Pace di Ferrara (1428)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pace di Ferrara
Massima espansione Viscontea.png
Massima espansione viscontea nel XV secolo
ContestoParte delle Guerre di Lombardia tra Ducato di Milano e Repubblica di Venezia (con i rispettivi alleati)
Firma19 aprile 1428
LuogoFerrara
Partibandiera Ducato di Milano
bandiera Repubblica di Venezia
Flag of Florence.svg Repubblica fiorentina
Mantua Flag 1328-1575 (new).svg Gonzaga di Mantova
Firmatariduca Filippo Maria Visconti
doge Francesco Foscari
voci di trattati presenti su Wikipedia

La pace di Ferrara fu il trattato firmato il 19 aprile 1428[1] che mise fine alla seconda delle guerre di Lombardia fra il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia coi suoi alleati fiorentini.

Il trattato[modifica | modifica wikitesto]

Il trattato sancì la definitiva cessione al Veneto di Brescia, di Bergamo, e delle rispettive province, demarcando il confine sull'Adda.[2]

Già il successivo 8 maggio i provveditori veneziani Paolo Correr, Andrea Giuliano e Giovanni Contarini entrarono nel capoluogo orobico a prendere possesso della città.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]