Bassa Bergamasca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Bassa bergamasca)
Bassa Bergamasca
Bàsa (in dialetto bergamasco)
Campagna Trevigliese 2.jpg
Tipico paesaggio della Bassa Bergamasca
Stati Italia Italia
Regioni Lombardia Lombardia (Provincia di Bergamo)
Territorio Parte meridionale della Provincia di Bergamo
Capoluogo Treviglio
Superficie 462,73 km²
Abitanti 269 986 (2013)
Densità 583,46 ab./km²
Lingue italiano, bergamasco
Fusi orari UTC+1
Provincia di Bergamo circondario di Treviglio.svg
L'ex circondario di Treviglio della provincia di Bergamo comprendeva la bassa bergamasca ovvero la pianura

La Bassa Bergamasca, (Bàsa in dialetto bergamasco), o Pianura bergamasca è una zona geografica pianeggiante posta a sud della città di Bergamo nell'omonima provincia. Confina con le provincie di Brescia, Cremona e Milano.

È delimitata a nord dalla fascia collinare che si estende ad est ed ovest del capoluogo ivi compreso, a est dal fiume Oglio, a sud dalla provincia di Cremona, a nord ovest dal fiume Brembo e a sud ovest dall'Adda. La parte compresa tra Adda e Brembo fa infatti parte del territorio dell'isola bergamasca, ma comunque parte della Bassa Bergamasca.

La zona ha un'economia tipicamente agricola, seppur negli anni del secondo dopoguerra si è assistito ad un incremento della produzione industriale e una vivace attività terziaria.

La Bassa Bergamasca, coi suoi centri più significativi: Treviglio, Romano di Lombardia, Martinengo e Caravaggio, presenta una sua identità che la distingue nettamente dal resto della provincia di Bergamo.

La parte occidentale e quella meridionale del suo territorio, sono legate - nell'inflessione dialettale, nelle tradizioni, negli avvenimenti storici, nell'educazione religiosa, persino nelle scelte politiche - rispettivamente alle provincie di Milano e di Cremona, delle cui diocesi fanno parte; solo i comuni settentrionali fanno parte della diocesi di Bergamo.

Estensione territoriale e comuni[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comprende 47 comuni.

Di seguito è riportata la lista dei comuni della Bassa Bergamasca con popolazione superiore ai 10.000 abitanti (dati: Istat 01/01/2016 e Istat censimento 2001):

Pos. Stemma Comune di In dialetto bergamasco Popolazione
(ab)
Superficie
(km²)
Densità
(ab/km²)
Altitudine
(m s.l.m.)
Censimento 2001
(ab)
Zona
Treviglio-Stemma.png Treviglio Treì 29.706 31,54 941,85 125 25.736 Bassa Bergamasca occidentale
Dalmine-Stemma.png Dalmine Dàlmen 23.281 11,81 1.971,29 207 21457 Bassa Bergamasca occidentale
Romano di Lombardia-Stemma.png Romano di Lombardia Romà 20.217 18,03 1.121,30 120 15.634 Bassa Bergamasca orientale
CoA Città di Caravaggio.svg Caravaggio Careàs 16.049 32,8 489,30 111 14.109 Bassa Bergamasca occidentale
Osio Sotto-Stemma.png Osio Sotto Öss de Sóta 12.443 7,45 1.670,20 182 10.630 Bassa Bergamasca occidentale
Cologno al Serio-Stemma.png Cologno al Serio Cològn söl Sère 11.133 17,53 635,08 156 9.442 Bassa Bergamasca occidentale
Martinengo-Stemma.png Martinengo Martinengh 10.448 21,61 483,48 149 8.570 Bassa Bergamasca orientale

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Comprende il territorio confinante a sud con il confine amministrativo della provincia di Cremona ed a nord con il confine naturale delle prealpi Bergamasche. Corrisponde alla pianura media ed alta compresa tra Adda ed Oglio ed attraversata dal Serio. Inoltre può essere incluso il territorio del comune di Cassano d'Adda sul lato bergamasco dell'Adda stesso, che, pur rientrando nella provincia di Milano, è linguisticamente bergamasco.

Sismologia[modifica | modifica wikitesto]

Dal punto di vista sismico presenta un rischio molto basso e distribuito in modo uniforme sul territorio. La zona è stata infatti quasi interamente classificata come zona 4[1] (bassa sismicità) dalla protezione civile nazionale. I Comuni di Calcinate, Ghisalba, Martinengo, Mornico al Serio e Urgnano sono in zona 3[1], mentre Calcio è in zona 2[1].

Dopo il terremoto in Emilia vi è una crescente attenzione per i comuni di Calcio, Fontanella, Pumenengo e Torre Pallavicina, posti nella parte orientale del territorio e quindi più esposti al rischio sismico.[2]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima della Bassa Bergamasca è quello tipico della pianura Padana: le estati sono lunghe e umide ciò aumenta ancor più la sensazione di calore venendosi a creare l'afa, mentre l'inverno è freddo, con frequenti nebbie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Tra i monumenti della Bassa Bergamasca si segnalano:

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Architetture militari[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Lingua e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Dialetto bergamasco e Dialetto lombardo orientale.

Il bergamasco è un dialetto lombardo: in particolare appartiene al gruppo dei dialetti lombardo orientali, insieme al bresciano, al alto mantovano, al cremasco o alto cremonese[3] e al trentino occidentale; e differisce dal dialetto bergamasco del nord per la maggiore presenza di termini di origine bresciana, milanese, o in misura minore cremonese.

Religione[modifica | modifica wikitesto]

La religione maggiormente praticata è quella cattolica; gli stranieri invece sono in prevalenza sikh, musulmani e induisti. Sul territorio esistono anche diversi nuclei di Testimoni di Geova: nel comune di Treviglio sorge un centro di ritrovo e preghiera per fedeli di quest'ultimo credo, che attrae persone anche dalle province vicine.

Cattolicesimo[modifica | modifica wikitesto]

Parrocchie[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente, oltre ai capoluoghi dei vari comuni che compongono il territorio, sono sede di parrocchia anche alcune altre località o frazioni. Esse sono:

  • Zona Nord di Treviglio (comprende anche la frazione Battaglie);
  • Zona Est di Treviglio o quartiere del Conventino;
  • Zona Nord-est di Treviglio o quartiere di San Zeno;
  • Frazione Geromina di Treviglio (comprende anche la frazione Castel Cerreto).

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Patrimoni dell'umanità UNESCO[modifica | modifica wikitesto]

Il villaggio operaio di Crespi d'Adda frazione del comune di Capriate San Gervasio per il suo rilievo architettonico fu inserito nel 1995 tra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. In origine il territorio su cui sorse Crespi e il villaggio stesso per i primi anni dopo la sua realizzazione (fine ottocento) fece parte del comune di Canonica d'Adda da cui si separò in seguito per evidenti problemi logistici (es. funerali) anche per interessamento della famiglia Crespi stessa e del comune di Capriate. Attualmente comunque si trova nelle immediate vicinanze del territorio della Bassa Bergamasca, pur facendo parte dell'Isola bergamasca.

Persone legate alla Bassa Bergamasca[modifica | modifica wikitesto]

I Mille della Bassa Bergamasca[modifica | modifica wikitesto]

Visitatori illustri[modifica | modifica wikitesto]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Urbanistica[modifica | modifica wikitesto]

La Bassa è caratterizzata da una vasta pianura, territorio che permette lo sviluppo di numerose aziende agricole. Le colture tipiche sono il granoturco e il frumento. La pianura è molto fertile grazie alla risorsa naturale dei fontanili e all'opera dell'uomo che ha scavato fossi e canali per distribuire in modo più uniforme l'acqua.

La costruzione tipica della zona è la cascina, alcune risalenti al tardo XIX secolo. Le città più antiche sono di origine romana, ma la maggior parte dei paesi è di origine medievale, visibili da caratteristiche comuni: un centro cittadino, costituito dalla piazza, solitamente di fronte alla parrocchia. Le vie si irradiano uniformemente dalla piazza centrale. All'esterno della città ci sono le cascine, circondate a loro volta da ettari di terreno.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Il comprensorio bassa bergamasca rappresenta un'area caratterizzata da forti trasformazioni socio-economiche che negli ultimi 20 anni stanno comportando modifiche radicali del territorio, che sta passando da forte vocazione industriale/artigianale a maggiore diversificazione produttiva: permangono industria e artigianato, ma compare anche la valorizzazione di produzioni agricole tipiche - melone di calvenzano, salame bergamasco e mozzarella di bufala.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio è attraversato dalla autostrada Brescia Milano A35 Brebemi con 5 caselli Calcio, Romano di Lombardia, Bariano, Caravaggio e Treviglio; dalle strade statali: 11, 42, 472, 498, 525, 591 e dalle strade provinciali: 98, 103, 104, 105, 122, 184, e 185.

Tra le più importanti opere in corso di progettazione abbiamo l'interconnessione Pedemontana BreBeMi, la quale partirà da Osio Sotto, che si incontreranno nel comune di Treviglio.

Autostrade[modifica | modifica wikitesto]

I caselli autostradali più vicini sono:

È in fase progettuale il Raccordo tra BreBemi e Pedemontana, cioè un tratto autostradale tra Treviglio e Bergamo, di cui si occupa Autostrada Bergamasche S.p.A..

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Per quanto riguarda il trasporto ferroviario, il territorio è attraversato dalle linee Milano-Venezia, Treviglio-Bergamo e Treviglio-Cremona. Treviglio e Caravaggio sono dotate entrambe di due stazioni. Per la prima città, esse sono Treviglio, sulla Milano-Venezia e che funge da capolinea per le linee dirette a Bergamo e a Cremona, e Treviglio Ovest, che si trova sulla Treviglio-Bergamo. Per quanto riguarda Caravaggio, le due stazioni sono: Caravaggio, sulla Treviglio-Cremona, e Vidalengo, sulla Milano-Venezia.

Sulla Milano-Venezia sono presenti anche le stazioni di Romano, di Morengo-Bariano e di Calcio. Sulla Treviglio-Bergamo sono presenti quella di Arcene e quella di Verdello.

Sono quattro i ponti ferroviari presenti nel territorio della Bassa, tutti situati sulla Milano-Venezia: due sull'Adda, uno sul Serio ed uno sull'Oglio.

Canali[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Fosso bergamasco.

Il territorio è attraversato da ovest a est dal fosso bergamasco, un tempo segnava il confine tra il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia. Numerosi canali secondari, tra cui le rogge Moschetta e Vignola nel comune di Treviglio, si diramano da esso o nelle sue vicinanze.

Aeroporti e porti[modifica | modifica wikitesto]

Scali di una certa importanza e prossimi alla Bassa Bergamasca sono quelli di:

ben collegati sia dal punto di vista nazionale che internazionale.

I porti fluviali più vicini sono quelli nella parte inferiore del fiume Adda.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c rischio per Provincia (PDF), protezionecivile.it. URL consultato il 13 novembre 2013.
  2. ^ articolo sismicità nella bassa sull'eco di bergamo, ecodibergamo.it, 13 novembre 2013. URL consultato il 20 gennaio 2013.
  3. ^ PARLATE E DIALETTI DELLA LOMBARDIA, pp. 30-32: Dialetto di Crema (fenomeni fonetici).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]