Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Atollo K

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Atollo K
Atollo k 9.jpg
Una scena del film
Titolo originale Atoll K
Paese di produzione Francia, Italia
Anno 1951
Durata 100 min (Francia), 80 min (USA), 90 min (Germania), 97 min (Italia)
85 min (versione cinematografica internazionale distribuita in DVD)
Dati tecnici B/N
Genere comico
Regia Leo Joannon
Soggetto Leo Joannon
Sceneggiatura John Klorer, Frederick Kohner, Monte Collins, Rene Wheeler e Piero Tellini
Produttore Raymond Eger per Franco London Films S.A./Films E.G.E./Films Sirius/Fortezza Film
Fotografia Armand Thirard
Montaggio Raymond Isnardon
Musiche Paul Misraki
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Atollo K (Atoll K) è un film del 1951 diretto da Leo Joannon. È l'ultimo film interpretato da Stanlio e Ollio.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Stanlio e Ollio ricevono in eredità uno yacht, un'isola e una grossa quantità di denaro ma rigorosamente ridotta per questioni di tasse. Imbarcatisi a Marsiglia verso i mari del Sud, attratti dalla possibilità di coltivare una tra le più classiche utopie di felicità, nel bel mezzo del viaggio devono affrontare una tempesta che li fa sbarcare su un'isola sperduta, insieme ad Antonio, esperto in arte culinaria, che le guardie portuali hanno deliberatamente "scaricato" a loro facendo credere che potesse praticare il lavoro del motorista.

Successivamente verrà scoperto che il raggiro delle guardie è stato architettato per potersi sbarazzare di Antonio in quanto apolide. Mentre i quattro si preparano ad un'esistenza in stile Robinson Crusoe, l'isola inizia a popolarsi di gente, sempre più interessata ad un ricco giacimento d'uranio lì presente. È la fine di ogni quiete, ma anche il preludio ad una nuova e risolutiva tempesta, che stavolta porterà davvero il gruppo al sospirato approdo.

Note di produzione[modifica | modifica wikitesto]

Realizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Atollo K fu il film più infelice di Stanlio e Ollio, poiché recitarono in pessime condizioni fisiche. La storia venne proposta ai due comici agli inizi del 1950: i due, ormai inattivi al cinema da cinque anni e senza dubbio in declino, accettarono l'offerta. Laurel fu inizialmente deluso dalla sceneggiatura e chiamò un suo vecchio collega, Alfred Goulding, per revisionarla. Nella primavera 1950 la coppia partì alla volta della Francia per iniziare a girare il film e, nel tragitto dagli USA alla Francia, Hardy tenne anche un'intervista, in seguito divenuta celebre, nella quale per la prima volta accennò ad alcune curiosità sui propri esordi.

A giugno i due comici visitarono l'Italia passando per Genova salvo poi arrivare a Roma[1]; lì Laurel e Hardy incontrarono i due loro doppiatori d'epoca che sono a tutt'oggi i più celebri: Mauro Zambuto e Alberto Sordi. A luglio si era ormai pronti per le riprese, ma la quasi totale revisione della sceneggiatura portò la data delle riprese ad agosto.

Nel cast del film avrebbero dovuto comparire anche l'italiano Totò e il francese Fernandel, ma entrambi rifiutarono e alla stessa maniera agirono anche Walter Chiari, Erminio Macario e Carlo Croccolo. Alla fine vennero sostituiti da Max Elloy (l'imitatore "ufficiale" di Fernandel all'epoca in Francia) e da Adriano Rimoldi.

Poche settimane dopo l'inizio delle riprese in Costa Azzurra Laurel, già ammalato da un anno di diabete, fu colpito da una dissenteria che lo fece dimagrire di parecchi chili al punto che, quando nel dicembre 1950 - dopo un'operazione a Parigi - guarì, si ritrovò terribilmente dimagrito. Malgrado tutto, nel gennaio 1951 decise di ricominciare a girare e di sottoporsi a molte ore di riprese; anche Hardy ebbe problemi di salute, tra problemi circolatori e cardiaci.

Come se non bastasse, quando Laurel cominciò a riprendersi veramente, vide il suo rapporto con il regista Leo Joannon guastarsi definitivamente: la moglie del comico, Ida Laurel, definì il regista un incompetente che "passò tre giorni a filmare un lago, perché era il lago più bello che avesse mai visto". Verso la fine delle riprese, tra febbraio e marzo 1951, il regista statunitense John Berry iniziò a collaborare alla regia; Berry si ritrovò in Francia per via dei problemi che aveva avuto con il maccartismo.

La collaborazione sotto banco di Berry non venne mai rivelata all'epoca per paura di poter creare disaccordi nel distribuire il film negli Stati Uniti, solo nel 1967 per la prima volta venne citata nella sua filmografia tale collaborazione. Una volta terminato il montaggio del film, Laurel fu così deluso del risultato che sperò che nessuno lo importasse oltreoceano, per ovvia paura che avesse potuto compromettere la reputazione e l'immagine esuberante e divertente che i comici avevano ormai da decenni nel mondo intero.

I luoghi delle riprese furono Marsiglia e Anthéor-Cap-Roux frazione di Saint-Raphaël nel dipartimento del Var per gli esterni e gli Studi SFP di Boulogne-Billancourt per gli interni[2].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Regno Unito e America[modifica | modifica wikitesto]

La distribuzione del film fu decisamente irregolare, non è stata mai montata né distribuita una versione integrale e completa del film; ciascuna versione ha il suo montaggio e la sua lunghezza: venne distribuita la versione francese da 93 minuti con il titolo Atoll K, la versione italiana da 97 minuti chiamata Atollo K e quella in inglese da 82 minuti che uscì nel Regno Unito con il titolo Robinson Crusoeland e negli USA con il titolo Utopia. Negli Stati Uniti il film fu distribuito solo nel 1954 in quanto si volle tentare di non mettere in eccessivo risalto la compromessa immagine fisica dei due comici, lontana anni luce da quella del periodo d'oro.

Versione italiana[modifica | modifica wikitesto]

La versione italiana uscita nelle sale nel 1951 (distribuita dalla Minerva film) originariamente durava 97 minuti ma ad oggi risulta irreperibile, in quanto a partire dal 1963 il film è stato ridistribuito nella penisola (ad opera di distributori indipendenti) in una versione di circa dieci minuti più corta. Da allora si trovano solo copie di questa seconda edizione. Le scene eliminate da questa versione riguardano:

  • Preparativi di Stanlio e Ollio a Marsiglia per il battello
  • Osservazioni dei poliziotti nel porto sulla situazione di Giovanni e Antoine e inizio dialogo tra il capitano del porto e Stanlio e Ollio poco dopo
  • Nascita dell'atollo in mare e prime battute dei naufraghi dopo la fine della tempesta
  • Introduzione narrata del personaggio di Cherie
  • La prima canzone cantata da Cherie e arrivo della ragazza in municipio
  • Inizio serata al night club di Cherie
  • Innalzamento della bandiera di Crusoelandia e scene dei passeggeri diretti all'isola su navi e treni
  • La sequenza finale del film

La versione italiana all'epoca conteneva tre sequenze (due di esse girate appositamente per tale edizione) non presenti nelle versioni uscite negli altri paesi:

  • Il flashback di Giovanni e del suo cliente in Italia, interpretato da Guglielmo Barnabò (nelle altre versioni c'è solo il racconto dello stesso Giovanni)
  • Il fuorilegge Alecto che pianifica con i suoi tirapiedi le sue malefatte sull'isola dopo aver messo a soqquadro il bar
  • Inquadratura di Ollio che attacca il cartello dove annuncia che sull'isola regnerà l'ordine e la legge (le altre versioni mostrano il cartello già attaccato in lontananza).

Una differenza molto significativa tra la versione italiana e le altre è l'assenza della voce fuori campo (tranne che nelle sequenze finali) presente in tutte le altre versioni. Nel 2003 la Elleu Multimedia pubblicò in DVD una buona edizione del film, proveniente da una copia 16mm in discrete condizioni, tuttavia sempre frutto della riedizione anni sessanta. Nel 2005 in occasione dell'evento 40 anni senza Stanlio organizzato dall'associazione di fan club del duo comico I figli del deserto, Enzo Garinei e Giorgio Ariani doppiarono in diretta con il pubblico in sala il finale del lungometraggio, data appunto l'impossibilità di ritrovare tale scena con il doppiaggio originario.

Versione francese e questioni VHS e DVD[modifica | modifica wikitesto]

La versione francese è stata pubblicata in DVD nel 2011.

Ad oggi l'unico restauro del film disponibile è quello effettuato sulla versione tedesca del 1952, uscito nel 2005 in DVD ad opera della Tobis film.

Dopo decenni di invisibilità, la versione integrale in inglese (98 minuti circa) è stata pubblicata in DVD nel 2013 nel Regno Unito e in Germania. Tale versione si può considerare come il montaggio più completo e soddisfacente del film, sebbene non si può minimamente ritenere come edizione originale in quanto mai distribuita all'epoca ufficialmente in nessun paese.

Quando il film venne distribuito negli Stati Uniti a causa di problemi di diritti, la versione americana del film divenne di pubblico dominio e da allora ebbe una capillare diffusione fino a diventare una delle pellicole della coppia più diffuse nei paesi di lingua inglese. Come se non bastasse, questa versione non è mai stata sottoposta finora ad un restauro e i numerosissimi DVD in circolazione negli USA e nel Regno Unito hanno una qualità video scarsa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN185260407 · GND: (DE7582363-9 · BNF: (FRcb162402341 (data)
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema