Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

The Voice of Italy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Voice of Italy
Logo del programma The Voice of Italy
Titolo originale The Voice
Paese Italia Italia
Anno 2013 - in corso
Genere Talent show
Edizioni 3
Durata 180 min circa
Ideatore John de Mol
Produttore Talpa Media Italia
Presentatore Fabio Troiano (2013)
Federico Russo (2014-)
Regia Sergio Colabona (2013)
Cristiano D'Alisera (2014-)
Rete Rai 2
Rai Premium (repliche)
Sito web The Voice of Italy

The Voice of Italy è un programma televisivo italiano. Si tratta della versione italiana del talent show The Voice, format olandese ideato da John de Mol e trasmesso in tutto il mondo. Il programma va in onda dal 2013 su Rai 2, in alta definizione sul canale Rai HD[1], in replica sul canale Rai Premium e in diretta via radio su Radio Rai e RTL 102.5.

Il programma[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In seguito alla cancellazione nel 2011 dal palinsesto di Rai 2 di X Factor (poi passato su Sky Uno) per via degli alti costi di produzione e al successivo flop di Star Academy (andato in onda sulla stessa rete in sostituzione di X Factor stesso nella stagione 2011/12 e chiuso dopo la terza puntata a causa dei bassi ascolti ricevuti), la seconda rete Rai decide di tentare con un format simile e di grande successo nel mondo che potesse diventare un programma di punta della rete: si sceglie quindi per The Voice of Holland, talent show musicale nato nel 2010 nei Paesi Bassi ed esportato in tutto il mondo che, nel 2011, ha registrato ascolti record con la sua prima edizione negli Stati Uniti.

Notizie di una sua possibile messa in onda iniziarono a circolare nel 2012 e, dopo una prima cancellazione nello stesso anno per motivi di budget e palinsesto, il programma va in onda nella primavera del 2013 con la sua prima edizione italiana prendendo il posto del reality show L'isola dei famosi, programma simbolo e di punta di Rai 2 per molti anni, ritenuto non più idoneo al dovere di servizio pubblico offerto dalla Rai.[2]

« [...] The Voice rappresenta la pulsione di tanti giovani che vogliono avere il successo cantando e gli si dà la possibilità di essere selezionati senza essere visti. Questo ha un aspetto di servizio pubblico perché si dà il messaggio che se sei un bravo cantante non importa se sei alto o basso, grasso o magro, hai la possibilità di realizzare il tuo sogno. »
(Anna Maria Tarantola - Presidente Rai)

Format[modifica | modifica wikitesto]

Il programma, diversamente da altri talent show, mette gli aspiranti cantanti davanti ad una giuria seduta su delle poltrone rosse con un pulsante rosso davanti e completamente di spalle al cantante; essa è composta da quattro personaggi della musica italiana, i "coach". Questi ultimi non saranno condizionati dall'aspetto fisico del concorrente, ma soltanto dalla "voce" (come recita il titolo del programma), la quale sarà l'unico elemento necessario per far premere il pulsante e far girare uno o più coach, e di conseguenza far entrare il concorrente nel proprio team di appartenenza. I quattro coach (a differenza di una "giuria") si definiscono tali poiché, man mano che formeranno i loro team, aiuteranno i concorrenti nel migliorare le loro doti canore durante la loro permanenza nel programma. Una particolarità del programma, unica nel suo genere, è il fatto che tutte le canzoni vengono eseguite da un'orchestra live presente in studio.

Il programma è suddiviso in tre fasi (quattro dalla seconda edizione):

  • Blind Auditions; audizioni al buio.
  • The Battles; duetto su una singola canzone.
  • Knockout; duello su due canzoni differenti. (ed. 2 e 3)
  • Live Show; dirette dal vivo.

Dopo aver formato i team nelle audizioni, ogni squadra vedrà fronteggiare i membri della stessa in varie sfide eliminatorie sino alla finale, dove si avrà un finalista rimasto per ogni team fino a decretare la vittoria della miglior voce d'Italia.

Il vincitore del talent show, decretato tramite il televoto da casa via telefono fisso o mobile, si aggiudica un contratto discografico di 200.000 euro con la Universal Music Italia.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Edizione Canale Data di trasmissione Puntate Concorrenti ammessi Classifica finale Conduttori Ascolti
Blind Battles Knockout Live telespettatori share
Rai 2
Rai HD
dal 7 marzo 2013
al 30 maggio 2013
4 3 - 6 64 1 Elhaida Dani Fabio Troiano
con
Carolina Di Domenico
3.304.000 13,74%
2 Timothy Cavicchini
3 Veronica De Simone
4 Silvia Capasso
dal 12 marzo 2014
al 5 giugno 2014
5 2 2 5 1 Suor Cristina Scuccia Federico Russo
con
Valentina Correani
3.208.000 14,13%
2 Giacomo Voli
3 Tommaso Pini
4 Giorgia Pino
dal 25 febbraio 2015
al 27 maggio 2015
1 Fabio Curto 2.663.000 11,88%
2 Roberta Carrese
3 Carola Campagna
4 Thomas Cheval
dal 17 febbraio 2016al 20 aprile 2016 4 2 - 32 1
2
3
4

Prima edizione (2013)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: The Voice of Italy (prima edizione).

La prima edizione del programma è andata in onda dal 7 marzo al 30 maggio 2013 per 13 puntate, condotta da Fabio Troiano e Carolina Di Domenico. I coach sono stati Piero Pelù, Raffaella Carrà, Riccardo Cocciante e Noemi. La vincitrice è stata la cantante di origine albanese Elhaida Dani (Team Cocciante) la quale ha continuato poi la sua carriera in Albania.

Il format è costituito da tre fasi:

  • Blind Auditions: nelle prime quattro puntate, i coach ascoltano le esibizioni dei concorrenti concentrando la loro attenzione soltanto sulla loro voce senza vederli, poi possono premere il bottone I WANT YOU se vogliono che entri nella propria squadra. Se più coach, durante l'audizione, si contendono lo stesso candidato, è data a lui stesso la possibilità di scegliere da quale coach farsi seguire; se a premere il pulsante è un solo coach, il concorrente entra automaticamente nella sua squadra; se nessun coach schiaccia il pulsante fino al termine dell'esibizione, il concorrente viene eliminato. Al termine di queste audizioni ciascun coach ha scelto 16 talenti per formare la propria squadra;
  • The Battles: in queste tre puntate, ciascun coach sceglie due membri della propria squadra, facendoli esibire in un duetto su un ring. I due cantanti lavorano ad una stessa canzone assegnatagli dal coach d'appartenenza e seguendo i consigli di uno "special coach", un professionista chiamato dal coach principale a fornire indicazioni e consigli ai concorrenti che andranno a sfidarsi sul ring. Alla fine dell'esibizione il coach sceglie chi dei due concorrenti ha meritato di accedere alla terza fase, dove la squadra di ciascun coach si è ridotta ad otto talenti.
  • Live Show: in queste sei puntate in diretta i cantanti di ciascuna squadra (8 per team) arrivano sul palco avendo la possibilità di esibirsi in veri e propri concerti, nei quali attraverso turni ad eliminazione diretta si ha un vincitore per ogni squadra. I quattro finalisti, poi, si affrontano nella finale che designa il vincitore del talent show. A determinare chi andrà avanti nella competizione sono i coach e i telespettatori con il televoto.

Seconda edizione (2014)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: The Voice of Italy (seconda edizione).

La seconda edizione,[3] andata in onda dal 12 marzo al 5 giugno 2014[4] per 14 puntate, ha visto la conduzione di Federico Russo e Valentina Correani[5]. Vengono riconfermati i coach Carrà, Pelù e Noemi, mentre al posto di Cocciante arriva J-Ax. Quest'ultimo ha vinto il programma con il suo team portando alla vittoria Suor Cristina Scuccia, suora orsolina di origini siciliane, che ha pubblicato con la Universal il suo primo album destinato al mercato europeo, Sister Cristina, nel novembre del 2014.

Da questa edizione il format è costituito da quattro fasi:

  • Blind Auditions: la prima fase della competizione si svolge come è avvenuto nella prima stagione. Le puntate dedicate alle audizioni sono cinque e al termine delle stesse ciascun coach ha scelto 16 talenti per formare la propria squadra;
  • The Battles: la seconda fase della gara, in due sole puntate, segue le stesse dinamiche della prima stagione, con la novità introdotta in questa stagione del meccanismo dello STEAL: nel momento in cui viene decretato il verdetto della battle, l'artista eliminato dal proprio coach può essere ripescato se almeno uno dei coach delle altre squadre preme il bottone rosso sulla propria poltrona. Nel caso in cui un solo coach prema il bottone, l'artista entra automaticamente nel suo team, mentre se a premere il bottone sono due o tre coach è l'artista a scegliere a quale squadra unirsi, così come avviene durante le Blind Auditions. Se nessun coach preme il bottone l'artista abbandona la gara. Tale opzione potrà essere esercitata da ciascun coach al massimo due volte nell’arco delle Battles. I concorrenti che accedono alla terza fase sono dieci per ciascun coach.
  • Knockout: in queste due puntate, seguendo lo stesso meccanismo delle battles, i talenti di ogni team si scontrano sul ring in coppia su pezzi differenti scelti dai concorrenti stessi, questa volta senza nessuna possibilità di ripescaggio. L'artista vincitore di ogni sfida accede alla quarta fase della competizione. Al termine della puntata ogni coach ha cinque artisti nella propria squadra.
  • Live Show: la quarta fase del programma, come avvenuto nella prima edizione, ha l'obiettivo di individuare i finalisti (uno per team) che si scontrano nell'ultima puntata. Le puntate che compongono questa ultima fase sono cinque.

Terza edizione (2015)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: The Voice of Italy (terza edizione).

La terza edizione del programma è andata in onda dal 25 febbraio al 27 maggio 2015 per 14 puntate sempre con la conduzione di Federico Russo e Valentina Correani. Piero Pelù, J-Ax e Noemi vengono riconfermati come coach, mentre la Carrà viene sostituita dalla coppia padre-figlio Roby e Francesco Facchinetti, seduti in un'unica poltrona per due. Questi ultimi hanno vinto il programma con il loro team portando alla vittoria Fabio Curto, cantante di Acri.

Il format è costituito da quattro fasi, così come avvenuto nella seconda edizione:

  • Blind Auditions: la prima fase della competizione è composta da cinque puntate e si svolge come è avvenuto per le prime due stagioni. In queste puntate vengono inoltre introdotte anche le Blind Audition Blind, audizioni al buio particolari dove il concorrente non sarà visibile a nessuno, né al pubblico a casa e in studio, né ai coach: solo a fine esibizione la tenda che lo copre verrà calata mostrando il concorrente a tutti. Questa prima fase permette l'ingresso nel programma a 64 concorrenti (16 per team): solo dopo aver raggiunto tale cifra le audizioni al buio saranno chiuse.
  • The Battles: la seconda fase della gara, composta da due puntate, rimane invariata, con la presenza dello STEAL anche in questa edizione: in questa seconda fase si passa dai 64 concorrenti iniziali a 32, con la possibilità di ripescarne 8 (2 per team) arrivando ad un totale di 40 talenti rimasti.
  • Knockout: meccanismo invariato anche per questa terza fase del programma, composta anche in quest'edizione da due puntate: dei 40 concorrenti rimasti ne passano la metà, 20 in totale.
  • Live Show: la quarta fase del programma ha l'obiettivo di individuare i finalisti (5 per team fino ad arrivare ad uno per team) che si scontrano nell'ultima puntata. Le puntate che compongono questa ultima fase sono cinque e sono in diretta.

Quarta edizione (2016)[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di giugno 2015 la Rai conferma il rinnovo del programma per una quarta edizione, in onda da febbraio 2016.

Coach e conduttori[modifica | modifica wikitesto]

Coach[modifica | modifica wikitesto]

Il ruolo dei quattro coach all'interno del programma viene ricoperto da quattro cantanti facenti parte del panorama musicale italiano. Nella prima edizione le quattro poltrone rosse vengono occupate dal frontman dei Litfiba e rocker Piero Pelù, dalla showgirl Raffaella Carrà, dal cantautore Riccardo Cocciante e da Noemi, artista soul diventata celebre dopo la sua partecipazione ad X Factor. Dopo aver vinto come coach nella prima edizione, Cocciante abbandona la poltrona di coach per rifugiarsi dal mondo televisivo e tornare a dedicarsi al teatro: il suo posto nella seconda edizione viene preso dal rapper milanese J-Ax, anch'esso trionfante a fine edizione. Nella terza edizione la Carrà lascia il programma e al suo posto arrivano i coach Facchinetti, con il padre Roby ed il figlio Francesco seduti in una poltrona doppia come unico coach e vincenti anch'essi a fine edizione.

Coach Edizione
1 2 3 4
Piero Pelù
Noemi
J-Ax N.D.
Roby e Francesco Facchinetti N.D. N.D.
Raffaella Carrà N.D.
Riccardo Cocciante N.D. N.D.

Conduttori[modifica | modifica wikitesto]

La prima edizione del programma vede l'esordio da conduttore dell'attore Fabio Troiano, affiancato durante i live show da Carolina Di Domenico in postazione web-room per accogliere i concorrenti già esibiti e leggere i commenti arrivati durante la serata dai social network. Dalla seconda edizione conduce il programma il conduttore radiofonico Federico Russo, mentre la parte relativa al web viene affidata a Valentina Correani.

Conduttori Edizione
1 2 3 4
Federico Russo N.D. Crystal Clear app clean.svg Crystal Clear app clean.svg Crystal Clear app clean.svg
Valentina Correani N.D. Crystal Clear app clean.svg Crystal Clear app clean.svg Crystal Clear app clean.svg
Fabio Troiano Crystal Clear app clean.svg N.D. N.D.
Carolina Di Domenico Crystal Clear app clean.svg N.D. N.D.

Team[modifica | modifica wikitesto]

Legenda:

  • ██ Vincitore

  • ██ Secondo classificato

  • ██ Terzo classificato

  • ██ Quarto classificato

  • ██ Eliminato nelle Battle

  • ██ Eliminato al Knockout

  • ██ Eliminato ai Live show

  • Barrato Eliminato dal proprio Coach e rubato da un altro
  • Corsivo Concorrente ripescato grazie allo STEAL
The Voice of Italy 1
Raffaella Carrà Noemi Piero Pelù Riccardo Cocciante
#TeamCarrà #TeamNoemi #TeamPelù #TeamCocciante
Veronica De Simone Manuel Foresta Emanuele Lucas Silvia Capasso Giuseppe Scianna Diana Winter Timothy Cavicchini Francesco Guasti Cristina Balestriere Elhaida Dani Mattia Lever Lorenzo Campani
Stefania Tasca Matteo Lotti Pamela Lacerenza Flavio Capasso Giuliana Danzé Nausicaa Magarini Danny Losito Marco Cantagalli Alessandra Parisi Giulia Saguatti Donato Perrone Federica Celio
Paola Licata Michelle Perera Chiara Luppi Silvia Caracristi Chiara Furfari Teresa Capuano Marica Lermani Giulia Penza Fabio Zampolli Jessica Morlacchi Francesco Monti Rosalia Davì
Vito Ardito Chiara Papalia Daphne Nisi Antonia Laganà Francesca Monte Gabriella Martinelli Paola Criscione Ilaria De Angelis Tommaso Gavazzi Francesca Bellenis Gabriella Iandolo Pasquale e Michele Tibello
Noemi Smorra Denise Faro Daniele Vit Martina Lo Visco Marsela Çibukaj Jacopo Sanna Yasmin Kalach Valentina Tramacere Roberta Orrù Alessio Ranno Samuele Spallitta Lisa Manara
Marianna Barracane N.D. N.D. Paola Gruppuso N.D. N.D. Savio Vurchio N.D. N.D. Mariateresa Amato N.D. N.D.
The Voice of Italy 2
Raffaella Carrà Noemi Piero Pelù J-Ax
#TeamCarrà #TeamNoemi #TeamPelù #TeamAx
Tommaso Pini Giuseppe Maggioni Federica Buda Giorgia Pino Stefano Corona Gianmarco Dottori Giacomo Voli Daria Biancardi Esther Oluloro Suor Cristina Scuccia Dylan Magon Valerio Jovine
Luna Palumbo Francesco Marotta Nancy Sardiello Andrea Manchiero Gianna Chillà Andrea Veschini Giulia Dagani Claudia Megrè Nadia Marino Carolina Russi Debby Lou Giusy Scarpato
Sasha Susino Simone Di Benedetto Benedetta Caretta Paola Bivona Yvonne Tocci Antonella Anastasi Valeria Marchetti Mia Schettino Andrea Azzurra Gullotta Pietro Napolano Andrea Ori Benedetta Giovagnini
Vittoria De Santis Valentina Ranalli Carmine Cirillo Claudia Coticelli Sasha Susino Simona Farris Federica Marinari Andrea Ori Marco Costa Angela Nobile Yvonne Tocci Piero Dread
Rosy Lerro Alessio Buscemi Francesca Romana D'Andrea Daniele Blaquier Federica Graziani Giancarlo Ingrassia Dejanira Giannarelli Federica Bensi Paola Bivona Emiliano Valverde Valeria Marchetti Luna Palumbo
Sara Gozzi e Marco Galeone Valentina Sarto Francesco Capriglione Lorenzo Pagani Angela Pascucci Andrea Nocera Benedetta Giovagnini Steven Patrick Piu Elisabetta Gagliardi Giulia Dagani Ivan Granatino Alice Pardo
The Voice of Italy 3
Roby e Francesco Facchinetti Noemi Piero Pelù J-Ax
#TeamFach #TeamNoemi #TeamPelù #TeamAx
Fabio Curto Sarah Jane Olog Chiara Dello Iacovo Thomas Cheval Keeniatta Baird Andrea Orchi Roberta Carrese Ira Green Marco De Vincentiis Carola Campagna Sara Vita Felline Maurizio Di Cesare
Alberto "Aj Summers" Slitti Alessia Labate Chiara Iezzi Mariangela "Marianè" De Santis Daniel Petrarulo Fatima Diallo Alessandra Salerno Tommaso Gregianin Chiara "Cli" Beltrame Raffaele Esposito Francesca "Tekla" Cini Ilenia Bentrovato
Alexandre Vella Claudio Placanica Maria Luce Gamboni Roberto Pignataro Gregorio Rega Viola Laurenzi Martina Liscaio Silvia De Santis Fabio Garzia Davide Fusaro Arianna Alvisi Luca Boccadamo
Alex Ceccotti Valentina Caturelli Clelia Granata Amelia Villano Benny Pierri Nicol Manenti Luca Gagliano Valerio Miglietta Denise Cannas Nathalie Coppola Giuseppe Boscaglia Maurizio Musumeci
Giovanni Scardamaglio Sofia Mancino Fabio Garzia Claudia Miele Chiara Piperno Andrea Porceddu Marco Andreotti Francesco Paolo Bruno Simone Perrone Fatima Diallo Lavinia Viscuso Edo Sparks
Giulia Pugliese Chiara "Cli" Beltrame Sara Vita Felline Giuseppe Izzo Massimiliano Marchetti Alexandre Vella Pier Luca Tevere Davide Fusaro Mariangela "Mariané" De Santis Virginia Cristaldi Ludovica Cola Chiara Iezzi

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Noemi è il primo giudice/coach in Italia proveniente da un talent show, avendo partecipato ad X Factor.
  • Alcuni concorrenti della prima edizione provengono da altre versioni del format, come The Voice of Albania o The Voice of Germany.
  • Alla prima edizione partecipa Francesca Monte (team Noemi), concorrente che successivamente, nel 2014, ha partecipato ad X Factor in un duo, i Komminuet, eliminati nel 6° live show. Francesca viene tuttavia eliminata alle Battles.
  • Nel corso delle varie edizioni del programma alcuni coach provenienti da altre versioni di The Voice nel mondo sono stati ospiti durante i live show della versione italiana, tra cui will.i.am, Kylie Minogue e Ricky Martin.
  • La seconda edizione di The Voice of Italy ha avuto la particolarità di avere ogni coach rappresentante di un genere musicale: il pop con la Carrà, il rock con Pelù, il soul e il blues con Noemi e il rap con J-Ax.
  • Il video della Blind Audition di Suor Cristina Scuccia (team J-Ax) che ha cantato No One di Alicia Keys ha raggiunto e superato 70 milioni di visualizzazioni sul canale ufficiale YouTube del programma, portando una notorietà mondiale alla versione italiana della trasmissione.
  • Suor Cristina Scuccia, dopo aver vinto la seconda edizione, ha ringraziato Dio per la vittoria recitando la preghiera del "Padre Nostro" con il pubblico.
  • Nella seconda edizione si presenta alle audizioni Alessandra Drusian dei Jalisse, non venendo tuttavia scelta da nessun coach, rimasti tutti di spalle.
  • Alla seconda edizione partecipa Benedetta Caretta (team Carrà), vincitrice della seconda edizione del programma Io canto. Viene successivamente eliminata ai Knockout.
  • Alla seconda edizione partecipa Vittoria De Santis (team Carrà), che nel 2011 aveva partecipato ad X Factor insieme ad una sua amica, in un duo, le Cafè Margot, venendo eliminata nel 4° live show. Vittoria viene tuttavia eliminata ai Knockout.
  • La terza edizione del programma vede la novità della poltrona doppia: tale evenienza non è nuova per il format all'estero, essendo già presente nelle versioni di The Voice in Australia, Lituania e Germania.
  • I due coach della terza edizione Noemi e Francesco Facchinetti appaiono in uno stesso programma di Rai 2 dopo sei anni di distanza dalla loro ultima apparizione insieme nel 2009, dove erano rispettivamente concorrente e conduttore della seconda edizione di X Factor.
  • Nella terza edizione si presenta alle audizioni Chiara Iezzi (Team J-Ax), ex componente del duo canoro Paola & Chiara. Viene successivamente eliminata nella fase dei Knock Out. Durante le Battles viene eliminata dal proprio coach (J-Ax) e viene subito presa da Roby Facchinetti e Francesco Facchinetti attraverso lo STEAL.
  • Nella terza edizione si presenta alle audizioni Dennis Fantina, vincitore della prima edizione di Amici (all'epoca denominato Saranno Famosi), non venendo tuttavia scelto da nessun coach, rimasti tutti di spalle.
  • Elhaida Dani, vincitrice della prima edizione, ha rappresentato l'Albania, suo paese natale, all'Eurovision Song Contest 2015.
  • Nell'arco di tre edizioni, Piero Pelù si è sempre classificato al secondo posto, mentre Noemi sempre al quarto, divenendo quest'ultima l'unico coach a non aver mai raggiunto il podio.
  • J-Ax e i Facchinetti hanno vinto entrambi da coach esordienti alla prima edizione a cui hanno partecipato.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Voice su Rai Due dal 19 febbraio: ecco come funziona | MondoReality
  2. ^ Anna Maria Tarantola su The Voice ed il servizio pubblico
  3. ^ The Voice of Italy 2: da settembre 2013 senza Fabio Troiano? | LaNostraTv
  4. ^ The Voice, la seconda edizione ci sarà - Panorama
  5. ^ Federico Russo | nuovo conduttore di The Voice of Italy | DavideMaggio.it

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione