Flag of Hungary (1867-1918).svg Terre della Corona di Santo Stefano
Blason Empire Latin de Constantinople.svg Impero latino di Costantinopoli
Arms of Anjou-Jerusalem.svg Regno d'Albania
Armoiries Achaïe.svg Principato d'Acaia
Casata di derivazione Capetingi
Casata principale Robertingi
Titoli Cross pattee.png Conte d'Angiò
Cross pattee.png Conte di Maine
Cross pattee.png Conte di Provenza
Cross pattee.png Re di Francia
Cross pattee.png Re di Napoli
Cross pattee.png Re di Sicilia
Cross pattee.png Re di Polonia
Cross pattee.png Re d'Albania
Cross pattee.png Re d'Ungheria
Cross pattee.png Imperatore latino di Costantinopoli
Cross pattee.png Principe d'Acaia
Fondatore Carlo I d'Angiò
Ultimo sovrano Giovanna II d'Angiò-Durazzo
Data di fondazione 1246
Data di estinzione 1435[1]
Etnia francese
Rami cadetti

Con il cognome Angioini intendiamo due distinte dinastie medievali cadette dei Capetingi, che presero il nome dalla Contea, poi Ducato, di Angiò. Angiò divenne una provincia occidentale della Francia, dopo che questa venne sottratta ai Plantageneti ed annessa ai domini diretti della Corona francese.

Capostipite degli Angioini è Carlo I d'Angiò, che si stanziò nel Regno di Napoli nel 1282. La dinastia, nelle varie diramazioni, oltre ai regni di Napoli e, brevemente, quello di Sicilia, riuscì in seguito a governare molti paesi in Europa, tra cui la Provenza, la Lorena, la Polonia e l'Ungheria. La vera e propria prima dinastia a governare sulla contea di Angiò fu però quella degli Ingelgeridi, coi loro discendenti Plantageneti, ma in genere la storiografia, per evitare confusione, riserva il termine Angioini, in special modo alle dinastie cadette di Francia, preferendo utilizzare soprattutto il termine Plantageneto per indicare la precedente dinastia.

La contea di Angiò passò alla Corona di Francia con Filippo Augusto nel 1205. Il nipote, il re Luigi IX il Santo la diede in feudo al fratello Carlo nel 1246, che diede origine ad una seconda dinastia di conti e poi duchi d'Angiò, propriamente detti Angioini.

Prima dinastia angioina[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Sovrani di Napoli § Francesi, Angioini (1282-1442).
Stemma dei conti d'Angiò, divenuto poi lo stemma anche del Regno di Napoli, conosciuto anche come Angiò-antico

Detta anche Linea seniore, o Capetingi-Angiò, deriva dal primo conte:

Nel 1290, la contea di Angiò entrò a far parte della dote della figlia di Carlo II, Margherita d'Angiò (nata nel 1273 e morta nel 1299), e passò quindi per matrimonio a Carlo di Valois (nato nel 1270 e morto nel 1325), figlio terzogenito del re di Francia Filippo III, che nel 1297 divenne perciò conte di Angiò e pari del regno. Il figlio di costoro, Filippo di Valois (nato nel 1293 e morto nel 1350), ereditò la contea alla morte del padre e nel 1328 divenne re di Francia con il nome di Filippo VI, ricongiungendo l'Angiò alla corona. Suo figlio, il re Giovanni II il Buono (nato nel 1319 e morto nel 1364) diede al proprio figlio cadetto Luigi il titolo di duca d'Angiò nel 1360, trasformando la contea in ducato e dando così vita ad una nuova dinastia angioina.

Seconda dinastia angioina[modifica | modifica wikitesto]

Stemma dei duchi d'Angiò, divenuto poi quello della provincia e conosciuto anche come Angiò-moderno
Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Angiò-Valois e Angiò-Durazzo.

Duchi di Angiò furono:

Il ducato d'Angiò ritornò infine alla corona di Francia, al re Luigi XI, al quale l'ultimo duca aveva inoltre ceduto i propri diritti sul regno di Napoli: questa cessione fu più tardi il pretesto in base al quale il re di Francia Carlo VIII scese in Italia nel 1494.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Morte di Giovanna II d'Angiò-Durazzo, regina di Napoli.
  2. ^ Il ramo si estinse con la morte dell'ultima sovrana del Regno di Napoli, Giovanna II, nel 1435.
  3. ^ Il ramo si estinse nel 1395 con la morte di Maria d'Ungheria, regina d'Ungheria e moglie di Sigismondo di Lussemburgo.
  4. ^ Il ramo si estinse nel 1373 con la morte senza eredi di Filippo II d'Angiò, principe di Taranto.