Campagna della Birmania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Disambigua compass.svg A questo titolo corrispondono più voci, di seguito elencate.
Questa è una pagina di disambiguazione; se sei giunto qui cliccando un collegamento, puoi tornare indietro e correggerlo, indirizzandolo direttamente alla voce giusta. Vedi anche le voci che iniziano con o contengono il titolo.

Con il termine campagna della Birmania si raggruppano diversi periodi operativi avvenuti tra il dicembre 1941 e l'agosto 1945 sul territorio dell'attuale Myanmar:

  • Conquista giapponese della Birmania: svoltasi tra il 15 dicembre 1941 (primo attacco aereo nipponico sulle città di confine) e la metà del maggio 1942.
  • Campagna della Birmania (1942-1943): comprende le scaramucce avvenute nella seconda metà del 1942, l'imprevista azione dei Chindits (febbraio-giugno 1943) e l'assestamento dell'occupazione giapponese.
  • Campagna della Birmania (1944): comprende la massiccia offensiva giapponese in direzione di Imphal e Kohima e la controffensiva della 14ª Armata britannica, che ristabilì la linea del fronte a ovest del fiume Chindwin e dei monti Chin.
  • Campagna della Birmania (1944-1945): comprende la controffensiva generale alleata da nord (forze cinesi e unità speciali statunitensi), da ovest e da sud (forze prevalentemente britanniche), con vasto appoggio aereo e marittimo. Terminò nell'agosto 1945 con la resa delle residue truppe giapponesi.