Bluesugar World Tour Mondiale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bluesugar World Tour Mondiale
Tour di Zucchero
Album Bluesugar
Inizio Italia Italia, Montichiari
12 febbraio 1999
Fine Italia Italia, Milano
31 dicembre 1999
Spettacoli 131
Cronologia dei tour di Zucchero
The Best of Tour '96
(1997)
Zucchero Shake Tour
(2002)

Il Bluesugar World Tour è l'ottava tournée di Zucchero Fornaciari, la terza a livello mondiale, legata all'album Bluesugar uscito nel 1998.

Il tour[modifica | modifica wikitesto]

Il tour, iniziato e concluso in Italia, è il secondo più lungo del cantante reggiano, con un totale di 131 spettacoli, comprensivi dei concerti al Night of the Proms. Per l'ultima tappa, Zucchero ha scelto la notte di Capodanno, "festeggiandola" in Piazza Duomo a Milano.[1]

Come raccontato nell'autobiografia Il suono della domenica - Il romanzo della mia vita, nel 1999 Zucchero scoprì che, causa una cattiva gestione del budget da parte dei manager, il tour risultava in perdita. Henry Padovani e Miles Copeland furono licenziati: al loro posto arrivò Roger Forrester, ex-manager di Eric Clapton.

Le tappe[modifica | modifica wikitesto]

[2]

Nelle date estere non venne inclusa la sezione d'archi.

La scaletta[modifica | modifica wikitesto]

[3]

  1. You make me feel loved
  2. Temporaneamente x sempre tuo
  3. Back 2 u
  4. Arcord
  5. Blu
  6. Dopo di noi
  7. Donkey tonkey
  8. Diavolo in me
  9. Eccetera eccetera
  10. Puro amore
  11. Karma stai calma
  12. Overdose d'amore
  13. Il mare impetuoso al tramonto sali sulla luna
  14. Il volo
  15. Menta e rosmarino
  16. Diamante
  17. Madre dolcissima
  18. Con le mani
  19. A wonderful world
  20. Senza una donna (Europa) / Hey man (Italia)
  21. Così celeste
  22. X colpa di chi
  23. I tempi cambieranno/Hai scelto me/Va pensiero

La band[modifica | modifica wikitesto]

[2]

  • Luciano Luisi (MD/tastiere)
  • Mario Schilirò (chitarra)
  • Derek Wilson (batteria)
  • Manuela Borzi (batteria solo in alcune date della prima parte del tour)
  • Gail Ann Dorsey (basso e voce, solo nella prima parte del tour)
  • Dwayne Thomas (basso, solo nella seconda parte del tour)
  • James Thompson (fiati/chitarra)
  • Mark Feltham (armonica)
  • Massimo Greco (tromba, solo nella seconda parte del tour)
  • Gaia Mecocci, Federica Bergamaschi, Benedetta Chiari, Claudia Perdani (archi)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carlo Moretti, La torta di Zucchero è un rave a metà, in la Repubblica, 14 febbraio 1999. URL consultato l'8 aprile 2019.
  2. ^ a b BLUESUGAR WORLD TOUR MONDIALE (1999), su archivio.zucchero.it. URL consultato il 2 novembre 2015.
  3. ^ La scaletta del tour su setlist.fm
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock