Blue's

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Blues (disambigua).
Blue's
ArtistaZucchero Fornaciari
Tipo albumStudio
Pubblicazione15 giugno 1987
Durata47:15
Dischi1
Tracce12
GenerePop
Blues
EtichettaPolydor/PolyGram
ProduttoreCorrado Rustici
RegistrazioneFonoprint/Umbi Modena
Certificazioni
Dischi di platinoItalia Italia (7)[1]
(vendite: 1 400 000+)
Svizzera Svizzera[2]
(vendite: 50 000+)
Zucchero Fornaciari - cronologia
Album precedente
(1986)
Album successivo
(1988)
Singoli
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
All Music Guide[3] 4.5/5 stelle

Blue's è il quarto album in studio di Zucchero Fornaciari, pubblicato il 15 giugno 1987 dall'etichetta Polydor/Polygram.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il disco segnò la definitiva affermazione del bluesman reggiano nel panorama musicale italiano. Il produttore e il produttore esecutivo furono rispettivamente Corrado Rustici e Michele Torpedine. Come raccontato ne Il suono della domenica - Il romanzo della mia vita, l'intero album fu concepito in un periodo difficile della vita del cantante: l'imminente separazione dalla prima moglie Angela Figliè. Ne furono diretta conseguenza brani come Senza una donna (poi divenuta il più grande successo internazionale del cantante, anche grazie al duetto con Paul Young), scritta di getto e in cui Zucchero si immaginava già una vita separato dalla moglie, e Non ti sopporto più, concepita in un impeto d'ira contro, appunto, la moglie. I testi di Con le mani e Hey Man sono stati scritti in collaborazione con Gino Paoli, così come quello di Bambino io bambino tu, la cui melodia è stata ripresa da My Woman, canzone del gruppo "Sugar & Candies", nel quale Zucchero ha militato prima del successo. La canzone Pippo, invece, è autoironica: è riferita ad un vecchio amico, soprannominato "Pippo", il quale, conscio della situazione sentimentale del cantante, corteggiò la moglie di quest'ultimo aggravando la situazione. Il testo del brano fu scritto a quattro mani con Vasco Rossi, che poi concesse a Zucchero la paternità delle strofe.[4] Solo una sana e consapevole libidine salva il giovane dallo stress e dall'Azione Cattolica, è una frase che ripeteva spesso un suo professore di geometria di Carrara, al quale Zucchero, ancora studente, un giorno rispose con "salva il giovane dallo stress e dall'azione cattolica". Si tratta ovviamente di un omaggio all'amore libero, lontano dai veti della religione cattolica. Dune mosse, infine, è stata dai più considerata la vera perla dell'album, nonché uno dei brani di Zucchero che più si avvicinano al genere blues. Il testo del brano, il cui co-autore è l'ormai deceduto fratello della moglie di Zucchero, Marco Figliè, all'epoca affetto da sclerosi multipla, fa ampio ricorso all'alternanza italiano-inglese e alla creazione di termini attingendo dallo slang di strada e dal dialetto, poi marchi di fabbrica di Fornaciari.[5] La versione strumentale del brano (contenuta solo nell'edizione su CD) entrerà a far parte della colonna sonora del film Snack Bar Budapest di Tinto Brass con Giancarlo Giannini. Nel 1988, il promoter italiano di Miles Davis, Mimmo D'Alessandro, e Michele Torpedine decisero di far sentire il pezzo al famoso trombettista statunitense. Nell'ascoltare Dune mosse, Miles Davis rimase colpito e accettò di incidere una nuova versione del pezzo, poi pubblicata solo nel 2004 in Zu & Co., insieme a Fornaciari. Successivamente saranno molte le collaborazioni con artisti importanti come BB King, Sting, Eric Clapton o Luciano Pavarotti.

Nel 1998 fu ristampato il CD in edizione digipak e con i brani rimasterizzati

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Versione originale[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Zucchero, eccetto dove indicato.

  1. Blue's Introduction – 0:15
  2. Con le mani – 4:42 (testo: Gino Paoli)
  3. Pippo – 4:44
  4. Dune mosse – 5:35 (testo: M. Figliè)
  5. Bambino io, bambino tu (Legenda) – 5:03 (testo: Zucchero, Gino Paoli – musica: Zucchero, C. Poggiani, R. Jones)
  6. Non ti sopporto più – 4:40
  7. Senza una donna – 4:26
  8. Into the Groove – 0:25
  9. Hey Man – 4:30 (testo: Zucchero, Gino Paoli)
  10. Solo una sana e consapevole libidine salva il giovane dallo stress e dall'Azione Cattolica – 4:50
  11. Hai scelto me – 2:30
  12. Dune mosse (strumentale, solo su CD) – 5:35

Durata totale: 47:15

Versione natalizia[modifica | modifica wikitesto]

La versione natalizia presenta una copertina diversa dall'originale: le persone in posa sono vestite da Babbo Natale. In questa versione sono esclusi due brani: l'interludio Into the Groove e la versione strumentale del brano Dune mosse.

Testi e musiche di Zucchero, eccetto dove indicato.

  1. Blue's Introduction – 0:15
  2. Con le mani – 4:42 (testo: Gino Paoli)
  3. Pippo – 4:44
  4. Dune mosse – 5:35 (testo: M. Figliè)
  5. Bambino io, bambino tu (Legenda) – 5:03 (testo: Zucchero, Gino Paoli – musica: Zucchero, C. Poggiani, R. Jones)
  6. Non ti sopporto più – 4:40
  7. Senza una donna – 4:26
  8. Hey Man – 4:30 (testo: Zucchero, Gino Paoli)
  9. Solo una sana e consapevole libidine salva il giovane dallo stress e dall'Azione Cattolica – 4:50
  10. Hai scelto me – 2:30

Durata totale: 41:15

Versione spagnola[modifica | modifica wikitesto]

La versione spagnola presenta lo stesso contenuto della versione natalizia, ma la copertina è, ancora una volta, differente: le persone immortalate non sono quelle delle due precedenti.

Versione a edizione limitata (2016)[modifica | modifica wikitesto]

Il vinile del disco è stato nuovamente pubblicato nel box set ad edizione limitata Studio Vinyl Collection del 2016.

I video musicali[modifica | modifica wikitesto]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Zucchero - voce, pianoforte
  • Giorgio Francis - batteria
  • Rosario Jermano - percussioni
  • Polo Jones - basso
  • Corrado Rustici - chitarra
  • David Sancious - tastiera, organo Hammond
  • Wayne Jackson - trombone, tromba
  • Andrew Love - sax
  • Clarence Clemons - sax tenore
  • Eric Daniel - sax soprano
  • James Thompson, Aida Cooper, Arthur Miles, Simona Pirone, Coro di Voci Maschili della Chiesa Avventista - cori

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Vincitore del Festivalbar 1987 come album dell'anno, si tratta del primo album di grande successo dell'artista. L'album, infatti, vendette oltre 115 000 copie prima della pubblicazione ottenendo il primo disco d'oro per le oltre 100 000 copie vendute,[6] e 1 500 000 copie in Italia durante il primo anno di pubblicazione[1] per un totale di circa 7 000 000 di copie vendute nel mondo.[7] È stato il disco italiano più venduto nell'anno 1987.[8] Fino al 1989 era l'album più venduto nella storia della musica italiana, quando venne sorpassato da Oro, incenso e birra sempre di Zucchero.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche settimanali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1987) Posizione
Europa[9] 66
Italia[10] 1
Paesi Bassi[11] 43
Svizzera[12] 18

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1987) Posizione
Italia[8] 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Oro, birra e zucchero, La Stampa, 4 ottobre 1989, p. 25. URL consultato il 3 agosto 2015. Per ricercare l'articolo, inserire Zucchero Oro, birra e zucchero nel campo Parole chiavi, quindi premere Cerca.
  2. ^ (EN) Zucchero - EDELMETALL, swisscharts.com. URL consultato il 3 agosto 2015.
  3. ^ Blue's - Zucchero Fornaciari | AllMusic
  4. ^ Enrica Brocardo, Vasco Rossi: «E sono ancora qua», in Vanity Fair, nº 17, Milano, maggio 2018.
  5. ^ La spiaggia intitolata a Marco Figliè. Anche Zucchero ieri alla cerimonia, in Il Tirreno, 21 novembre 2004. URL consultato il 7 giugno 2019.
  6. ^ Scocca l'ora di Zucchero Blues e voce alla Battisti, La Stampa, 5 giugno 1987, 29. URL consultato il 3 agosto 2015. Per ricercare l'articolo, inserire Scocca l'ora di Zucchero Blues e voce alla Battisti nel campo Parole chiavi, quindi premere Cerca
  7. ^ Fabio Alcini, Italia d'autore: 1965-1985: il periodo d’oro dei cantautori dal vinile al Cd, Roma, Lit Edizioni, 2019, ISBN 978-8-8623-1654-5.
  8. ^ a b Gli album più venduti del 1987, hitparadeitalia.it. URL consultato il 9 novembre 2014.
  9. ^ (EN) European hot top 100 (PDF), Music & media (Pag. 21). URL consultato il 16 agosto 2018.
  10. ^ Classifica Italiana top 100, Hit Parade Italia. URL consultato il 16 agosto 2018.
  11. ^ (EN) Netherlands top 100, Dutch charts. URL consultato il 16 agosto 2018.
  12. ^ (EN) Swiss top 100, Dutch charts. URL consultato il 16 agosto 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica