Gué Pequeno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guè Pequeño
Guè Pequeno Official.jpg
Nazionalità Italia Italia
Genere Hardcore rap[1]
Pop rap
Hip house
Periodo di attività musicale 1997 – in attività
Etichetta Universal, Def Jam
Album pubblicati 7
Studio 5
Live 2
Gruppi e artisti correlati Club Dogo, Dogo Gang, Marracash
Logo ufficiale
Sito ufficiale

Cosimo Fini, noto anche con lo pseudonimo di Guè Pequeño (Milano, 25 dicembre 1980), è un rapper e produttore discografico italiano, membro del gruppo rap Club Dogo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Con lo pseudonimo iniziale Il Guercio, il rapper ha iniziato la propria carriera musicale intorno al 1997, quando ha conosciuto Jake La Furia. L'amicizia tra i due porta alla formazione dei Sacre Scuole a cui si aggiunge Dargen D'Amico, quest'ultimo in precedenza compagno di classe di Pequeno. Il beatmaker Don Joe diviene intanto loro stretto collaboratore. Il trio pubblicherà soltanto il disco 3 MC's al cubo e si scioglierà a causa di contrasti tra D'Amico e La Furia. I rimanenti componenti, insieme a Don Joe, formeranno successivamente i Club Dogo.

Durante questo periodo Pequeno ha partecipato alla realizzazione di diversi album e mixtape, tra cui spiccano 50 Emcee's Pt. 1 degli ATPC e Tutti x uno di DJ Enzo.

Primi mixtape e il successo con i Club Dogo (2005-2010)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 Guè Pequeno ha pubblicato l'EP Hashishinz Sound Vol. 1 insieme al produttore italo-angolano Deleterio, mentre l'anno successivo ha pubblicato il mixtape Fastlife Mixtape Vol. 1, inciso con DJ Harsh e seguito tre anni più tardi da Fastlife Mixtape Vol. 2 - Faster Life.

Nel corso degli anni ha collaborato con i maggiori artisti della scena underground e non, tra cui Noyz Narcos del TruceKlan, J-Ax, Marracash ed Entics. Nel 2010 pubblica il libro La legge del cane, scritto a quattro mani con Jake La Furia. Nel marzo del 2011 va in onda su Radio Deejay con il programma Un giorno da cani, format televisivo di quattro puntate dove lui e Jake La Furia provano esperienze lavorative tramutandole in testi per le loro canzoni rap, con Don Joe alla base.

Il ragazzo d'oro e la fondazione della Tanta Roba (2011)[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di giugno 2011 esce il suo primo album da solista, intitolato Il ragazzo d'oro, che vede la partecipazione di diversi rapper italiani, tra cui Marracash, Entics, Ensi e Jake La Furia. Il disco è stato anticipato dal singolo Non lo spegnere (Reloaded) e successivamente viene estratto anche il videoclip per il brano Ultimi giorni.

Sempre nel 2011, il rapper fonda insieme a DJ Harsh l'etichetta discografica indipendente Tanta Roba, il cui primo prodotto è stato Il mio primo disco da venduto di Fedez. Il 20 gennaio 2012 esce Fastlife Mixtape Vol. 3, frutto della collaborazione con DJ Harsh e altri artisti italiani del genere come il già citato Fedez, Emis Killa, Salmo, Gemitaiz e Daniele Vit.

Noi siamo il club e Bravo ragazzo (2012-2014)[modifica | modifica wikitesto]

Poco dopo l'uscita del suo ultimo mixtape viene dissato da Inoki nel brano Polifemo Diss dove Inoki lo accusa, oltre ad altre cose, di essersi venduto alle televisioni; Guè risponde al dissing con il brano Erba del Diavolo (presente nell'album dei Club Dogo Noi siamo il club), con la seguente strofa: "Mi vuoi odiare fai pure tanto siete già in molti, dici che, non lo fai per i soldi, solo se, non hai mai fatto i soldi... L'invidia è erba del diavolo, io me la fumo al tavolo". L'album Noi siamo il club diventerà disco di platino e sarà spinto dal singolo P.E.S. cantato insieme a Giuliano Palma e il tour del disco porterà Guè in giro per l'Italia insieme a Jake La Furia e Don Joe. Il 27 novembre viene pubblicata un'edizione speciale di Noi siamo il club, la quale contiene il videoclip di Minchia boh.

Il 28 marzo 2013 esce il mixtape Guengsta Rap, scaricabile gratuitamente dal suo sito ufficiale. I brani dell'album sono mixati da DJ Jay-K. Il 5 aprile viene pubblicato Business,[2] primo singolo estratto dal secondo album in studio del rapper e prodotto da 2nd Roof. Il relativo videoclip, anticipato da un trailer in cui viene rivelata la data di pubblicazione dell'album, fissata per il 4 giugno,[3] viene invece pubblicato il 9 aprile.[4] Successivamente viene annunciato il secondo singolo Rose nere,[5] pubblicato su iTunes il 23 aprile;[6] il videoclip invece è stato pubblicato su YouTube il 26 aprile,[7] data in cui viene rivelato il titolo dell'album, Bravo ragazzo.[8] Il 9 maggio annuncia attraverso la propria pagina Facebook la lista tracce dell'album,[9] mentre il giorno successivo pubblica il terzo singolo estratto dall'album, l'omonimo Bravo ragazzo.[10]

Il 13 giugno è stata pubblicata un'anteprima del videoclip del brano Il drink & la jolla,[11] realizzato con la partecipazione di 'Ntò e pubblicato il 18 giugno.[12] Il 10 luglio è stata pubblicata un'anteprima del videoclip di Tornare indietro,[13] brano realizzato con la partecipazione della cantante britannica Arlissa; il video è uscito due giorni più tardi. Il 12 settembre è stato annunciato il videoclip del brano Brivido, realizzato insieme a Marracash[14] e pubblicato il 17 settembre.[15]

Nel mese di giugno 2014 Bravo ragazzo è stato certificato disco di platino per aver raggiunto la soglia delle 50.000 copie vendute.[16] Intorno allo stesso periodo è tornato con i Club Dogo per registrare il settimo album in studio, intitolato Non siamo più quelli di Mi fist e anticipato dai singoli Weekend e Fragili. Ad esso è seguito un tour promozionale svoltosi prevalentemente in Italia tra il 2014 e il 2015.

Vero (2015)[modifica | modifica wikitesto]

Nella primavera del 2015 Pequeno ha rinnovato il proprio contratto con la Universal Music Group e ha annunciato la firma per la Def Jam Recordings, divenendo così il primo artista italiano a firmare per l'etichetta. In seguito a ciò, il rapper ha pubblicato il videoclip di un brano inedito, intitolato Squalo.[17] Quest'ultimo, insieme ai singoli Le bimbe piangono e Interstellar, ha anticipato l'uscita del terzo album da solista del rapper, intitolato Vero e pubblicato il 23 giugno dello stesso anno.[18] Nello stesso anno ha collaborato con Fabri Fibra al brano E tu ci convivi, presente nell'album Squallor.[19]

Nel giugno dello stesso anno, Pequeno ha partecipato alla terza edizione del Summer Festival con Interstellar, ottenendo una candidatura per il Premio RTL 102.5 - Canzone dell'estate.

Santeria, la collaborazione con Marracash (2016-2017)[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 gennaio 2016, attraverso i social network, il rapper ha annunciato la realizzazione di un album in studio insieme a Marracash.[20] Pubblicato il 24 giugno dello stesso anno,[21] l'album si intitola Santeria ed è composto da quindici brani, tra cui il singolo apripista Nulla accade, uscito il 7 giugno.[22]

Nello stesso anno è stato scelto tra i giudici della terza edizione del programma televisivo TOP DJ.[23]

Il 31 marzo 2017 il duo ha pubblicato l'album dal vivo Santeria Live, contenente l'intero concerto da loro tenuto presso l'Alcatraz di Milano.[24] Il 3 luglio è stato pubblicato il videoclip del brano Tony, l'ultimo tratto da Santeria e girato a Bogotà.[25]

Gentleman (2017-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 aprile 2017 Guè Pequeno ha pubblicato per il download digitale e per lo streaming il singolo Trinità,[26] quest'ultimo promosso dal relativo videoclip diretto da Igor Grbesic e Marc Lucas.[27] A seguire è stato il doppio singolo Non ci sei tu/T'apposto, pubblicato il 2 giugno dello stesso anno.[28]

Il 6 giugno il rapper ha annunciato in via ufficiale il quarto album solista Gentleman, previsto per il 30 dello stesso mese e composto da diversi brani in collaborazione con vari artisti, tra cui Sfera Ebbasta e Marracash.[29] L'edizione standard dell'album è stata commercializzata nelle edizioni Red Version e Blue Version, caratterizzati da copertina e bonus track differenti, mentre quella deluxe è stata resa disponibile esclusivamente su Amazon.com.[30]

La promozione dell'album è proseguita con la pubblicazione del singolo Milionario, uscito il 7 luglio e che ha visto la partecipazione vocale di El Micha.[31] Il singolo ha raggiunto la nona posizione della Top Singoli,[32] venendo certificato disco d'oro dalla FIMI per le oltre 25.000 copie vendute.[33]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Da solista[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Guè Pequeno.

Con i Sacre Scuole[modifica | modifica wikitesto]

Con i Club Dogo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia dei Club Dogo.

Con la Dogo Gang[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Club Dogo, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 30 aprile 2013.
  2. ^ Business - Single, iTunes. URL consultato il 18 giugno 2013.
  3. ^ Filmato audio GUE' PEQUENO - BUSINESS TRAILER 05.04.13, su YouTube.
  4. ^ Filmato audio Guè Pequeno - Business, su YouTube.
  5. ^ Filmato audio GUE' PEQUENO - ROSE NERE TEASER 23.04.13, su YouTube.
  6. ^ Rose nere - Single, iTunes. URL consultato il 18 giugno 2013.
  7. ^ Filmato audio Guè Pequeno - Rose Nere, su YouTube.
  8. ^ Le “Rose Nere” di Guè Pequeno, MTV, 26 aprile 2013. URL consultato il 18 giugno 2013.
  9. ^ Bravo Ragazzo. L'Album. 04.06.2013., Facebook, 9 maggio 2013. URL consultato il 15 maggio 2013.
  10. ^ Bravo ragazzo - Single, iTunes. URL consultato il 15 maggio 2013.
  11. ^ Filmato audio GUE' PEQUENO - IL DRINK & LA JOLLA (feat.Ntò) TEASER, su YouTube.
  12. ^ Filmato audio Guè Pequeno - Il Drink & La Jolla ft. Ntò, su YouTube.
  13. ^ Filmato audio GUE' PEQUENO - BRAVO RAGAZZO TEASER 10.05.13, su YouTube.
  14. ^ Filmato audio GUE' PEQUENO - BRIVIDO (feat.MARRACASH) TRAILER, su YouTube.
  15. ^ Filmato audio Guè Pequeno - Brivido ft. Marracash, su YouTube.
  16. ^ Certificazioni, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 22 novembre 2016.
  17. ^ Guè Pequeno, il nuovo squalo della Def Jam, Panorama, 26 maggio 2015. URL consultato il 26 maggio 2015.
  18. ^ Giorgio Quadrani, "Vero" il nuovo album di Guè Pequeno, cover, tracklist e data di uscita, RapBurger, 4 giugno 2015. URL consultato il 4 giugno 2015.
  19. ^ Matteo Maresi, Fabri Fibra twitta a sorpresa l'uscita di "Squallor", il suo nuovo album, Rolling Stone Italia, 7 aprile 2015. URL consultato il 23 luglio 2016.
  20. ^ Gué Pequeno e Marracash, un disco insieme durante il 2016, TGcom24, 4 gennaio 2016. URL consultato l'11 giugno 2016.
  21. ^ Giulio Pasqui, Marracash e Guè Pequeno, Marra/Guè: L'album esce il 24 giugno 2016, SoundsBlog, 20 maggio 2016. URL consultato l'11 giugno 2016.
  22. ^ Marracash e Guè Pequeno pubblicano "Santeria", Rolling Stone Italia, 7 giugno 2016. URL consultato l'11 giugno 2016.
  23. ^ TOP DJ 2016: da maggio su Italia 1 con Guè, Syria e David Morales!, Mediaset, 3 marzo 2016. URL consultato il 22 novembre 2016.
  24. ^ Antonio Galluzzo, Marracash e Gué Pequeno: Esce oggi Santeria Live l'album dal vivo in una versione doppio cd e dvd, SpettacoliNews, 31 marzo 2017. URL consultato l'8 aprile 2017.
  25. ^ 105.net, http://www.105.net/video/music-biz/234897/marracash-gue-pequeno-ecco-il-video-di-tony-girato-sul-set-di-narcos.html .
  26. ^ Sandro Giorello, Ascolta "Trinità", il nuovo brano di Guè Pequeno, Rockol, 21 aprile 2017. URL consultato il 23 aprile 2017.
  27. ^ È uscito 'Trinità', il nuovo video di Guè Pequeno, Rolling Stone Italia, 26 aprile 2017. URL consultato il 6 giugno 2017.
  28. ^ Ascolta i due nuovi singoli di Guè Pequeno, Rolling Stone Italia, 2 giugno 2017. URL consultato il 6 giugno 2017.
  29. ^ Guè Pequeno, un "Gentleman" che si fa in tre, TGcom24, 6 giugno 2017. URL consultato il 6 giugno 2017.
  30. ^ Alberto Graziola, Gue Pequeno, Gentleman è il nuovo album [tracklist], SoundsBlog, 6 giugno 2017. URL consultato il 29 giugno 2017.
  31. ^ Paola Corradini, Gué Pequeno - Milionario (feat. El Micha) (Radio Date: 07-07-2017), EarOne, 30 giugno 2017. URL consultato il 10 agosto 2017.
  32. ^ Classifica settimanale WK 27 (dal 2017-06-30 al 2017-07-06), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 10 agosto 2017.
  33. ^ Certificazioni, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 10 agosto 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Template:Guè Pequeno

Controllo di autorità VIAF: (EN309807503 · ISNI: (EN0000 0003 6852 660X